Annozero, puntata su Ruby e Berlusconi

da , il

    Annozero si tuffa sul caso Ruby, la (ex) minorenne che ha aperto lo scandalo ‘Bunga Bunga‘. L’Amore ai tempi di B. il titolo della puntata in onda stasera su RaiDue: ospiti Niccolò Ghedini, avvocato del premier e deputato PdL, Nunzia De Girolamo, deputata PdL, Antonio Di Pietro, leader dell’Italia dei Valori, Concita De Gregorio, direttrice de l’Unità e Paolo Mieli, presidente di Rcs. Mauro Masi starà sudando freddo?

    Faccio una vita terribile, ho orari disumani. Sono una persona giocosa, se ogni tanto sento il bisogno di una serata distensiva come terapia mentale per pulire il cervello da tutte le preoccupazioni, nessuno alla mia eta’ mi fara’ cambiare stile di vita del quale vado orgoglioso”: parte da queste recenti dichiarazioni del premier Silvio Berlusconi la puntata settimanale di Annozero, in onda stasera su RaiDue (fatto salvo qualche provvedimento in extremis del dg della Rai Mauro Masi, che di certo vivrà male la serata che si prepara), per addentrarsi nel nuovo scandalo politico-gossipparo che agita Governo e parlamento.

    Inutile ricostruire qui il caso di Ruby, la diciassettenne marocchina che lo scorso maggio è stata fermata dalla Polizia per una denuncia di furto presentata dalla sua coinquilina/tutrice brasiliana, cui la ragazza – vero nome Karima El Mahroug – era stata affidata dopo un ‘passaggio’ di garanzia, a quanto pare caldeggiato dallo stesso Berlusconi, attraverso il consigliere della Regione Lombardia Nicole Minetti, andata a recuperare la minorenne in Questura. Ora, tra le dichiarazioni della Procura di Milano, che ritiene che la procedura di rilascio e affidamento della minorenne (da qualche giorno maggiorenne) sia avvenuto secondo procedura, e la richiesta di chiarimenti da parte del Copasir (Comitato di controllo sui servizi segreti) al premier Silvio Berlusconi, anche in virtù di questi nuovi eventi, il caso diventa ogni giorno più complicato.

    Vedremo stasera cosa uscirà dalla puntata di Annozero, nel frattempo potete andarvi a rivedere la sintesi animata, in stile manga, che hanno fatto i cinesi del caso Bunga Bunga.