Arnold Vosloo cattivo per Bones 6; novità su The Walking Dead, ABC Family e Lisa Blount

Arnold Vosloo cattivo per Bones 6; Frank Darabont non pensa alla seconda stagione di The Walking Dead; Lev L

da , il

    armand vooslo nella mummia

    Arnold Vosloo (Drkman, La mummia e Il ritorno della mummia, noto ai fan della serie 24 nel ruolo di un terrorista) apparirà nella sesta stagione di Bones, dove sarà il nuovo cattivo di stagione (occhio alle anticipazioni sgradite). Dopo Gravedigger, serial killer descritto come una versione più cattiva di Brennan (che rivedremo nella sesta stagione), stavolta Jacob Ripkin Broadsky aka Vosloo sarà una versione più cattiva di Booth, un cecchino altamente mortale di cui – attenzione alle anticipazioni sgradite – avevamo già parlato qui.

    Grandissima attesa per il debutto di The Walking Dead, per cui da settimane si rumoreggia una seconda stagione che però, almeno nei pensieri di Frank Darabont, ancora non c’è: il regista e showrunner ha spiegato al New York Magazine di non aver concepito la serie oltre i sei episodi iniziali, “non sono andato oltre né ho letto gli albi che Robert Kirkman ha pubblicato quest’anno, sono stato troppo impegnato”. Questo non significa che The Walking Dead rimarrà una miniserie, “sto aspettando un rinnovo ufficiale per cominciare a lavorare, se ci sarà una seconda stagione ricominceremo da zero a lavorare sul progetto di Kirkman e insieme a lui immagineremo come dovranno essere i prossimi tredici episodi”.

    ABC Family schiaccia sull’acceleratore per What Would Jane Do (sceneggiata da April Blair), non solo la rete ha chiamato Lev L. Spiro a dirigere il pilota, ma ha scritturato anche Erica Dasher (The Lake) per il ruolo da protagonista, una sedicenne che ottiene un lavoro in una grande azienda che la scambia per un’adulta: Jane si ritroverà così a sdoppiarsi tra la vita da liceale e quella da assistente per un manager tagliagola.

    E dopo la morte di James MacArthur, un altro lutto colpisce il mondo hollywoodiano, l’attrice e produttrice Lisa Blount (53 anni) è stato ritrovata morta tre giorni fa in casa sua, probabilmente a causa di una malattia del sangue di cui soffriva. L’attrice, vincitrice di un premio Oscar nel 2001 per il suo lavoro da produttrice, aveva interpretato l’amica di Debra Winger nel film Ufficiale e Gentiluomo, un ruolo che le valse la nomination ai Golden Globe.