Amici, blogcronaca in diretta web della terza puntata

Amici, blogcronaca in diretta web della terza puntata

da , il

    Maria De Filippi, terza serata

    Manca poco all’inizio della terza puntata di Amici, serata fondamentale per capire se il predominio dei Bianchi, vincitori delle prime due sfide, è destinato a rafforzarsi o se è giunto il momento anche per loro di rinunciare ad un proprio membro. Finora sono uscite Marina Marchione, attrice, e Maria Luigia Larocca, cantante, entrambe della squadra dei Blu. Seguite con noi in diretta web la terza serata, con la nostra blogcronaca: dalle 21.30 aggiornamenti in tempo reale su tutto ciò che accade ad Amici. In alto il video della nuova disputa tra Bianchi e Blu.

    Intanto la settimana è trascorsa, come anticipato in un precedente articolo, tra sconforto, lacrime, crisi e voglia di mollare tutto.

    In prima linea di sicuro Marta e Antonino. In attesa di vedere come affronteranno la sfida, rivediamo i momenti salienti della loro settimana.

    Ma eccoci, Dr. House è finito, tocca ad Amici.

    21.33

    Arrivao in studio gli allievi e i professionisti per la sigla coreografata da Daniel Erzalow. Come sempre tra gli ospiti troviamo Platinette e torna accanto alla prof. Celentano George Iancu, l’uomo più temuto dai ballerini delle due squadre, assente la scorsa settimana per motivi di salute. Ma come si è vestita la De Filippi? Mah, intanto si chiude il televoto delle due squadre.

    21.35

    Come ricorda Maria tutte le sfide saranno singole, per cui il televoto sarà ad personam: la somma dei voti delle singole sfide contribuirà a definire la squadra vincitrice. Parte il primo rvm sull’andamento della settimana e in particolare sulle procedure di assegnazione delle prove messe in atto dalle squadre. Stando alle urla del pubblico, Marta e Gennaro sono tra i più fischiati, mentre Marco resta il beniamino.

    Prima sfida, canto su Generale: per i Bianchi Roberta, per i Blu Marco, che sarà praticamente sempre schierato dalla propria squadra. Primo rvm su Roberta, che ascolta per l’ennesima volta tutte le critiche di Cassandra, Marta e Gennaro. Ma Roberta non parla molto, giusto un paio di battibecchi e poi canta, anche se non ci sembra al meglio. Pessimo attacco e interpretazione che sembra un po’ difficile per la ragazza. Giudizi: Luca ne critica le dinamiche di canto, che non le piacciono… sempre la storia della Ferrari che cammina da 500. “La musica è una scienza e l’interpretazione ha le sue regole”, dice Jurman, dicendo che era fuori rispetto all’arrangiamento del brano. E in effetti siamo d’accordo. Platinette sottolinea la difficoltà di cantare per una donna un pezzo di De Gregori, che contiene una virilità intrinseca che non pò essere resa da una donna. E siamo d’acordo anche con lei/lui. Tocca a Marco.

    21.50

    Marco invece ci è piaciuto, cosa alquanto rara per noi che non l’abbiamo mai particolarmente amato, soprattutto per l’atteggiamento tenuto nei confronti della scuola e dei professori. Tocca di nuovo a Luca Jurman giudicare (e perchè?) che tesse le lodi dell’allievo, mentre Platinette ritiene che non abbia ben sentito il testo, visto che i sorrisi durante l’esibizione sconfessano la durezza delle parole. Luca spiega che hanno lavorato sul testo, ma difende il suo sorriso, dovuto alla tensione più che alla partecipazione al brano. E interviene anche la Di Michele che premette “cerco di essere obiettiva, ma ho trovato una sottolineatura continua da parte di Roberta, a differenza di quanto fatto da Marco”. “Il tuo è un giudizio soggettivo” dice Luca e vai con la lotta Jurman-Di Michele che resta sempre uguale a se stessa. Marco cerca di difendere i suoi sorrisi :”E’ sempre una storia di un ritorno a casa e in questi casi si sorride” e addirittura Jurman dice che lui ha fatto il militare e sa cosa vuol dire tornare a casa! Aiuto! Per fortuna che c’è Platinette che consiglia ai due docenti di smetterla di litigare e di andare a cantare. Ma ecco il primo verdetto, VINCE ROBERTA! IMPENSABILE E INCREDIBILE! Anche Maria resta basita.

    Ma siamo alla seconda prova, ballo su Besame Mucho, passoa due di Garrison: è il turno di Susy vs Francesco. Pubblicità.

    22.00

    Francesco balla con Adelaide e i sorrisini della Celentano nel vedere il suo cocco si sprecano. Per la Celentano il passo a due non era particolarmente difficile tecnicamente, ma Garrison interviene nel dire che Francesco gli è apparso slegato e poco comunicativo, soprattutto nel rapporto “di coppia”. Anche Iancu, subissato di fischi prima ancora di aprir bocca, difende Francesco, “l’unico ballerino in questa scuola che ha le sembianze del ballerino“. Ecco, è tornato, e Garrison si scalda subito, in difesa di tutti gli altri. E tocca proprio a Susy che balla con Kledi. Fissi gli sguardi di Iancu e Celentano, mentre i due ballerini sembrano affiatati e divertiti.

    Alessandra: “A parte la schiena sempre inarcata, e considerato che la coreografia richiedeva ammiccamenti, ‘passicchia’, quasi sufficiente”. Garrison: “Perchè hai paura di dire che è stata brava? E’ stata meravigliosa”. In effetti è stata brava, bella la tensione con Kledi. Ma ecco le carte: vince SUSY. Per i Blu si mette davvero male!

    Terza prova, il guanto di sfida, ovvero sfida di canto tra Roberta, la sfidante, e Marta, la sfidata, su Rehab di Amy Winehouse. Marta accetterà? Intanto parte il video su come i Bianchi hanno deciso la sfida e come i Blu l’hanno presa. Ma Marta cosa farà? Intanto parla di Giuseppe, che a suo dire l’ha offesa e le ha mancato di rispetto, dicendo che se qualora si ritirasse si eviterebbe l’ennesima umiliazione, questa volta da parte del pubblico. Ma Marta accetta e la polemica non si placa, come sempre inutile: tutti sembrano stupirsi e scandalizzarsi del fatto che ciascuno abbia la propria strategia per raccogliere voti e vincere la serata.

    Inizia Roberta.

    22.20

    Sembra proprio che stasera Roberta abbia poca voce, non esplode come ci si sarebbe aspettato su questo brano consono alle sue corde. O sono i volumi dell’orchestra ad essere troppo alti? Platinette si spertica in lodi (i Bianchi le piacciono, si vede, i Blu non li sopporta), mentre Maria chiede a Luca se la scelta del pezzo è una scelta “furbetta” da parte di Roberta, diversamente da quanto fatto da Marco la settimana prossima. Luca risponde che sicuramente il brano è nelle sue corde, ma anche Marta ha lavorato tanto sul pezzo. E ora sta a lei dimostrarlo: compare una poltrona bianca di scenografia al centro studio. Comunque bella la prova di Marta, apprezzata da Luca, ma non piaciuta alla Di Michele. Sempre rimpallo di opinioni personali tra tutti, con giudizio tranchant di Grazia che chiosa dicendo che tra le due esibizioni non c’era confronto. Bene, parola alle carte, che decretano la vittoria di Marta, senza dubbio più spettacolare. Grande rivincita, ci aspetta una settimana di veleno! Platinette chiede a Marta se è contenta di quello che ha fatto: “Non so se il pubblico sta votando il singolo o la squadra, e nonostante l’impegno non può mettersi a paragone con Roberta. Ha influito l’umana pietà del telespettatore?” Per Jurman è un’offesa, Marta interviene dicendo che ha deciso di accettare non per andare contro Roberta ma per dimostrare cosa è capace di fare. Uhm, ma sappiamo come andrà a finire, con tutte le accuse, tutte le rivendicazioni e gli sfottò che ci saranno sulla questione appena tornati in casetta. Roberta ci resta male, indubbiamente, era molto sicurà della vittoria, e ancia un consiglio ai Blu: “Smettetela di fare le vittime!”. E si va in pubblicità.

    22.33

    Quarta prova, ballo, passo a due della Celentano dimostrato da Anbeta e Josè, mentre si preparano a scendere in campo Francesco e Giulia. Più classico di questo si muore! Anzi, a detta della Celentano, è anche più difficile degli alri, perchè devono essere perfetti.

    Inizia Francesco, che ci sembra un po’ impacciato e un po’ all’inseguimento di Anbeta, ma resta bravo. Alessandra: “Francesco è bravo ed è anche molto bello”, finalmente si è sbottonata! Anche Iancu ha applaudito, apprezzandone bellezza e portamento, da vero principe. Garrison gli fa i complimenti perchè è un bravo partner, ma gli contesta la perdita di un passaggio, ma viene subito difeso da Anbeta, che dice di aver fatto con lui le stesse cose fatte con Josè. Bene, Garrison deve solo tacere, mentre a Giulia viene fatto vedere un rvm, in cui Gennaro massacra il fisico della ragazza. E lo studio urla “Fuori, fuori!”. Giulia resta toccata solo dall’atteggiamento di Francesco che ha riso alla parodia di Gennaro e ha sembrato accondiscendere alle dichiarazioni di Gennaro. A Giulia sale il sangue agli occhi, soprattutto quando Gennaro le rinfaccia che ora sta facendo la vittima. Francesco, invece, cerca di spiegare che il suo riso era rivolto all’espressione di Gennaro e non aveva alcun intento denigratorio. A lui crediamo, a Gennaro un po’ meno.

    Giulia balla con Leon, i nostri migliori in bocca al lupo.

    Alessandra: “Giulia è una ragazza in gamba e l’apprezzo, anche se non cambia il mio giudizio artistico. Fa il possibile, ma a me non piace, ha coraggio a non sfuggire a questa prova, ma non è la ballerina che mi aspetto io”. Giulia: “Il mio non è coraggio, è voglia di superare i miei limiti. Io non disprezzo quello che fai tu, al contrario di te”. Lo studio impazzisce per lei. Maura interviene: “Perchè tanta elasticità con Francesco e con lei no. Francesco nel pezzo di Garrison mi ha fatto la stessa tenerezza di Giulia nel classico”. E Giulia, lodata da Maria per la lucidità e per la proprietà di linguaggio, chiede ad Alessandra cosa dovrebbe fare per diventare adeguata, ma la risposta è niente, il fisico è quello.

    Carte, la sfida è vinta da GIULIA. Puntata contro tutte le aspettative. Pubblicità.

    23.00

    Quinta prova, canto, Ti scatterò una Foto, sfida tra Giuseppe e Marco. Si inizia con un rvm su Giuseppe, di cui sono protagonisti tutti i membri della squadra dei Blu, che gli danno dello “scarso”, del patetico e dell’esibizionista. Di Gennaro preferisce non parlare, Marta lo aggredisce prima che possa aprir bocca, a Cassandra chiede perchè gli dà dell’acido, a Marco risponde con una parodia, visto che Marco lo ha imitato. Ma finalmente si canta. L’impressione è sempre che i volumi dell’orchestra siano alti, a meno che tutti i Bianchi abbiano perso la voce (cosa peraltro possibile). Luca preferisce non giudicare, visto che si trova in disaccordo con i comportamenti suoi e di Marco, che nulla hanno a che fare con l’arte. Grazia gli dice che ha esagerato un po’ troppo e deve imparare a gestire la sua carica emotiva (e Giuseppe chiude salutando mamma e papà).

    Prima di cantare anche a Marco viene fatto vedere un rvm, con i commenti di Antonino, Pasqualino e Giuseppe, che gli contestano la sicurezza, la poca umiltà etc etc. E canta pure lui.

