Ascolti Sanremo 2009, buona la prima! 10 milioni e mezzo

Ascolti Sanremo 2009, buona la prima! 10 milioni e mezzo

La prima serata del 59° Festival di Sanremo ottiene in media 10 milioni di telespettatori e uno share del 48%, con una prima parte che ha superato i 14 milioni

    Sanremo 2009, boon di ascolti per la prima serata

    La prima serata del 59° Festival di Sanremo ottiene in media 10.413.500 telespettatori, per uno share del 48%. Risultati del genere erano da tempo sconosciuti alla tv generalista. Entusiasta Del Noce, ma ora c’è la prova più difficile, il bis.

    Erano anni che non si vedevano questi risultati ‘bulgari’ in tv, soprattutto legati al Festival di Sanremo. La prima puntata dell’edizione 2009, targata Bonolis, ha visto nella prima parte, comprensiva dei 35 minuti di monologo di Benigni, ascolti pari a 14.173.000 e il 47,10% di share, mentre nella seconda, terminata all’1.20, si sono raggiunti i 6.654.000 e il 49,51% di share.

    Giusto per fare un rapido confronto, l’anno scorso la prima serata del 58° Festival, condotto da Baudo, aveva raccolto in media 7 milioni di telespettatori con uno share del 36,46% (con 9.518.000 telespettatori pari al 35% di share nella prima parte e 4.818.000 con il 39,44% nella seconda). Risultati inferiori anche alla prima serata del 2007, sempre con Baudo, affiancato però da Michelle Hunziker, che ottenne nella prima parte 12.452.000 telespettatori, pari al 43,8% di share, e nella seconda 6.759.000 telespettatori, con il 47,08% di share.

    Certo, sono ormai un miraggio gli share da 70%, forse riconducibili ai tempi del monopolio (verrebbe da dire, “piace vincere facile”), ma la tendenza che emerge da questa prima puntata è che la tv generalista non è definitivamente condannata al dominio di Internet se il linguaggio adottato per confezionare la ‘messa cantata’ si avvicina più al dinamismo dei canti gospel che alla solennità dei cori gregoriani.

    Meno gesso, meno soggezione, meno rito e più spettacolo, come del resto era già stato il Festival dell’anno scorso grazie a Piero Chiambretti. Ieri sera però è scorso tutto più rapido, meno schematizzato nei siparietti scenografati che invece avevano rallentato (ma anche aiutato) il Festival 2008. La gioventù del conduttore è un elemento evidentemente importante nel Festival: al di là dello svecchiamento della formula (ancora da inventare) questo primo risultato sembra anche dire che è importante lo svecchiamento dei conduttori.

    Certo, una rondine non fa primavera: se la prima serata attira pubblico anche per curiosità, peraltro alimentata dal video di apertura di Mina e dalla performance di Benigni, il difficile viene ora. Stasera c’è lo scontro con la sesta puntata di Amici (che seguiremo in blogcronaca) e con Maria De Filippi, grande attrazione della serata finale; in più le serate ‘interlocutorie’ sono sempre state le più difficili da gestire.
    E’ presto perché la Rai canti vittoria, il Festival è appena cominciato, ma sicuramente questo primo dato è incoraggiante.

    (Foto: Claudio Onorati/Ansa)

    539

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI