Arrestata Rosaria Aprea: partecipò a Miss Italia e Uomini e Donne

Sono scattati i domiciliari per la donna che nel 2013 fu ridotta in fin di vita dall'ex fidanzato

da , il

    Arrestata Rosaria Aprea: partecipò a Miss Italia e Uomini e Donne

    E’ stata arrestata Rosaria Aprea, la ragazza che partecipò a Miss Italia nel 2014 e, successivamente, a Uomini e Donne per corteggiare Andrea Damante. La giovane, nota alla cronaca italiana per essere stata picchiata nel 2013 dall’ex fidanzato Antonio Caliendo, che con un calcio all’addome le spappolò la milza riducendola in fin di vita, si è resa lei stessa protagonista di un caso di violenza: dopo essere stata denunciata per stalking nei confronti dell’ex compagno Pasquale Russo, nella giornata del 24 dicembre, avrebbe violato il divieto di avvicinamento nei confronti dell’uomo. I carabinieri di Santa Maria Capua Vetere sono dovuti intervenire e per lei sono stati definiti gli arresti domiciliari.

    L’arresto di Rosaria Aprea è stato reso noto nella giornata del 12 gennaio 2017. La ragazza, nota per la partecipazione a Miss Italia 2014 – dove arrivò fino alla serata finale per essere poi eliminata al primo televoto – e per essere stata una delle corteggiatrici di Andrea Damante a Uomini e Donne, balzò sulle pagine di cronaca nera come uno dei casi di violenza sulle donne. Nel 2013, infatti, l’allora fidanzato Antonio Caliendo la colpì con un calcio nell’addome causandole lo spappolamento della milza. Fortunatamente, la Aprea riuscì a sopravvivere e alcuni anni dopo decise di partecipare al concorso di bellezza condotto da Simona Ventura per farsi portavoce di un messaggio: ‘Spero di aiutare le donne che stanno a casa in silenzio e non parlano perché hanno paura’.

    A distanza di anni, però, Rosaria Aprea è tornata a far parlare di sé. Per la giovane e la cugina, Jeanette Boutria, sono stati disposti gli arresti domiciliari: secondo quanto accertato dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, il 24 dicembre, la ragazza in compagnia della cugina avrebbe violato il divieto di avvicinamento nei confronti del suo ex compagno, Pasquale Russo, 34 anni, che stava trascorrendo la giornata festiva a casa del padre. Già denunciata per stalking, infatti, Rosaria Aprea non avrebbe potuto avvicinarsi ai luoghi frequentati dall’uomo con il quale ha avuto un figlio. Da quanto si apprende, le due donne ‘hanno aggredito verbalmente e fisicamente Russo e la sua compagna M.L., trasgredendo le prescrizioni sul regime cautelare in atto nei loro confronti’.

    E, in effetti, Rosaria Aprea fu allontanata precedentemente dall’ex compagno con un divieto di avvicinamento emesso ad aprile 2015 in quanto, in concorso con Boutria e un’amica, Marianna Bifone, ‘si erano rese autrici di atti persecutori nei confronti dell’ex compagno, anche con l’uso di armi e facendo riferimento a parentele con appartenenti alla locale criminalità organizzata’.