    23.15

    Ahia, stecchettina per Marco, ma non solo per questo ci è piaciuto di più Giuseppe, ma le carte questa volta non daranno scampo, almeno crediamo. Luca: “Qualsiasi cosa si pensi a me piace la sua voce”; Fabrizio: “Bisogna essere obiettivi, è stato impreciso, stonato, hai posticipato tutti gli attacchi”, Luca: “Solo con lui si notano i difetti”, Fabrizio: “Ha preso 14 fiati su una frase”, Luca: “Tu lo sai perchè”, Fabrizio: “Tu non sei obiettivo”, Luca: “Questa è la tua opinione”, e sempre così finisce. Platinette spezza una lancia a favore, dicendo che l’inizio e la fine andavano bene, il mezzo un po’ meno. “Hai cantato come un tuo coetaneo potrebbe cantarla”, Marco: “Ci ho messo il cuore”, Platinette: “ma ci vuole anche la gola”, Marco: “io ho sentito che ho cantato bene”, Platinette: “Allora sei bugiardo”. Luca: “Le imperfezioni ci sono da tutte le parti, anche ai migliori, qui stiamo esagerando”. Grazia vuole chiedere a Vessicchio, fuori dalla bagarre, di dare il suo giudizio: “Si erano fuori tempo tutti e due, più Marco che Giuseppe, e c’erano problemi di intonazione, ma va considerato anche che il pubblico cantando sopra ha coperto la chitarra”. Ma Marco lascia lo studio, in aperta polemica con Grazia, che gli dice : “O non senti gli errori, ed è grave, o non vuoi imparare”. Lui prende e va via, mentre la carte gli danno la vittoria. Marco vince e Maria va a recuperarlo dietro le quinte, anche se trova queste scene esagerate. Ma Marco è in piena crisi, piange, sembra non essere in grado di camminare, mentre dichiara: “Io la odio” e non può che riferirsi alla Di Michele. Maria chiama subito la pubblicità, Marco è completamente fuori di sè, è isterico, nel senso pieno del termine.

    23.25

    Speriamo che dopo questa crisi Maria e i suoi autori abbassino i toni: tra preparazione, rvm, confessionali questi ragazzi stanno per “fare la botta”. Non tutti sono in grado di reggere lo stress: se Giulia ha imparato nella vita a non guardare in faccia a nessuno, Marco evidentemente non ha ancora maturato questa capacità, ma non gliene si può fare del tutto una colpa. Ad esasperare gli animi di certo contribuisce la continua e totale parzialità dei docenti, che finisce per destabilizzare i ragazzi, già costretti ad andare l’un contro l’altro armati. C’è un limite a tutto, speriamo che gli autori se ne rendano conto presto.

    Ma si rientra in studio e Maria chiede a Grazia di chiarire a Marco che molte delle sue dichiarazioni sono più contro Jurman che contro lui. Maria cerca di dar conto al pubblico del “la odio” sentito in audio, ma Grazia, rispondendo di non essere offesa rincara la dose (e ora bisogna smetterla) dicendo che bisogna avere una personalità. Basta, basta, basta, non se ne può più.

    Sesta prova, ballo, passo a due di Steve su Apologize, passo a due impegnativo e difficile da fare a quest’ora. Persino Kledi e Francesca, che lo hanno dimostrato, hanno sbagliato qualche cosa, prese incluse. In sfida Francesco e Giulia. Inizia Francesco che balla con Francesca. Bene la prima presa, alta e ben controllata, buona la seconda e assistenza sulla terza, perfettamente riuscita. Bravo! Garrison finalmente cede: “Hai fatto un buon lavoro”, Steve: “Ottimo partner”, Alessandra: “Lavora bene con tutte le professioniste”. Platinette chiede che Francesco balli senza maglia, ma Francesco ha la risposta, la maglietta serviva per fare al meglio la coregrafia. E chiude Iancu: “Lui ha un percorso davanti, gli altri no”. E tocca a Giulia con Leon.

