Anthony Stewart Head parla di Ripper, lo spinoff di Buffy

Anthony Stewart Head parla di Ripper, lo spinoff di Buffy

Sull'onda del successo sovrannaturale/vampiresco

    Buffy L’ammazza vampiri, Anthony Stewart Head parla di Ripper

    Sull’onda del successo del filone sovrannaturale/vampiresco…poteva mai mancare l’idea (o meglio, il ritorno dell’idea) di fare uno spinoff da Buffy, capostipite del genere (almeno per noi gggiovani degli anni ’80/’90?). Ovviamente no, e la dritta arriva da Anthony Stewart Head, che dopo anni di silenzio torna a parlare di “Ripper”.

    Di “Ripper” (soprannome del personaggio di Head) si discute praticamente da anni (precisamente dal 2002), tant’è che nel 2007 Joss Whedon, intervistato da Sfx, rivelò che “Ripper” sarebbe stato realizzato in collaborazione con la BBC; dopo Angel con David Boreanaz, il protagonista della nuova serie sarebbe stato Rupert Giles (appunto Anthony Stewart Head, ora in Merlin che è ‘casualmente’ un prodotto BBC), l’allenatore/osservatore di Buffy.

    L’attore – a pochi giorni dalla notizia che probabilmente ci sarà un film su Buffy, anche se senza Whedon – ha rivelato che ci sono state delle discussioni tra lui e Joss Whedon per uno spinoff “inglese” dei Buffy l’Ammazza Vampiri, e che queste sono cominciate poco prima che Joss creasse Dollhouse.

    Ho presentato Joss a Julie Gardner, produttore esecutivo di Merlin per la BBC, ha spiegato Head lunedì scorso nel corso di una conferenza stampa volta alla promozione della serie che lo vede protagonista. È da molto che aspettiamo di mettere in piedi questo progetto, pieno di complicazioni visto che la Fox e i Kuzui possiedono i diritti di Buffy”.

    Originariamente il progetto era pensato come un prequel di Buffy, incentrato su un giovane Giles che- dopo aver invocato assieme ad alcuni amici un demone, Eyghon – si trova a fare i conti con l’omicidio, da parte del demone, di uno dei suoi amici. Insomma, un lato oscuro di Giles già fatto intravedere in qualche puntata di Buffy ma tutto da sviluppare.

    Successivamente si era parlato di una serie incentrata sui fantasmi, “ma poi il progetto si era evoluto di nuovo, diventando addirittura un tv movie con una storia bellissima, molto whedoniana. Avevamo ricominciato a parlare di fare una serie, ma ora Joss è impegnato con Dollhouse, anche se Ripper è ancora possibile e spero che un giorno riusciremo a realizzare qualcosa”.

    Ma cosa significa esattamente essere chiamato “Ripper” per Giles? L’attore ha spiegato di “non saperlo veramente, ma penso che si riferisca al lato oscuro di qualcuno che si scopre all’improvviso e che tu non pensavi potessi esistere. Giles è un uomo che ha ucciso un altro uomo, innocente, come ha fatto Faith – ma Faith era cattiva. Questo è il lato oscuro, questo è Ripper”.

    Immagine tratta da: fox.foxtv.it

    593

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI