Amici non svela la classifica di gradimento

Amici non svela la classifica di gradimento

Amici, puntata interlucutoria in attesa di scoprire i 14 finalisti che accedono al serale

    Puntata di Amici davvero inutile questo pomeriggio: per aumentare la suspense legata alla lettura della classifica di gradimento chiusa da Maria in diretta, viene attivato un incomprensibile meccanismo che confonde i ragazzi e finisce per non far leggere la classifica di gradimento che determina i 14 finalisti per il serale. La striscia pomeridiana torna lunedì 29 dicembre. In alto il no di Maura Paparo alla maglietta per Pedro.

    Complimenti agli autori! Pur di allungare il brodo si confeziona una puntata assolutamente inutile, costruita intorno all’incertezza degli allievi sul proprio destino. Riassumiamo il perverso meccanismo elaborato per l’occasione: chiuso in diretta il televoto per la classifca di gradimento che determinerà la lista dei 14 allievi in gara per il serale, viene lasciata ai ragazzi la decisione se leggerla o meno. Hanno la possibilità di conoscere il proprio destino oppure di lasciare le cose come sono e procedere con una sfida interna Sole-Luna, che ha come conseguenza non le sfide esterne bensì la possibilità per la squadra vincitrice di consegnare a tre dei suoi membri la fascetta dorata per la conquista della maglietta. La lettura della classifica, sottolinea però la De Filippi, finirebbe per condizionare i professori, che potrebbero assegnare la maglietta a chi è fuori dal serale per volere del pubblico, penalizzando così qualcuno invece premiato dal pubblico.

    Il problema, frequente con le spiegazioni della De Filippi, è che all’inizio si capisce che se la classifica di gradimento viene letta i tre esclusi lasciano la scuola senza appello: solo a metà puntata si capisce che la Commissione potrà assegnare magliette fino al 4 gennaio. Possibile, quindi, per gli allievi, anche decidere di scoprire solo alcune posizioni, magari le prime, non per forza tutta la classifica.
    Ma per non bruciare subito la tensione si preferisce lasciar tempo ai ragazzi di ‘decidere’ e procedere con l’assegnazione della maglietta a Pedro: dopo aver vinto la fascetta di Gianluca, Pedro si presenta davanti alla commissione incassando i sì di tutti, recitazione e canto compresi, e fermandosi solo davanti a Maura Paparo che motiva il suo no con tre argomenti. Il primo è che in classe c’è un’allieva più completa (Alice), il secondo è che non soddisfa le sue esigenze artistiche e il suo stile, il terzo è che ha degli atteggiamenti isterici in aula che vanno corretti. Parte battibecco infinito con Alessandra Celentano che l’accusa di decidere solo in funzione del suo stile senza considerare le potenzialità di Pedro e senza considerare che nella classifica parziale letta mercoledì era penultimo. Elemento che peraltro Maria aveva chiesto di non considerare.
    Tra una serie di ‘carinerie’ che le due si scambiano, Maura comunque non cambia idea: niente maglietta per Pedro. In basso la continuazione della discussione tra le due.





    Prendendo in mano la situazione, Maria lascia ancora tempo ai ragazzi per pensare alla classifica e fa partire una sfida che serve solo ad introdurre ospiti ed accendere polemiche.
    Prima prova, inedito: da una parte Martina Stavolo (Luna) che canta Delirio davanti all’autrice Irene Grandi e Silvia Olari (Sole) con Wise Girl. Vince Martina, Luna 1 – Sole 0.
    Seconda prova, assolo Steve per Gianluca (Sole) e Pedro (Luna): unanimità per Pedro e secondo punto per la Luna.
    Terza prova, inedito tra Jennifer Milan (Luna) con Beside Me e Alessandra Amoroso (Sole) con Immobile: una performance straordinaria per Alessandra che convince tutti e porta il primo punto per il Sole e che rivediamo in basso.



    Quarta prova, coreografia di Orazio Caiti, maestro che ha tenuto una stage in settimana: in campo tutti i ballerini del Sole contro quelli della Luna. Caiti premia la maggiore omogeneità di Pedro, Adriano, Beatrice e Andreina (Luna) contro le differenze evidenti tra le coppie del Sole Daniela/Domenico e Alice/Gianluca, ai quali però è pronto a dare un contratto.

    Qui la puntata si impantana: Alessandra Celentano, vogliosa evidentemente di mettersi in luce, saluta Orazio, suo partner all’Aterballetto il quale, poco avvezzo evidentemente ai meccanismi tv ma di certo caratterialmente con pochi peli sulla lingua, accusa Alessandra di essere troppo rigida nei confronti dei ballerini e delle caratteristiche fisiche per lei necessari per essere danzatori. “Se fossi stata tu il direttore della nostra compagnia né io né tu saremmo mai entrati: fai arrivare all’esterno un messaggio sbagliato, il corpo non è tutto, il collo del piede, il ginocchio, la forma fisica non sono necessari e noi ne siamo la dimostrazione. Che poi la tecnica sia alla base è anche superfluo dirlo“. In basso le esibizioni delle due squadre e la lunga querelle tra Caiti e Celentano.





    In poche parole Orazio conquista immediatamente gli allievi che lo richiedono come maestro al serale, ma ne nasce una discussione di mezz’ora che assorbe tempo al resto. La puntata si chiude con una prova ancora da fare, la sfida tra gli inediti di Mario e di Pamela, e senza una decisione in merito alla classifica. O meglio, la decisione la prende Maria: difatti solo alla fine i ragazzi iniziano a chiedere di leggere tutta la classifica, “tanto il gioco è fatto” dice Gianluca. La maggioranza sembra a favore della decisione, contro ci sono Alice, Andreina, Angelo, Mario, Beatrice e forse un altro paio di allievi e Maria sentenzia che sono troppi a non volerla vedere per farla vedere. E il tutto si chiude con un buon Natale e un appuntamento al 29 dicembre per la striscia pomeridiana, quando si potrà scoprire come andrà a finire tra classifica e magliette.

    Siamo davvero perplessi: perché far navigare a vista i ragazzi e non prendere in mano le redini della situazione, dando almeno a casa la soddisfazione di capire chi sono i finalisti. Magari tra loro c’è qualcuno che davvero non lo merita e aquesto punto sarebbe anche giusto che la commissione usasse lo strumento delle magliette per salvare i meritevoli. Pedro rischia di uscire a fronte di Beatrice e Domenico, giusto per fare due nomi: a quel punto anche Maura avrebbe potuto cambiare idea e permettere un serale di livello. In ogni caso cercheremo di scoprire qualcosa di più in serata.

    Per cronaca non si può trascurare l’inizio della puntata, partita con una lettera di Garrison ad Adriano e Domenico: due grandi delusioni per Garrison. Domenico perchè non ha ripagato la sua fiducia con il suo impegno e con il lavoro, Adriano perché ha scambiato la disponibilità e l’affetto con un ‘padronato’ non dovuto per il quale è stato anche tanto criticato dall’allievo. Garrison conclude facendo le scuse ad Alice per non averle dato la maglietta. Aggiungiamo la presenza di Massimo Ghini, Christian De Sica, Ludovico Fremont e Emanuele Propizio, la doppia coppia Berni-Patani di Natale a Rio, con una bella esibizione di breakdance di Fremont.

    Rivediamo in basso l’rvm che ha fatto scoppiare il caso Adriano e Gianluca vs Garrison e la lettera di Garrison. Si procede poi con la spiegazione del meccanismo infernale dello speciale di oggi.





    1785

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI