Anger Management: Brian Austin Green assunto per rimpiazzare Selma Blair

Anger Management: Brian Austin Green assunto per rimpiazzare Selma Blair

Brian Austin Green è stato reclutato come series regular in Anger Management per sostituire Selma Blair

    Anger Management: Brian Austin Green assunto per rimpiazzare Selma Blair

    Brian Austin Green è stato reclutato dalla produzione di Anger Management come nuovo series regular della comedy di FX. L’attore ricoprirà quindi un ruolo da co-protagonista al fianco di Charlie Sheen e sarà una delle due nuove aggiunte importanti al cast. La seconda sarà di genere femminile e prenderà a tutti gli effetti il posto lasciato vuoto da Selma Blair.

    Brian Austin Green aveva già partecipato ad Anger Management in veste di guest star: era infatti comparso nel ruolo di Sean, il fidanzato di Jen (Shawnee Smith), cioè la ex moglie del personaggio interpretato da Charlie Sheen. L’attore tornerà in quella stessa veste ma la sua importanza nella serie tv verrà notevolmente accresciuta. L’attenzione si focalizzerà molto sul rapporto antagonistico tra Charlie (Sheen) e Sean e sarà tale rapporto a fornire diversi spunti narrativi. Il tutto fino a che non si inserirà un terzo anello all’interno della catena, ovvero la variabile femminile. I produttori sono infatti alla ricerca di un’attrice che sostituisca la Blair come protagonista della comedy. L’annuncio per il casting descrive il personaggio come una donna di età compresa tra 30 e 40 anni, splendida e sexy, dai tratti somatici caucasici o latino-americani. Anche lei svolgerà la professione di psichiatra e finirà inevitabilmente con l’invaghirsi di Charlie.
    Per una che va ce ne sono quindi due che arrivano e adesso si tratterà di scoprire quale sarà la donzella scelta per l’occasione. Nel frattempo i lavori proseguono, dato che restano da realizzare ancora 60 episodi.

    Aggiornamento del 28 giugno 2013 a cura di Valentina Proietti

    Anger Management: Selma Blair critica Charlie Sheen e viene licenziata dalla serie tv

    Anger Management: Selma Blair critica Charlie Sheen e viene licenziata dalla serie tv

    Una critica a Charlie Sheen è costata il posto a Selma Blair, licenziata da Anger Management nelle ultime ore. L’irascibile attore americano ne ha combinata un’altra delle sue e a farne le spese stavolta è stata la sua co-protagonista nella serie tv comedy prodotta da FX. I due hanno avuto un confronto molto acceso e la Blair ne è uscita totalmente sconfitta.

    Anger Management è una serie tv comedy basata sul film Terapia d’urto del 2003, con protagonisti Jack Nicholson e Adam Sandler. Charlie Sheen interpreta il terapeuta e la Blair ricopriva il ruolo di una sua collega, nonché partner di letto occasionale.

    I rapporti tra i due attori si erano fatti molto tesi nelle ultime settimane, a causa del comportamento non proprio impeccabile di Sheen. L’attore è noto per il carattere fumantino e il suo atteggiamento poco conciliante aveva già causato il licenziamento dalla comedy Due uomini e mezzo.
    A quanto pare, la situazione si è ripresentata anche sul set della nuova serie tv: Selma Blair si sarebbe infatti lamentata della scarsa professionalità del collega, reo di aver accumulato continui ritardi e di assumere toni e modi di fare poco cortesi.
    Per sfortuna della Blair, qualcuno ha riferito le critiche al diretto interessato, che è andato su tutte le furie. Secondo quanto riportato dal sito statunitense TMZ, Sheen avrebbe insultato l’attrice via SMS e posto un ultimatum alla produzione: o cacciavano lei, oppure se ne sarebbe andato lui.

    Dopo 24 ore di pettegolezzi e supposizioni, dai corridoi di FX è giunto il verdetto, con tanto di comunicato ufficiale:

    ‘Confermiamo che Selma Blair non parteciperà più ad Anger Management e le auguriamo ogni bene.’

    Charlie Sheen ha quindi avuto la meglio, riuscendo nell’intento di sbarazzarsi della collega. Quest’ultima si è limitata a commentare l’accaduto con un messaggio su Twitter, in cui ha ringraziato i propri fan per il sostegno.
    La produzione della comedy è attualmente in corso: il network ha ordinato complessivamente 100 episodi, di cui 60 ancora da realizzare. Il ruolo della Blair era di primo piano, ma gli adetti ai lavori hanno fatto sapere che ciò non rappresenterà un problema per la serie. Ben presto verrà infatti reclutata una sostituta, che faccia da co-protagonista insieme a Sheen.
    Con la speranza, ovviamente, che quest’ultimo la trovi di suo gradimento e che la poverina non abbia nulla da ridire nei suoi riguardi.

    755