Annozero, polemiche sulla puntata con Morgan difeso da Celentano (video)

Annozero, polemiche sulla puntata con Morgan difeso da Celentano (video)

ha suscitato polemiche la puntata di ieri sera di Annozero dedicata al caso Morgan, difeso però da Adriano Celentano intervenuto al telefono

    Com’era facile da immaginare (e in fondo questo era l’obiettivo) la puntata di Annozero dedicata al caso Morgan ha suscitato (le solite) polemiche politiche. Carlo Giovanardi, sottosegretario responsabile del Dipartimento nazionale antidroga, ha scritto una lettera al presidente della Commissione di vigilanza della Rai, Sergio Zavoli, per denunciare la scandalosa e vergognosa trasmissione andata in onda ieri sera su Rai Due dove, secondo Giovanardi, si è fatto propaganda alla droga. Da Michele Santoro è intervenuto telefonicamente anche Adriano Celentano per difendere Morgan e attaccare il Festival di Sanremo: “l’anno prossimo per essere ammessi non ci sarà bisogno di essere dei cantanti” ha detto.

    La puntata di Annozero dedicata al caso Morgan, escluso dal Festival di Sanremo 2010 per via dell’intervista a Max in cui ha ammesso di fare uso quotidiano di crack, ha registrato ottimi ascolti: 4.564.000 spettatori e 19.22% di share. Ma come prevedibile ha acceso nuove polemiche (e anche questo è un successo).

    Morgan ha infatti negato ancora una volta di aver fatto apologia della droga ma nello stesso tempo ha ribadito il concetto che aveva suscitato più scalpore, e cioè che funziona come antidepressivo: “Non ho detto che la droga fa bene e chi si azzarda a dire questo non sa leggere, è un asino di natura. Ho detto che quando ho problemi di depressione credo che sia un ottimo antidepressivo. Tavor, Valium, Lexotan sono molto nocivi, non voglio dire se più o meno della cocaina: forse chi mi ha eliminato da Sanremo ne fa uso”.

    L’ex leader dei Bluvertigo si è preso pure il merito di aver tirato fuori “argomenti su cui ora si sta facendo dibattito. Sono stato allontanato, escluso, mi è stato impedito di fare il mio lavoro – ha detto –. Questi sono metodi sbagliati e medievali. La verità è che il sistema ha mangiato sopra questo dibattito che io ho creato”.



    Nel corso della puntata è poi intervenuto telefonicamente Adriano Celentano per esprimersi in sua difesa e contemporaneamente criticare il Festival di Sanremo: “Vista la partecipazione di Emanuele Filiberto l’anno prossimo per essere ammessi non ci sarà bisogno di essere dei cantanti, parteciperanno invece fattorini, autisti, imbianchini, cuochi”. Poi tra una pausa e l’altra si corregge e afferma che forse “non ci sarà più alcun festival di Sanremo”. Infine rivolgendosi a Morgan (che poi come annunciato ha cantato La Sera) ha detto: “In fondo la Rai con te è stata pure buona: ti hanno solo escluso da Sanremo, io pensavo che ti volessero fucilare…”.



    Le polemiche non si sono fatte attendere troppo.Il sottosegretario Carlo Giovanardi, responsabile del Dipartimento nazionale antidroga, ha infatti scritto una lettera a Sergio Zavoli, presidente della Commissione di vigilanza della Rai, per denunciare quanto andato in onda ieri sera su Rai Due nel programma di approfondimento di Michele Santoro: “È inutile che il dipartimento faccia politiche attive per la formazione e la prevenzione dell’uso di droghe. Che i Sert e le comunità siano impegnati al recupero di 150 mila ragazzi se poi, come ieri sera, nella trasmissione di Santoro assistiamo ad una sorta di fumeria d’oppio, di elogio della droga. La stessa cosa – ha affermato Giovanardi – si può dire della trasmissione di Chiambretti su una rete Mediaset. È come se di fronte ad un’epidemia, si incita la gente ad ammalarsi”.

    L’esponente del governo parla di “disinformazione ed inno alla droga” in una trasmissione che “ha dato rilievo ad un personaggio come Morgan e ad un filosofo da strapazzo, persone che danno messaggi contrari alle conoscenze scientifiche”. E per questo ha deciso di convocare il parlamentino del dipartimento con all’ordine del giorno proprio questo argomento.

    Critiche anche dall’Aiart, l’associazione dei telespettatori cattolici, che attraverso il presidente Luca Borgomeo ha dichiarato che “Annozero ha sbagliato nel continuare a presentare il consumo di droga come un antidepressivo, come un’usanza in voga tra molti giovani. Serve più accortezza nell`affrontare tali temi”, inoltre “riportare poi Morgan in tv ci sé sembrato superfluo. Probabilmente ha ottenuto più popolarità in questo modo che con le sue canzoni”.

    In difesa della trasmissione si è invece espresso il presidente dei deputati dell’Idv, Massimo Donadi, che ritiene che l’attacco di Giovanardi ad Annozero sia “strumentale ed ingiustificato e dimostra ancora una volta che il governo sulle droghe fa solo demagogia”.

    Michele Santoro invece preferisce non fare (altre) polemiche: “Non dico niente. Ogni commento è legittimo”. E intanto il suo programma è ancora una volta al centro dell’attenzione e sulla bocca di tutti, anche non occupandosi di temi strettamente politici.
    Vi lasciamo ai video della puntata. A voi i commenti.




























    1787

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI