Antonello Piroso chiude Ma anche no e approda a Rai 2: sfiderà Santoro e Formigli

Antonello Piroso chiude Ma anche no e approda a Rai 2: sfiderà Santoro e Formigli

Antonello Piroso è prossimo all'addio a La 7

    Antonello Piroso dice addio a La 7. Secondo quando riportato dal sito Dagospia il giornalista sarebbe pronto per dire addio al suo programma in onda la domenica Ma anche no dopo i deludenti ascolti e non solo secondo il sito di Roberto Dagostino l’ex direttore della testata giornalista del canale Telecom sta per approdare a Rai 2, sarà proprio lui a guidare il talk show del giovedì sera in sfida contro Michele Santoro e il suo Servizio Pubblico e Corrado Formigli e il suo Piazzapulita.

    Del possibile passaggio di Piroso alla Rai vi avevamo parlato già un mese fa e oggi il sito Dagospia è tornato sull’argomento, a quanto pare la puntata di domenica prossima di Ma anche no (dove il mitico Maccio Capatonda mostrava i suoi trailer e la sua ultima creazione Unreal Tg), Piroso dice dunque addio a La7 anche per disaccordo con i vertici della rete di Telecom. Ma andiamo un attimo indietro, dopo aver rinunciato alla prima serata, Piroso si è trasferito alla domenica pomeriggio. E dopo aver accettato la conduzione di Ma anche no la rete gli ha negato la possibilità di andare in onda dalle 17 alle 20 e di avere ospiti di un certo livello, in poche parole l’ex direttore dei Tg La7 si è trovato a condurre un programma domenicale nazionalpopolare. La controvoglia di Piroso (per altro visibile) e i pochi ascolti hanno decretato la fine di Ma anche no.

    Per quanto riguarda il suo passaggio in Rai, D’Agostino aggiunge: ‘Dopo le feste, il direttore Pasquale D’Alessandro ha fatto sapere al suo staff che l’accordo era in dirittura d’arrivo, e che mancava solo la parte economica avendo comunque Piroso accettato un ridimensionamento del trattamento garantitogli da La7. L’affare sembra quasi fatto e Piroso dovrebbe condurre il nuovo talk-show a partire dall’8 marzo, un giovedì e quindi subito il programma si contenderà gli ascoltatori di Servizio Pubblico e di Piazza Pulita. Il suo esordio alla fine del Festival di Sanremo non è un caso visto che a curare la sua trattativa in Rai è Lucio Presta, il padre delle ultime due edizioni del Festival. Piroso punta a ottenere il 7% di share, lontano dal 20% di Annozero, ma molto vicino ai dati che oggi ottengono Santoro e Formigli e ben lontano dai dati che oggi ottiene Rai 2 il giovedì: serata salvata solo dalla Coppa Italia e ferma a un misero 2%.

    454