Ascolti, vince Il Grande Fratello 9

Ascolti, vince Il Grande Fratello 9

La prima sfida al vertice tra il Grande Fratello 9 e XFactor 2 è stata vinta, come immaginabile, dal GF

    La prima sfida tra il Grande Fratello 9 (qui la nostra blogcronaca)e XFactor 2 (qui i video delle esibizioni) è stata vinta dal GF9 con 5.674.000 e il 26,5%5 di share. Secondo posto per la fiction Il Bene e Il Male mentre si difende egregiamente, considerata anche la doppia concorrenza, XFactor 2 che totalizza 3.146.000 e il 14,37% di share. In alto gli highlights dei due reality confezionati da Scorie.

    Precisiamo un attimo gli ascolti de Il Bene e Il Male che ha raccolto 4.971.000 (17,36%) nel primo episodio e 4.353.000 (17,34%) nel secondo, per una media di 4.662.000 spettatori e il 17,53% di share.

    E così tra le urla scomposte del GF9 popolato di storie difficili, infanzie negate, rapporti spezzati con famiglie – dovuti a lutti o separazioni – e i 12 aspiranti cantanti che si sono ordinatamente esibiti sul palco di XFactor 2 ha vinto Il Grande Fratello 9, o meglio la curiosità di scoprire il Circo Barnum che darà vita alla nona edizione del reality di Canale 5.

    Ci sarebbe molto da commentare sul Grande Fratello, ma il discorso sarebbe davvero troppo lungo. A voi le impressioni sui 15 (da lunedì prossimo 17) concorrenti che protrete conoscere con il nostro speciale, qualora vi siate persi la puntata.
    Ci limitiamo solo a commentare, di nuovo, la somiglianza di Vittorio Marcelli, il surfista scampato per miracolo a un fulmine, con Carlo Capponi dell’Isola dei Famosi 6 e la beata ocaggine di Cristina Del Basso, l’aspirante Velina, oggi approdata al GF9, con una strabordante sesta di seno, suo regalo di 18 anni.
    Per il resto tutte storie difficili: in attesa di seguire Gerry Longo, il non vedente, negli ampi spazi della casa ecologica 2009, ci ha colpito la storia di Ferdi Berisa, il montenegrino di origini Rom arrivato in gommone dall’Albania quando aveva circa 10 anni, educato dal padre a cavarsela rubando. Faccia pulita, ora sbarca il lunario come cuoco e impegna il tempo libero studiando. Davvero un bel personaggio.

    Ma di personaggi nella casa ce ne sono davvero tanti, come commenta entusiasta Federica Rosatelli, forse la più stravagante di tutti con i suoi capelli platino, gli occhialoni luccicanti e un cerchietto basculante in testa. Da Nicola Molinari, l’architetto riccio e svampito che ricorda Cristicchi, a Gianluca Zito, il playboy napoletano che ha fatto fortuna a Hollywood senza neanche sposare una miliardaria 60enne (capito come si fa, Rubicondi?); da Claudia Perna, che vive e lavora allo Zen di Palermo, alla mangiatrice di fuoco Siria De Fazio, entrata in casa con l’inseparabile boa constrictor di nome Valentina che ha terrorizzato alcuni abitanti. Da non dimenticare anche il Maggiordomo di Casa Savoia e assistente personale della principessa Marina Doria, ovvero Fabrizio Cimmino, dal capello lungo che farebbe inorridire qualunque maggiordomo di scuola inglese.

    Speriamo che almeno coltivi l’apprezzata arte della riservatezza: ci mancherebbe anche che mentre Emanuele Filiberto suda a Ballando con le Stelle per farsi conoscere meglio dagli italiani, Fabrizio se ne uscisse con qualche rivelazione scomoda.

    L’hostess Alitalia Daniela Martani è fuori categoria: già troppo personaggio mediatico per rientrare in una vera dimensione da reality.
    Appartengono invece alla categoria facce da Grande Fratello, quelle imprescindibili in ogni edizione, Marco Mazzanti, il belloccio che somiglia a Tom Cruise, Alberto Scrivano, l’ormeggiatore genovese, Anna Chiara Simonetti, che rientra nella specie Napoletani in tv, Marcello Torre Calabria, il fornaio maniaco della pulizia. Faccia pulita ed energia per Vanessa Ravizza, il cui padre è scomparso da anni senza dare più notizie: chissà che Gf9 non si trasformi anche in Carràmba. E’ già successo, se non sbagliamo.

    Siamo solo all’inizio: dopo le urla, i sorrisi e gli abbracci ora ci attende la loro convivenza. Avendo tutti dei bei caratterini ed un’età media piuttosto alta, non mancheranno le liti. E l’Auditel si impenna.

    859