    Fallisce la presa su cui aveva sbagliato anche Kledi e traballa sull’utima, ma Steve si commuove: “Giulia ha una fluidità di movimento rara e sono contento che Iancu non la veda così non va a lavorare con lui ma viene a lavorare per me!”. Steve ha vissuto con Giulia tutte le difficoltà della preparazione e tutta l’ansia è scoppiata quando ha visto che ci è riuscita. Iancu apprezza la sua energia e Giulia risponde: “Perchè ti interessa sapere qual è la mia strada, tanto non ci vedremo mai più. La mia strada non sarà la vostra, sarà talmente lontana dalla vostra che non ci incontreremo più. Ma io la mia strada ce l’ho”. E Iancu: “Ma tu non potrai essere mai una ballerina, perchè insistere?”, e Giulia di rimando: “Ma dove lo avete preso a questo?”. E Steve: “Non capisco neanche cosa ci faccia qui!”.

    Le carte danno la vittoria a Giulia, tutta meritata. Quattro le sfide vinte dai Bianchi, due dai Blu, ma siamo agli sgoccioli.

    Settima prova, cavallo di battaglia sul canto: ciascuna squadra dovrà scegliere un proprio membro da mandare sul palco con il proprio cavallo di battaglia. Maria raccomanda ai ragazzi di stare attenti perchè hanno i microfoni aperti, ma alla fine scelgono Roberta, con Think, e Marco con It ain’t easy. Inizia Roberta, che canta, ma oggi non ci sembra convinta di sè e poi pubblicità.

    00.00

    Marco dedica la canzone alla famiglia e inizia a cantare. E’ vero che inventa il testo comunque, piccola notazione ininfluente. La settima prova va a Marco, come previsto. Quattro a tre per i bianchi. C’è tempo per una precisazione di Chicco, onorato della presenza di Iancu, attaccato da Steve. Maria: “Cerchiamo almeno noi adulti di usare termini non offensivi”.

    Siamo all’ultima sfida, ballo, trio di Maura Paparo, su Black or White, Antonino e Susy contro Gennaro e Francesco. Gennaro indossa il suo terribile calzino, mentre Francesco ha messo la bandana.

    Carino Francesco, non certo nel suo genere, ma è simpatico, mentre Gennaro saltella un po’ troppo. E’ il turno dei Bianchi, bravi e carini. Bravo anche ad Antonino che tante difficoltà aveva avuto in settimana e invece ottima prova.

    Maria chiede di parlare con Alessandra: “Tu stai seguendo le elezioni in America?” E i Bianchi cantano ad Alessandra “Yes we can”, inno di Barack Obama con tanto di video: Alessandra e Iancu sorridono mentre Garrison si commuove, piange. Al video partecipano anche Silvio Muccino, Lucio Dalla, Gerry Scotti, Giorgio Panariello, Gianni Morandi, Francesco Totti, Sabrina Ferilli, tutti a dire “Yes We Can” ad Alessandra. Vabbè, in po’ patetico, mentre stanno uscendo le carte.

    La terza puntata viene vinta dai BLU per 52% a 48%. Ancora una volta INCREDIBILE!

    Tocca ai bianchi scegliere, e la prima ad essere indicata è Simonetta, undicesima: aspetta il giudizio della commissione con il sorriso, sapendo di poter uscire a testa alta, ma la commissione la salva per un voto.

    Il secondo indicato è Pasqualino, decimo: la Commissione lo salva senza alcun dubbio. Tocca ora ad Antonino, nono. Mentre vota la commissione si va in pubblicità.

    00.25

    La Commissione non salva Antonino, che quindi abbandona la scuola, primo per la squadra dei Bianchi. Ci dispiace un po’ perchè ha buttato questa occasione con il comportamento degli ultimi giorni. Peccato, ma a dire il vero è il danno minore per i Bianchi che mantengono i membri di punta. Buonanotte a tutti, appuntamento a domenica prossima con la blogcronaca della quarta puntata di Amici.