Aniene 2 – Molto rigore per nulla, il ritorno di Corrado Guzzanti domani su Sky Uno [FOTO]

Aniene 2 – Molto rigore per nulla, il ritorno di Corrado Guzzanti domani su Sky Uno [FOTO]

Corrado Guzzanti torna domani in tv: Aniene 2 - Molto rigore per nulla andrà in onda alle 21:10 su Sky Uno

    Corrado Guzzanti torna in tv: l’attesa è finita e alle 21:10 su Sky Uno domani il comico romano rivestirà i panni dell super eroe coatto Aniene, in Aniene 2 – Molto rigore per nulla. In uno speciale di un’ora Guzzanti analizzerà il mondo della satira post-berlusconiana con nuovi personaggi geniali: Lùco, il figlio del mitico Lorenzo o l’Alieno uno dei tanti che hanno invaso la nostra terra. Questo e molto altro domani in onda su Sky Uno. L’attesa è dunque finita e finalmente domani andrà in onda Aniene 2 – Molto rigore per nulla, un titolo che strizza un occhio a William Shakespeare e l’altro al rigore del governo tecnico di Mario Monti.

    Nuovi personaggi (l’Alieno, Rambo e Lùco) divisi fra il rigore montiano e i mostri che popolano la nostra quotidianità. Tutto ciò mentre la terra è stata invasa dagli alieni e il figlio dell’amatissimo Lorenzo, il ripetente per eccellenza. Disse questa volta ha inviato il figlio Aniene per aiutare gli umani ‘a diradare la fitta nebbia di incertezze‘. In Aniene 2, un approfondimento (comico) sulla satira post-berlusconiana dipinta come un moderno Rambo, irriducibile ancora lì a combattere la guerra in Vietnam.
    Andrà in onda dunque domani alle 21:10 Aniene 2, in esclusiva su Sky Uno, il one-man show di Corrado Guzzanti: il comico romano mescola abilmente vecchi e nuovi personaggi e riflette sull’Italia odierna. C’è, però, un grande assente: Mario Monti: ‘Se resta lì prometto di farlo‘, in realtà il personaggio era pronto, ‘Ma è saltato per una questione di tempi, il ritardo di consegna di una parrucca. Così poi non l’ho inserito‘. L’obiettivo di Aniene 2 è quello di ‘raccontare il momento attuale dell’Italia tra tasse e tagli in una situazione che sembra avvitarsi su se stessa‘, ha racconato Guzzanti in conferenza stampa.

    Prodotto da Sky Uno, in collaborazione con Ambra Group per la regia di Maurizio Cartolano. Nel cast, insieme a Guzzanti ci sono anche Massimo De Lorenzo, Lillo, Paola Minaccioni, Max Paiella e l’amichevole partecipazione di Marco Marzocca. Del vecchio show il comico romano ha recuperato Don Pizzarro e l’amato Tremonti: ‘Ci siamo divertiti molto a lavorare su questa produzione che è di lusso, visti i tempi lunghi.

    Mi piace curare i particolari, per questo ci metto molto. Questo ovviamente vuol dire magari non commentare la notizia del giorno ma comunque fare satira su un periodo. Non è che ci ho messo un anno a farlo, nel frattempo ho fatto anche altre cose. In questo caso sto cercando con Sky di dar vita a uno spettacolo più moderno, con più ritmo‘. Al comico romano non piacciono, infatti, gli show fiume in tv: ‘Lo dico più da spettatore che da collega. Mi sembra che ormai in televisione prevalga un tipo di show molto lungo, anche di tre ore, più simile a uno spettacolo teatrale, in cui si è perso il linguaggio specifico della tv e in cui a battute e sketch si alternano interviste a cantanti e attori. In questo senso mi sembra che solo ‘I soliti ignoti’ abbiano una libertà espressiva maggiore. Ma la mia, ripeto, non è una critica al collega. Parlo più da spettatore‘.

    Per questo forse non vedremo mai realizzato il sogno di un suo show più lungo di 60 minuti, Guzzanti critica anche la sorella Sabina: ‘In Un, due, tre stella c’erano molte cose belle, gliel’ho detto, tipo unire informazione e comicità, ma credo che non l’abbia aiutata fare un programma così lungo. Perché per me, ribadisco, uno spettacolo comico – che richiede molta attenzione da parte del pubblico – non dovrebbe durare più di un’ora, un’ora e mezza. Poi ci sono delle eccezioni, penso a Crozza ad esempio. Penso che se Sabina non fosse dovuta andare così lunga, forse sarebbe andata meglio a livello di ascolti‘.
    Guzzanti regala comunque un sogno ai suoi fan e non disdegnerebbe di partecipare come ospite a Zelig, anche se ammette di avere un po’ di difficoltà ‘a partecipare come ospite alle trasmissioni, mi prende una sorta di tristezza e mi chiedo: ‘Ma io che ci faccio qui?‘. In conferenza stampa ha anche accennato ai suoi progetti futuri (un romanzo e un film) e ha sottolineato che ‘gli spunti per la satira non mancano mai e prese le misure, potrebbe riuscire a fare più di una puntata all’anno di ‘Aniene‘. Fan del comico romano, incrociate le dita…

    792

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Corrado GuzzantiSkySky Uno

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI