Amici, vince il Sole. Nuova sigla di Gigi D’Alessio

Amici, vince il Sole. Nuova sigla di Gigi D’Alessio

Prima sfida interna vinta dalla Luna

    La prima sfida tra gli Amici del Sole e della Luna viene vinta dal Sole, ma bisogna aspettare domani per sapere chi andrà in sfida tra Leonardo Maki Monteiro e Valerio, indicati dai compagni nella puntata di ieri. Rimandata a domani anche la sentenza sulla messa in discussione dei banchi di Adriano Bettinellie Francesca Maiozzi, chiesta da Alessandra Celentano, mentre Domenico Primotici, anch’egli in discussione, si salva con l’aiuto di Steve. Ma la puntata si apre con una bella lite tra le due primedonne dell’anno, la solita Alessandra e l’ormai sdoganata Maura.

    Nonostante la puntata sia registrata, il gioco del cliffhanger continua ad essere la cifra dello speciale di Amici. Poco importa che sia stato spostato dal sabato alla domenica, il meccanismo resta identico: per scoprire la prima sfida esterna, la classifica di gradimento e la sorte di Francesca e Adriano bisogna aspettare la striscia quotidiana del pomeriggio feriale.
    Procedendo (lo diciamo già) in ordine sparso, la puntata si apre con una precisa richiesta di Maura, togliere un banco di danza classica, per la precisione quello di Serena Carassai, per far entrare un ballerino di Hip Hop. Si sa che è dal primo giorno che Maura si lamenta di non avere un allievo tutto suo, ma la proposta viene bocciata dalla commissione, che salva così Serena e Carlo De Martino, i due allievi della Celentano.

    Ma Alessandra, non contenta, cerca una soluzione tutta sua alla ‘crisi’ di Maura: propone, infatti, di mettere in discussione il banco di Adriano Bettinelli a meno che non scelga ‘spontaneamente’ di cambiare categoria. Il ragazzo, ora arruolato tra le fila della Luna, si è presentato ai provini per danza Jazz ed è stato accolto nella scuola sotto questa etichetta. Ma per Alessandra è inadatto alla danza Jazz, mentre ha ottime possibilità nell’Hip Hop, dove effettivamente presenta una bella prova. Ma il punto è un altro: di fattto Adriano è l’ennesima ‘vittima’ di una disputa tra prof: come ben sintetizza Maria, la proposta di Alessandra nasconde, neanche tanto veletamente, una critica ai suoi colleghi che non hanno capito le reali potenzialità del ragazzo, inserendolo in una categoria inadatta. Nasce inevitabile discussione sulla presunzione di Alessandra, che crede di sapere tutto meglio degli altri, e così Adriano, forte dell’appoggio degli altri maestri di danza, rifiuta il passaggio. Azione che mette ufficialmente in discussione il suo banco e sulla quale è chiamata a giudicare l’intera commissione. Perchè un ragazzo abbandoni la scuola dev’esserci l’unanimità dei docenti: facile immaginare che Adriano non andrà via.

    Anche Francesca Maiozzi è nel mirino di Alessandra Celentano: secondo lei la ragazza non ha grinta, non ha tecnica, nonostante i 14 anni di danza alle spalle. La ragazza ammette i suoi limiti e la sua posizione è deicsamente più a rischio, ma sapremo cosa succederà solo domani, o forse martedì.
    Si salva, invece, Domenico Primotici. Il giudizio di Alessandra su di lui è senz’appello: non ha fisico (è basso), non ha tecnica, non ha movimento, non ha musicalità, non ha disciplina. In breve c’è la fila fuori di candidati più adatti di lui ad occupare un banco di danza. Per convincere i professori, Alessandra, con la complicità della regia, manda una serie di rvm nelle quali si documentano nel dettaglio i limiti dell’allievo. Se Maura, seppellita per un momento l’ascia di guerra, le dà ragione appoggiando la sua richiesta di espulsione, interviene subito Steve, chiedendo due settimane al ragazzo per svegliarsi e capire che deve fare di più se vuole restare dentro. Giudizio sospeso, quindi, e seconda chance per Domenico che in queste due settimane dovrà convincere i docenti delle sue qualità. In effetti questi ragazzi commettono tutti un po’ lo stesso errore: credono che la maglietta di Amici sia un indiscutibile bollino di qualità. Non hanno capito che ormai da anni non si punta sull’eccellenza ma sulle potenzialità, ancor più che sul talento, peraltro con casting che non prevedono l’unanimità della commissione. Sono proprio i soggetti deboli a dare ‘spessore’ alla trasmissione, come ben dimostra il caso Marco Carta. Essere dentro non è quindi per forza un vanto: non è difficile immaginare che fuori ci siano ragazzi ‘troppo’ bravi per quella scuola, troppo preparati e troppo talentuosi, che rischierebbero di ‘azzerare’ la competizione.

