Andy Comeau parla della sua esperienza in House MD

Andy Comeau parla della sua esperienza in House MD

Con l’uscita di scena (quantomeno, da quella principale) di Cameron, Chase e Foreman, la nuova stagione di House vede una competizione tra vari dottori per far parte dello staff del burbero ma geniale diagnosta

    andy comeau

    Con l’uscita di scena (quantomeno, da quella principale) di Cameron, Chase e Foreman, la nuova stagione di House vede una competizione tra vari dottori per far parte dello staff del burbero ma geniale diagnosta. Uno di questi dottori è Travis Brennan, interpretato da Andy Comeau, che in un’intervista ha detto la sua sulla nuova stagione di House e come è lavorare con Hugh Laurie.

    Va detto inanzitutto che Comeau è conscio che la sua sarà una partecipazione limitata, ma l’attore si è detto comunque “felice” di lavorare a fianco di un grande attore amato da pubblico e critica: “A volte lavori con gli attori e che ammiri, e tendi a vederli filtrati dal lavoro che fanno. Hugh è invece l’eccezione, perché – al contrario di House – è veramente simpatico, gradevole, accessibile…molto simpatico, insomma”. Comeau ha anche ammesso di non essere un grande fan di House (almeno prima di parteciparvi, ndr) e che era “scettico” su questa “competizione tra dottori che cercano lavoro“, mentre per quanto riguarda le riprese vere e proprie “seppure qualcuno di noi ha dimestichezza con la medicina, nello show questa si fa assai complicata, e i dottori che aiutano gli sceneggiatori spesso ci registrano i dialoghi affinché possiamo riascoltarli se abbiamo difficoltà: credetemi, quello che sullo schermo passa in un minuto, termini come amiloidosi, richiedono metri su metri di girato”.

    PS avremmo volentieri parlato di quello che corriere.it ha fatto diventare un mezzo caso diplomatico (Hugh Laurie che dagli schermi della Fox, network di simpatie repubblicane, dichiara “Michael Moore aveva ragione” – riferimento a Sicko, ndr – ordinando “stanze private e costosi esami diagnostici per tutti questi pazienti” – tutti senza assicurazione sanitaria), se non fosse, appunto, che in America conoscono House e le sue battute meglio di corriere.it e la cosa è passata del tutto inosservata.

    Per chi fosse interessato, comunque, minuto 2,36 – 2,48 del video postato qui sotto.

    432

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI