Annozero parte dal caso Sandri per arrivare al G8 di Genova

Stasera ad Annozero si parla di forze dell'ordine, di Gabriele Sandri e del G( di Genova

da , il

    Annozero sul caso Sandri e G8

    Questa sera su RaiDue Michele Santoro, nel suo Annozero, si occupa degli “errori” delle forze dell’ordine e del suo rapporto con la società e lo fa partendo dal caso di Gabriele Sandri, il tifoso laziale ucciso da una pallottola esplosa per errore su un autogrill dell’aretino. Un modo per capire come si è passati dall’”Arrivano i nostri” all’“Attenti ai nostri”.

    E proprio “Attenti ai nostri” è il titolo della puntata di stasera, durante la quale, per la prima volta, si troveranno di fronte in uno studio televisivo il padre di Carlo Giuliani, morto negli scontri verificatisi durante il G8 del luglio 2001 a Genova, e Mario Placanica, il carabiniere che esplose il colpo mortale.

    Gli eventi che si verificarono per le strade del capoluogo genovese e soprattutto all’interno della scuola Diaz non sono mai stati chiariti, anzi nei giorni scorsi la politica non ha trovato un accordo per la costituzione di una Commissione parlamentare d’inchiesta per accertare le responsabilità di quanto accadde. E Michele Santoro parte proprio dal desiderio di verità espresso in questi giorni dal capo della Polizia, Manganelli, a proposito della morte di Gabriele Sandri (“Vogliamo la completa verità su quello che è successo”) per cercare una risposta, o forse meglio, per fare altre domande sul processo in corso per i fatti di Genova e sul perchè, tra indulti e prescrizioni, non siano stati puniti gli autori dei pestaggi alla scuola Diaz e alla caserma Bolzaneto.

    Nel video un servizio del Tg3 sulle dichiarazioni rilasciate dal vicequestore Michelangelo Fournier, che parlò di “macelleria messicana”, imputato con 28 colleghi dell’assalto alla Diaz.

    E’ prevista la presenza in studio di Cesare Salvi, presidente della Commissione Giustizia, di Ignazio La Russa, capogruppo dei deputati di AN, e di Vittorio Agnoletto, oltre agli ospiti fissi, Vauro e Marco Travaglio.