Annozero, scontro Masi-Santoro in diretta tv (video)

Annozero, scontro Masi-Santoro in diretta tv (video)

Mauro Masi telefona in diretta ad Annozero per dissociarsi dalla trasmissione; Santoro lo incalza chiedendo: "Dobbiamo sospendere il programma?"

    Inizio agitato per Annozero, che torna ad occuparsi del Caso Ruby: è bastata l’anteprima del programma per scatenare la reazione del dg Mauro Masi, che ha immediatamente telefonato per dissociarsi dall’impostazione della puntata, apertasi con alcuni stralci delle dichiarazioni rilasciate da Ruby, Lele Mora e altri testimoni interrogati in merito alle serate nelle residenze del presidente del Consiglio. “Se lei mi dice che la puntata è illegittima la sospendo ora, ma me lo deve dire adesso” dice Santoro e Masi risponde: “Io non sospendo nulla“. “Abbiamo capito che tipo di direttore è lei. Buonanotte” chiude Santoro. In alto il video dello scontro tra Masi e Santoro, di seguito il video dell’anteprima che ha agitato il dg della Rai.

    L’anteprima di Annozero del 27 gennaio 2011 si è aperta con una filippica di Michele Santoro contro l’assurda situazione che si sta creando in Rai e nell’informazione tv. “Se vado avanti altre due settimane così finirà che divento santo davvero, come dice Beppe Grillo. Ai politici è concesso tutto, anche entrare in uno studio e fare cacca sulla moquette, così come accettare un invito e poi tornare sui propri passi per intervento del partito e di proporti una persona che hanno deciso loro“. Il tutto nasce dal fatto che l’on. Cicchitto, che aveva accettato di partecipare, ha poi deciso di non presentarsi all’ultimo momento per intervento del PdL che ha ritenuto inopportuna la sua partecipazione.

    Torna poi sulla questione del ‘pubblico’ equilibrato, al quale chiede assoluto silenzio perché non vuole cedere al regolamento per cui anche la presenza in studio delle persone deve seguire una suddivisione per claque.

    Ricorda poi che in nessun Paese è concesso alla politica di intromettersi, magari offendendo il conduttore, come accaduto a Lerner lunedì scorso, o tentare di chiudere le trasmissioni scomode.
    Partono quindi i primi contributi video, incentrati su alcune delle dichiarazioni rilasciate da testimoni e indagati ai PM della Procura di Milano, e che vi proponiamo nel video in basso.



    Scatta immediata la telefonata di Mauro Masi: “Mi debbo dissociare e si dissocia l’azienda – dice il Dg – nella maniera più chiara, dal tipo di trasmissione che sta impostando, che è come quella impostata la settimana scorsa perché ad avviso mio e dei miei legali viola il codice di autoregolamentazione sulla trasmissione delle vicende giudiziarie”.
    Santoro, visibilmente innervosito dall’intervento di Masi – preoccupato di non avallare la trasmissione – ribatte a muso duro: “Ci sta dicendo di non fare la trasmissione? Si prende la responsabilità di fermare la trasmissione?” chiede Santoro, che in questo modo prova a ‘scaricare’ su Masi una responsabilità precisa, su cui si sarebbe scatenato il finimondo, o che più semplicemente spinge Masi a prendersi una responsabilità qualunque.

    “Io non interrompo la trasmissione” dice immediatamente Masi, incalzato quindi da Santoro: “Allora ritira quello che ha detto, che violiamo le regole?”. Fantastico dribbling del dg: “Ho sempre garantito che lei andasse in onda”. “Noi stiamo violando regole? Risponda!” insiste Santoro, trovando però di fronte un muro di gomma: “Non sono io che lo debbo dire” ribatte Masi. “Allora quello che ha detto finora cos’era?” continua Santoro, ricevendo da Masi l’ennesima dichiarazione di dissociazione. “Abbiamo capito com’è lei come direttore generale, buonanotte” chiosa Santoro, che prosegue così la trasmissione. In apertura il video.

    Tanto domani arriverà di certo una nota del CdA Rai, l’ennesima; nel frattempo Masi ha fatto davvero una pessima figura.

    605

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI