Army Wives 3, parla Sally Pressman

Il finale della seconda stagione di Army Wives ha lasciato molte questioni in sospeso ma

da , il

    Army Wives

    Il finale della seconda stagione di Army Wives ha lasciato molte questioni in sospeso ma…a tutte queste domande sarà risposto nella terza stagione (iniziata ieri sulla Lifetime), o almeno così promette Sally Pressman/Roxy. (Seguono, ovviamente, spoiler!)

    In attesa di sapere se Army Wives ha ripetuto il botto della scorsa stagione, quando la premiere della seconda stagione fu vista da quattro milioni e mezzo di telespettatori (battendo un record che durava da 24 anni, poi superato dal season finale…sempre di Army Wives), l’attrice ha tenuto a rassicurare tutti che la serie non cambierà poi molto nonostante l’abbandono di Katherine Fugate, creatrice di AW.

    Abbiamo un nuovo gruppo di sceneggiatori che, insieme con lo showrunner, hanno un’idea di quali problemi devono affrontare in questa terza stagione; molte cose verranno risolte sin dalla premiere, così che poi la terza stagione possa essere trattata come ‘tabula rasa’, in senso buono“, ha spiegato ‘Roxy’.

    L’intenzione, almeno secondo la Pressman, è quella di tornare a focalizzarsi sui singoli personaggi e sui loro problemi, ad esempio per Roxy si tratterà di fare i conti con il fatto che Collin, il nipote di Betty, vuole la metà del bar: “Roxy e Trevor, anticipa l’attrice, hanno problemi finanziari, sono in fondo alla catena alimentare tanto più che gli affari non vanno bene. E cosa fai quando sei in una crisi finanziaria e devi crescere e provvedere a due figli? E’ un problema comune a molte persone, un tema vero“.

    Per quanto riguarda il resto del gruppo, invece, sarà dura mantenere l’amicizia: “Non so se siamo mai stati veramente testati, nel senso che non so se si sono mai trovati nella situazione in cui un amico fa qualcosa che agli altri potrebbe non piacere. In questa terza stagione, conclude la Pressman, ci saranno un sacco di rotture e ‘reunion’, sin dalla premiere“.