    I fuoriclasse non solo stancano, ma rischiano di ‘bruciare’ la gara: meglio puntare alla ‘mediocritas’.

    Ricapitolando la gara, invece, il Sole ha battuto la Luna per 3 a 1 su un totale di cinque prove. Novità dell’anno la Prova Jolly: ogni squadra ha la possibilità di giocare un Jolly, ovvero schierare un allievo che si esibisce in tutt’altra disciplina rispetto a quella prevista, nel caso in cui la prova sia considerata particolarmente sfavorevole. E’ la commissione, però, a decidere se la proposta può essere accettata. I primi che cercano di servirsene sono quelli della Luna: dopo la prima prova (canto) finita in parità tra Francesco De Nicola (Luna) e Jacopo Di Stefano(Sole) viene pattata, la seconda prevede il passo a due di Steve che vede per il sole schierati Alice Bellagamba e Gianluca Lanzillotta. Contro di loro dovrebbero scendere in campo Andreina Caracciolo e Leo Monteiro: la Luna, però, conscia dei suoi limiti, chiede di esibirsi con la prova Jolly, una prova di canto corale che però la commissione rifiuta. All’origine della decisione una valutazione tecnica di Gabriella Scalise che ha ritenuto prematuro far cantare in un’esibizione Leonardo Maki Monteiro, ballerino. Costretti quindi ad esibirsi Andreina e Leo, facilmente sconfitti dalla coppia avversaria.
    Sulla terza prova, assolo di Maura, è il Sole a giocarsi il Jolly contro il bravo Adriano che si trova a scontrarsi con la davvero talentuosa (e forse già troppo sicura di sè) Silvia Olari che canta accompagnandosi al piano Emozioni di Battisti. Sfiora l’en plein, con la sola opposizione di Garrison, Maura ed Alessandra: non si capisce, infatti, come sia possibile valutare il più bravo su due prove completamente diverse.
    La quarta prova riguarda i cantautori e viene vinta dal più fresco e sicuro Mario Nunziante, che cantala sua Domani, mentre la quinta, danza classica, viene vinta da Carlo De Martino su Serena Carassai.

    I probabili sfidanti sono, dunque, Leonardo (danza) o Valerio Scanu(Canto) scelti nella puntata del sabato. Un appuntamento a porte chiuse, che però rende più trasparenti i meccanismi della scelta dei possibili sfidanti, anche se si inserisce un elemento di ‘cattiveria’ (o se si vuole di strategia) con l’ultima parola lasciata alla squadra. Per chi non ha visto la puntata di ieri provvediamo ad una rapida sintesi: si esibiscono tutti gli allievi, la commissione segnala coloro che a proprio avviso devono essere messi in sfida (per i motivi più vari che vanno dalla necessità di ritrovare nei ragazzi la motivazione o di scuoterli dallo choc della tv) dopo di che tocca ai compagni di squadra decidere in una rosa di quattro (due per categoria) chi deve andare eventualmente in sfida. Il Sole aveva indicato, non senza qualche polemica, Gianluca Lanzillotta (il borioso) e Alessandra Amoroso; la Luna Valerio e Leonardo. Data la sconfitta della Luna sarà proprio uno di loro (o forse tutti e due) a dover affrontare una sfida esterna.

    Da segnalare anche l’ospitata di Gigi D’Alessio, che ha presentato la nuova sigla di Amici, Giorni, nel video in alto.
    Ci sia concessa un’ultima notazione: non ci dispiace il clima più distaccato data dalla registrazione delle puntate, sia in quella del sabato, senza pubblico, sia in quella della domenica. Soprattutto il sabato si torna a guardare i ragazzi, le loro esibizioni e i giudizi dei docenti, senza tanta condiscendenza a polemiche e discussioni. Idem per la puntata domenicale: polemiche sì, ma troncate dal montaggio per esigenze di tempo. A noi la cosa piace. A voi?

    1458