Annozero torna sul caso De Magistris e fa traballare il Governo

Annozero torna sul caso De Magistris e fa traballare il Governo

Le esternazioni di Carolina Forleo sul Caso De Magistris ad Annozero

    Annozero torna sul caso De Magistris e fa traballare il Governo

    Ancora una puntata di fuoco per Annozero, che torna pesantemente, come annunciato, sul caso De Magistris e sull’inchiesta Why Not dopo aver di fatto scatenato il caso con la trasmissione del 4 ottobre.

    “Questa è la naturale prosecuzione di quella puntata, per questo sono qui”: esordisce così Clementina Forleo, gip di Milano intervenuta più volta a difesa del pm calabrese, dichiarando di aver denunciato ai Carabinieri ” i soggetti, istituzionali e non, che stanno cercando di delegittimarmi”. In alto il video della sua dichiarazione durante la trasmissione di Michele Santoro, tratto da Repubblica.tv.

    “Le vere pallottole non arrivano per posta” – dichiara il gip Forleo riferendosi a quelle recapitate a De Magistris e a Mastella negli scorsi giorni – “ma dai palazzi del potere“. E’ un fiume in piena, che travolge lo stesso Santoro e che scuote dal profondo le fondamenta della politica. Rispondendo alle molte critiche seguite alla sua esposizione mediatica afferma di essere “convinta che in momenti di forte crisi istituzionale i magistrati hanno il dovere di non essere prudenti, di non essere sobri, di non stare a casa a scrivere sentenze, di parlare e di esprimersi”. E ancora: “Si parla di magistratura quando essa tocca i poteri forti “quei fili dove c’è scritto chi tocca muore”. Rivela inoltre di aver denunciato i tentativi di delegittimazione e di intimidazione che ricevuti da parte di soggetti istituzionali, colleghi non del mio ufficio e forze dell’ordine, soprattutto per motivi di sicurezza.

    Aleggia in studio la pericolosa situazione del giudice scomodo, abbandonato dalle istituzioni, spesso prodromo di omicidi eccellenti, che accresce il senso di disagio nei confronti di un governo davvero traballante.
    Ma De Magistris, in apertura di puntata, ha tenuto a sottolineare che la sua non è una guerra al ministro della Giustizia Clemente Mastella o al Governo Prodi.

    E mette in evidenza le forti pressioni, venute da colleghi, amici e superiori, a non partecipare alla puntata di Annozero, per rispettare l’appello del Capo dello Stato ad abbassare i toni. “Rispetto sopra ogni cosa il Capo dello Stato e la Costituzione, che ho nel sangue, e non voglio alimentare un clima torbido (che può portare a risvolti violenti n.d.r.), ma sono amareggiato perchè in otto mesi mi sono state sottratte due inchieste importanti sulle quali ho passato giorni e notti”, rivendica De Magistris in collegamento dal suo studio. E aggiungiamo che si tratta di due inchieste, la Poseidon e la Why Not, che scavano sulla gestione dei finanziamenti europei in Calabria, avocate dalla Procura di Catanzaro in maniera, per molti se non per tutti, illegittima.
    Il caso continuerà a dominare la scena politica e mediatica, ne siamo certi. E ancora una volta avviene in diretta tv.

    579

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI