Anche Bionic Woman vittima della legge degli ascolti

Anche Bionic Woman vittima della legge degli ascolti

lo sciopero degli sceneggiatori, e il drammatico calo negli ascolti delle ultime settimane, hanno spinto la NBC a cancellare - dopo Journeyman - anche Bionic Woman, serie remake dell’omonima serie tv andata in onda negli anni ‘70

    BIONIC woman

    Ciao ciao Bionic Woman: lo sciopero degli sceneggiatori, e il drammatico calo negli ascolti delle ultime settimane, hanno spinto la NBC a cancellare – dopo Journeyman – anche Bionic Woman, remake dell’omonima serie tv andata in onda negli anni ’70.

    Come avevamo scritto, il pilot della serie con protagonista l’inglese Michelle Ryan aveva raggiunto ascolti pari a 13.9 milioni di telespettatori, crollando a 5.9 con l’ottavo. Secondo il sito Hollyscoop, una fonte vicina al cast del telefilm ha dichiarato in un’intervista: “È una notizia devastante per tutti gli attori…amavano recitare nel telefilm. Credo che Michelle sarà molto contrariata, visto che attendeva quest’occasione da una vita!”. Che la serie fosse a rischio, lo si capiva dalle parole l’altra donna Bionica, Katee Sackhoff, che aveva spiegato (in un’intervista in verità piena di speranza) come l’undicesimo episodio della serie, ultimo della stagione, avrebbe potuto funzionare anche da finale vero e proprio.

    Bionic Woman non è il solo show della tv americana la cui produzione è stata ‘affondata’ a Vancouver (dove, incrociate le dita, girano anche il sequel di X Files): tra le serie minacciate dallo sciopero c’è anche Battlestar Galactica, Aliens in America, Reaper, Supernatural, Men in Trees e Smallville, tutte produzioni in cui peraltro sono impiegati tra i 100 e i 200 canadesi

    304

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI