Andrea Delogu a Televisionando: ‘Dance Dance Dance e poi la seconda stagione di Parla Con Lei’ [INTERVISTA]

Dopo Sarà Sanremo, la conduttrice torna in TV per il talent show in onda su FOX

da , il

    Andrea Delogu a Televisionando: ‘Dance Dance Dance e poi la seconda stagione di Parla Con Lei’ [INTERVISTA]

    Il 21 dicembre 2016 debutta su FoxLife Dance Dance Dance e Andrea Delogu, insieme a Diego Passoni, sarà la conduttrice del nuovo dancing show in onda per dodici puntate ogni mercoledì in prima serata. A Dance Dance Dance la Delogu sarà la padrona di casa, ma non è escluso che si cimenti anche in balli sfrenati. Il programma, infatti, prevede la partecipazione di sei coppie alle prese con coreografie tratte da videoclip musicali o film cult; a giudicare i concorrenti in gara la giuria, composta da Luca Tommassini, Vanessa Incontrada e Timor Steffens.

    Eclettica, ironica, versatile, giovane ma dalla lunga gavetta, Andrea Delogu è sicuramente uno dei personaggi televisivi in ascesa. Da Stracult a Parla con lei, da Sarà Sanremo a Dance Dance Dance, è uno dei nuovi volti del piccolo schermo. Televisionando l’ha intervista in vista della prima puntata di Dance Dance Dance.

    Qual è il livello del cast di Dance Dance Dance?

    I concorrenti sono cresciuti molto. Si allenano da tre mesi e Diego ed io non vogliamo fare i giullari della situazione, quindi abbiamo studiato. Lui era avvantaggiato, io un po’ meno. Quando abbiamo cominciato a lavorare al programma, alcuni sbagliavano i passi e ci rimanevano male; pensavo che fossero esagerati. Poi ho capito cosa vuol dire mettere a repentaglio una performance fatta di altri ballerini: ti senti in colpa perché è una macchina che funziona e devi andare avanti.

    Ci saranno sorprese non ancora annunciate?

    Non posso dire nulla, tutto top secret.

    Tra le coppie chi riserverà grandi soddisfazioni?

    In realtà un po’ tutte. Inaspettatamente si stanno sciogliendo dei cubi di ghiaccio, stanno succedendo alcune cose.

    Si cimenterà in qualche balletto insieme a Diego Passoni?

    Certo, l’ho preteso! Quando abbiamo cominciato a provare, i nostri balletti non erano in scaletta e mi sono offesa (ride, ndr). ‘Non credete proprio in me?’, ho detto. Ho fatto per tanti anni la cubista a Rimini, poi la vocalist e quando cresci in discoteca sei convinta di essere una ballerina. Ovviamente non è vero, ma ho detto ‘Fatemi provare!’. Ho sofferto tantissimo anche se la soddisfazione più grande è arrivata quando mi hanno fatto provare con un body di paillettes e piume. Uno dei produttori mi ha chiesto se me la sentissi, tra un po’ mi mettevo a piangere dalla emozione!

    Ci saranno delle guest star?

    Più di così non potevamo fare. Ci saranno, però, compagni celebri che andranno a trovare i concorrenti.

    Se potesse decidere di interpretare una coreografia, quale sceglierebbe?

    Jenny from the block.

    Dance Dance Dance arriva dopo la prima conduzione su Fox con Parla Con Lei. Com’è andata e come andrà?

    Ufficiosamente mi è stato detto che, essendo andata inaspettatamente molto bene poiché gli ascolti sono stati alti, ci sarà una seconda stagione. Non so quando inizieremo, ma dovrebbe esserci una seconda edizione.

    Era in giuria a Sarà Sanremo. Un commento sulla eliminazione de La Rua, seguita da accese polemiche.

    Sono molto felice perché se tutta la discografia fosse così, con un gruppo di persone che ti ama così tanto, non ci sarebbe la crisi. Purtroppo, quando devi scegliere tra tre artisti su cui puoi andare soltanto a gusto perché avevano tutti tre brani forti, diventa una scelta obbligata. In seguito alle polemiche, ho risposto ad alcuni fan de La Rua e mi fa piacere che Carlo Conti abbia promesso in diretta televisiva che saranno premiati; Carlo è un uomo di parola e sono certa che sarà così. Comunque stare in giuria è un rischio fortissimo.

    Conduce Stracult su Rai 2, I Sociopatici su Radio 2, Parla Con Lei e Dance Dance Dance su Fox. Cosa si aspetta e dove vorrebbe arrivare?

    Sto capendo che basta cercare di essere onesti con se stessi e fare dei programmi aderenti a quello che si vuole fare. A volte ho fatto delle scelte non oculate perché, non essendo abituata a essere cercata, all’inizio ho accettato tutto ed è sbagliato. Mi si è notata due anni fa, anche se faccio questo lavoro da quando avevo 17 anni. Ho studiato cinema e conduco un programma di cinema; del ballo non ne parliamo perché chi non ha sognato, almeno una volta, di essere la protagonista di Dirty Dancing?!; infine, ho condotto un programma che punta sull’emotività. Arrivata a questo punto, non saprei dire cosa voglio fare perché quello che sto facendo mi piace, mi sto divertendo tanto e cerco di fare bene per evitare di bruciare questa possibilità. Ho 34 anni e non so se ce ne sarà un’altra.

    Dopo la prima serata su FOX, arriverà la prima serata anche su Rai 1?

    Ho fatto Sarà Sanremo, non c’è nessuna proposta. Intanto ho questa prima serata su Fox e spero che vada bene.