Arnold, paura per Gary Coleman, è gravissimo

Arnold, paura per Gary Coleman, è gravissimo

E' ricoverato in ospedale in condizioni critiche Gary Coleman, il mitico Arnold della serie tv

    Gary Coleman

    La maledizione della serie di culto degli anni ’80 Il mio amico Arnold continua. Dopo il suicidio di Dana Plato e del figlio, i problemi di droga di Todd Bridges, l’attore che interpretava Willis, e quelli con la giustizia di Gary Coleman. Quest’ultimo che interpretava per l’appunto Arnold è ricoverato in ospedale in gravissime condizioni. L’ex star della tv è da questa notte nell’ospedale regionale Utah Valley, lo stato dove da tempo risiede. Coleman si sarebbe ferito alla testa dopo una caduta. Le sue condizioni di salute sono critiche secondo quando ha riferito Janet Frank, la portavoce dell’ospedale.

    Purtroppo Coleman è ormai in coma ed è tenuto in vita tramite macchine. A febbraio scorso Gary Coleman era già stato colto da un malore durante la registrazione della trasmissione televisiva “The Insider” e si era tornato a parlare di lui per episodi di violenza nei confronti della moglie. Nel set di “The Insider” Coleman – secondo quanto scrive TMZ – aveva avuto una crisi.

    La famiglia della star vuole mantenere il più stretto riserbo sulle sue condizioni di salute. L’attore soffre sin da quando era bambino di insufficienza renale, fu proprio questa malattia che ne bloccò la crescita: ha subito due trapianti di reni in giovanissima età e si deve sottoporre quotidianamente a dialisi. Con questa tragica notizia continua la maledizione di Diffr’nt Strokes, questo il titolo originale della serie.

    Solo qualche settimana fa si era tolto la vita Tyler, il figlio di Dana Plato. La Plato che interpretava la sorella maggiore di Arnold si era suicidata nel 1999. Anche l’attore che interpretava Willis, Todd Bridges, era stato arrestato nel 1994 e aveva avuto problemi con la droga per anni, prima di rinascere grazie alle cure e diventare una guest-star in Everybody Hates Chris. Coleman aldilà della sua malattia, che curiosamente gli aveva garantito anche parte del suo successo, è tornato agli onori della cronaca per alcuni casi di violenza e ha ricevuto numerose citazioni giudiziarie, ultima in ordine di tempo l’accusa di presunte violenza alla moglie, con cui si era riconciliato.

    459

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI