Anche Pinkville di Oliver Stone posposto causa sciopero

né Stone né Mikko Alanne possono infatti sceneggiare il film incentrato sul massacro di My Lai (entrambi fanno parte della WGA)

da , il

    oliver stone

    Gli sceneggiatori e gli studiosi riprenderanno le trattative la prossima settimana, e se i palinsesti televisivi hanno risentito subito dello sciopero, adesso anche Hollywood comincia a posticipare i film.

    Abbiamo già parlato di “Angeli e Demoni”, la cui sceneggiatura è pronta ma da rifinire: e visto che lo sceneggiatore Akiva Goldsman è entrato in sciopero, le riprese sono state posposte e così pure la data: da Natale 2008, il film uscirà a maggio 2009. Con un comunicato stampa, la Sony fa sapere che “Seppure la sceneggiatura ci sembra ‘forte’, non crediamo che la produzione di un film così importante vada fatta in questo momento. In ogni caso, siamo sicuri che non ci saranno altri film che verranno posticipati a causa dello sciopero”. La certezza della Sony fa però a pugni con il ‘dramma’ della United Artists, costretta a rimandare ad libitum le riprese di Pinkville: né Stone né Mikko Alanne possono infatti sceneggiare il film incentrato sul massacro di My Lai (entrambi fanno parte della WGA). Stone, inoltre, è un regista noto per i cambi di sceneggiatura in corsa, e quindi le riprese non sono fattibili sotto sciopero: le riprese saranno particolarmente travagliate perché, se non verranno fatte al più presto, potrebbero scontrarsi con il semi-annunciato sciopero ad opera della Directors Guild of America e della Screen Actors Guild, il cui contratto scade a giugno prossimo. E se la Sony può consolarsi per il fatto che né il regista Ron Howard né Tom Hanks hanno altri progetti in atto, Willis, che in Pinkville sarà William R. Peers (il generale che ha investigato sul massacro, ndr), a febbraio comincerà le riprese di “The Surrogates”, film diretto da Jonathan Mostow di cui sarà il protagonista.