Ana Laura Ribas: l’Isola? Cambiano i personaggi ma è sempre uguale

Ana Laura Ribas: l’Isola? Cambiano i personaggi ma è sempre uguale

Ana Laura Ribas ha commentato negativamente la settima edizione dell'Isola dei Famosi: cambiano i personaggi ma il reality è sempre uguale

    Ana Laura Ribas, Isola dei famosi

    La settima edizione dell’Isola dei Famosi? Un po’ noiosa, ma meno rispetto a quella del 2009. Parola di Ana Laura Ribas, naufraga della seconda edizione del reality show di Rai Due condotto da Simona Ventura, che sulle pagine di Vivo ha commentato negativamente l’edizione conclusasi con la vittoria di Daniele Battaglia. A dire il vero non è l’unica a pensarlo (più volte si è sottolineata la mancanza di verve dell’Isola 7 complice un cast non proprio eccellente) ma Ana Laura non ha problemi a dichiararlo anche se potrebbe sembrare che sputa nel piatto dove ha mangiato. Per la Ribas doveva vincere Sandra Milo, anche se alla fine la sua vittoria sarebbe risultata scontata. E almeno così per fortuna non è stato.

    Ho trovato più noiosa quella dell’anno scorso. È la settima edizione, d’altra parte. Anche se cambi i personaggi, il contesto rimane sempre lo stessoha dichiarato a Vivo Ana Laura Ribas –. Il reality è cambiato tantissimo. Quella a cui ho partecipato io è stata definita dalla Rai l’edizione più bella, divertente, emozionante e piena di colpi di scena”. Per la cronaca sta parlando della seconda edizione che vide protagoniste soprattutto le donne, con l’accapigliamento tra Aida Yespica e Antonella Elia, ma che alla fine vide trionfare l’uomo solitario Sergio Muniz.

    La Ribas comunque riconosce che l’Isola di SuperSimo permette a molti personaggi del mondo dello spettacolo, lei compresa, di rilanciare la propria carriera e di guadagnare un po’ di soldini: “Partecipando al reality ho rispolverato la mia immagine, ho ricominciato a lavorare e grazie all’Isola non ho più smesso. Nella mia edizione le trame, il voler apparire a tutti i costi non erano così evidenti – ha spiegato al settimanale –. Oggi le persone partecipano ai reality perché poi riescono a guadagnare qualche soldino. Altro che parlare male dei reality”.

    E infatti l’ex naufraga grazie al programma di Rai Due si è rilanciata, ma come conduttrice radiofonica di Rtl 102.5 perché la televisione “è cambiata.

    Una volta ci voleva un po’ di preparazione, oggi vengono riciclate persone che non hanno niente da dire e da dare. Ora, dopo che hai fatto il reality, la spalla o la valletta diventi un personaggio – ha aggiunto –. Forse è questo l’errore: trasformare in personaggio chi non è ancora pronto per diventarlo”. E su questo non le si può assolutamente dare torto.

    Per quanto riguarda i naufraghi dell’Isola dei Famosi 7 la Ribas è stata incuriosita da Davide Di Porto, Nina Senicar e Federico Mastrostefano, mentre non è rimasta molto colpita da Aldo Busi (eletto “naufrago ideale” durante il galà) che ritiene essere stato “il personaggio più scontato”: “Era stato chiamato per fare spettacolo, così ha fatto e poi se n’è andato come previsto. Non mi ha stupito né incuriosito”. Ma la sua vincitrice morale è Sandra Milo: “Per me ha vinto lei, come essere umano e come personaggio. La sua vittoria, quella di una signora di una certa età che sopravvive fino alla fine, sarebbe stata scontata, come del resto lo sono state le ultime. Sergio Muniz ha vinto perché era rimasto da solo sull’ultima spiaggia, Manuela Villa per la sua storia e Vladimir Luxuria per ovvi motivi”. Decisamente critica la Ribas, non trovate?

    612

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE