Amici, vincono i Bianchi ed esce Marina, ultima in classifica

Amici, vincono i Bianchi ed esce Marina, ultima in classifica

da , il

    George Iancu e Carla Fracci

    Si è svolta ieri sera la prima puntata serale di Amici, il talent show di Maria De Filippi giunto alla settima edizione. Otto le prove su cui le squadre dei Bianchi e dei Blu si sono dovuti fronteggiare e che hanno visto alla fine trionfare i Bianchi per volere del pubblico a casa. Esce Marina, ultima in classifica. Feroce il giudizio dell’ospite George Iancu nei confronti di Susy, esibitasi nel passo a due di classico: “E’ un offesa per la danza“. Un sottotitolo per la puntata? Fiumi di parole, e di lacrime. Restando in tema di reality vi ricordiamo che stasera su Televisionando ci sarà la consueta blogcronaca del Grande Fratello 8, a partire dalle 21.30.

    Tante parole, pochi i fatti nonostante le otto prove che sono però state contornate da fiumi di parole, talvolta a sproposito da parte dei docenti e degli ospiti. Opinionista di ruolo Platinette, particolarmente morbida in questa prima puntata in cui l’emozione dei ragazzi si è fatta sentire e per i quali Platinette ha avuto comunque una parola buona. Del resto la parte del “cattivo” è stata perfettamente interpretata da George Iancu, già grande ballerino classico ora coreografo per i maggiori balletti del mondo, non per caso seduto accanto ad Alessandra Celentano. In basso una sua foto con Carla Fracci.

    George Iancu e Carla Fracci

    Bene, gli va dato atto di aver acceso la puntata al di là delle già note polemiche che oppongono Alessandra e Susy (con Giulia), prontamente difese da Garrison, pienamente di parte, e Steve, con maggiore obiettività. Il maestro Iancu ha commentato l’esibizione di Susy nel passo a due di classico “inguardabile, un’offesa alla danza“. Parole durissime per una ragazzina, che deve anche sentirsi dire che “ha un visino molto bello, al massimo può fare la cubista“.

    Apriti cielo, scatta Garrison come un molla, ma la rabbia non riesce a fargli dire niente di troppo compiuto. La risposta migliore resta quella di Steve, che si rivolge al maestro dicendogli. “E’ lei che sta offendendo. Come si permette!” Dal nostro punto di vista Steve ha ragione, Iancu ha finito per sommergere Susy di offese gratuite. Avrebbe potuto “serenamente” farla a pezzi, motivi tecnici ed artistici per gli occhi di un grande ballerino di danza classica ce n’erano a iosa, senza però scadere un una sequela di giudizi secchi e davvero pesanti per una ragazza scelta per un programma tv che ha dovuto affrontare una coreografia difficile, considerata la sua totale mancanza di preparazione classica. Cosa che Maria De Filippi fa prontamente notare, con una “piccola” accusa nei confronti della maestra Celentano, colpevole di montare le proprie coreografie senza alcuna attenzione verso coloro che dovranno eseguirla, ma pensando esclusivamente al fatto che verrà dimostrata al pubblico da ballerini del calibro di Anbeta e Josè, giudicati dallo stesso Iancu dei fuoriclasse.

    Va dato merito a Susy di aver saputo reggere, con grinta e determinazione: le lacrime sono scese, certo, ma è comprensibile. Come si fa a non piangere di rabbia quando vieni attaccato ex abrupto e sai di non poterti adeguatamente difendere. La ragazza, però, ha reagito, ha ballato con grinta nelle altre prove raccogliendo il plauso del pubblico e dei docenti. “Io voglio imparare, voglio fare le prese e i passi a due di Alessandra e ce la metterò tutta“, ha detto Susy. Per lei la strada è in salita, ma non si può non lodare il suo coraggio.

    Ben tre le prove in cui si è dovuta esibire, considerato che Antonino, terzo ballerino della squadra dei Bianchi, è stato tenuto in panchina. Susy, infatti, ha ballato con Josè sulla coreografia di Garrison ispirata al tango (sulle note di un grande classico del tango moderno, Libertango di Astor Piazzolla) e poi con Giulia nel pezzo di Steve, per il quale le due ragazze hanno coperto ruoli pensati per degli interpreti maschili. Indubbiamente dimostra di volercela mettere tutta, senza scuse e senza attenuanti.

    A questo punto richiediamo in sala la presenza di Ennio Morricone o di un grande compositore/musicista a giudicare le prove dei cantanti, altro campo su cui si consumano interminabili discussioni senza uscita. Grazia Di Michele e Luca Jurman restano arroccati sulle proprie posizioni, didattiche e filosofiche, in materia di canto, musica, di concetto d’arte, di interpretazione e via dicendo. Il miglior argomento di discussione resta Marco, anche lui esibitosi ieri sera su tre pezzi: in ordine di apparizione nel duetto con Cassandra su Si tu no vuelves e in assolo con Wonderful Life e Più bella cosa, oltre a ricoprire il ruolo di protagonista nella prova musical, ovvero la parte di Danny in Grease. Forse proprio quest’ultima esibizione è stata la più convincente: in parte, concentrato, con lo sguardo vivo, quello che spesso manca nelle sue esibizioni apparentemente sempre forzate.

    Ma per dare un’idea di quello che si è mosso intorno a Marco rivediamo il suo duetto con Cassandra e i giudizi dei maestri.

    Pochi commenti da fare, il video parla da sè. Se questi sono stati i due grandi nodi della serata, per il resto la gara si è svolta come al solito, secondo uno schema talmente definito da far includere il serale di Amici nel novero delle “messe cantate“. Annuncio prova, eventuale dimostrazione in caso di coreografia, primo allievo, rvm con le cattiverie dei compagni prima o dopo la sua esibizione, rispostina a tono, giudizio dei docenti, secondo allievo, rvm con le cattiverie dei compagni prima o dopo la sua esibizione, rispostina a tono, giudizio dei docenti, carte, selezione della prova successiva e così via.

    Secondo questa scaletta si sono svolte le prove, che potete “rivivere” leggendo la blogronaca della prima puntata, e che andiamo sinteticamente ad elencare di seguito:

    1) canto su Left Outside Alone, Anastacia: Maria Luigia (Blu), Roberta (Bianchi);

    2) ballo, passo a due di Garrison (Libertango): Susy (Bianchi), Francesco (Blu);

    3) canto, duetto Si tu no Vuelves, Miguel Bosè e Shakira: Cassandra e Marco (Blu), Roberta e Giuseppe (Bianchi);

    4) ballo, passo a due di Alessandra Celentano: Susy (Bianchi), Francesco (Blu);

    5) canto, Wonderful Life. Marco (Blu), Simonetta (Bianchi);

    6) ballo, coreografia di Steve: Susy e Giulia (Bianchi), Gennaro e Francesco (Blu);

    7) musical: Grease (Blu), Flashdance (Bianchi);

    8) canto, Più bella cosa, Eros Ramazzotti: Marco (Blu), Giuseppe (Bianchi).

    Alla fine delle prove le carte hanno dato la vittoria ai Bianchi con il 64% delle preferenze da parte del pubblico. Sta a loro quindi scegliere chi eliminare della squadra avversaria: se il prescelto è nelle prime sei posizioni è automaticamente salvato dal pubblico, altrimenti deve superare il giudizio della commissione che può tenerlo nella scuola a maggioranza.

    I Bianchi sono costretti, di fatto, a nominare tutta la squadra dei Blu, salvata a turno o dal pubblico o dalla commissione. Di seguito la sequenza delle loro nomination:

    1) Marta, decima in classifica, salvata dalla commissione;

    2) Gennaro, tredicesimo, salvato dalla commissione;

    3) Maria Luigia, nona, salvata dalla commissione;

    4) Cassandra, quarta, salvata dalla classifica;

    5) Francesco, sesto, salvato dalla classifica;

    6) Marco, primo, salvato dalla classifica.

    Nel video in basso il percorso delle nomination.

    Resta solo Marina: va dato atto ai Bianchi di non averla nominata, in pratica hanno provato ad eliminare tutti, ma alla fine essendo rimasta solo lei ed essendo ultima in classifica non aveva comunque chance di “sopravvivenza”. Grandi pianti di Marina, che, povera, era davvero la più completa della classe. Sono sempre i migliori che se ne vanno, non c’è che dire. Ma per lei il palcoscenico è gia pronto, come sostengono Patrick e Platinette. Avrà sicuramente chanche fuori dalla scuola e le auguriamo tutto il meglio.