Annozero, senza Travaglio non si parte

Annozero, senza Travaglio non si parte

Michele Santoro è stato netto: "Senza Marco Travaglio Annozero non parte"

    Michele Santoro è stato netto: “Senza Marco Travaglio Annozero non parte“. E mancano meno di 48 ore all’inizio della nuova stagione del programma, previsto per giovedì 24 settembre. In alto la prima parte della conferenza stampa di questa mattina, messa a disposizione su YouTube.

    Conferenza stampa piuttosto agitata oggi per Annozero, al via il 24 settembre alle 21.00 su RaiDue, almeno sulla carta. Sì, perché allo stato attuale Marco Travaglio è ancora senza contratto e senza di lui non si va in onda. “Se non c’è Travaglio non c’è Annozero” ha detto categorico Michele Santoro, facendo chiaramente capire, perlatro, di non aver alcuna intenzione di far slittare il suo programma in attesa delle decisioni di Viale Mazzini.
    Travaglio ci sarà, insomma, con o senza contratto. E per Santoro la conferenza stampa è stata anche l’occasione per ricostruire la dinamica di queste ultime settimane: “E’ stata una partenza ad ostacoli, con i contratti firmati solo una settimana prima dell’inizio del programma e le troupe operative al completo solo tre giorni prima, in un programma che ha come core business l’inchiesta filmata” ha detto Santoro che ha poi iniziato una polemica con Massimo Liofredi, direttore di RaiDue, al centro della polemica contrattuale. Di fronte alle ragioni tecniche avanzate da Liofredi per giustificare i ritardi, Santoro è sbottato, dandogli del “bugiardo”: “E querelami se vuoi – ha aggiunto Santoro – ma non ti conviene“. Del resto Santoro evidenzia gli ottimi risultati del suo programma, che fa il 18% di share, si ripaga i costi della puntata e lascia all’Azienda 90-100.000 euro investiti per altre produzioni.
    “Nessuna querela” ha risposto Liofredi, che si è detto pronto ad “ospitare” il programma come ha fatto Antonio Marano; ma anche qui il nervo scoperto di Santoro è venuto fuori: “Ci ospita come i profughi, magari poi ci rimandate in Libia.

    Ma non mi sembra che i nostri numeri siano un dato da sopportare”.

    Insomma il clima è rovente e lo sarà ancora di più domani sera: il titolo della puntata (e annesso argomento) non poteva che essere ‘Farabutti‘, riprednendo l’invettiva fatta da Berlusconi nella prima puntata di Porta a Porta. Sotto esame la situazione della stampa in Italia, con copertina al fulmicotone di Travaglio sul caso Tarantino. Proprio Travaglio, in conferenza, si è detto mortificato dalla situazione creatasi: “Credevo di essere un buon giornalista, ho avuto la stima di grandi direttori con cui ho lavorato, a partire da Indro Montanelli, e adesso scopro che sono peggio di Vallanzasca“.
    La situazione è davvero rovente e di certo la messa in onda di Annozero non servirà a placare gli animi. Anzi. Di seguito la continuazione, integrale, della conferenza. Buona visione.







    718

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI