Amici, arrivano le sfide ‘estemporanee’

Amici 8, nuove regole per le sfide esterne: possibili due sfide esterne alla settimana e le sfide estemporanee: da domani, infatti, gli sfidabili della settimana potranno sostenere la sfida subito dopo il verdetto della sfida interna

da , il

    Ogni settimana si aggiunge qualche nuova norma al regolamento di Amici: da questa settimana sono possibili più sfide esterne e le ‘sfide estemporanee’. Vuol dire che gli sfidabili scelti oggi potrebbero sostenere la sfida esterna già domani. Gli sfidabili della settimana sono Francesco De Nicola e Andreina Caracciolo per la Luna e Daniela Stradaioli e Iacopo Di Stefano per il Sole. In alto la prima parte della verifica di Andreina.

    Partiamo da una domanda: a che servono le sfide esterne? Per la Commissione la sfida non è tanto una punizione, quanto un modo per far emergere il carattere dell’allievo, per dargli una scossa a livello emotivo (quante volte si sente dire “Devi svegliarti! Renditi conto di dove sei!”) e soprattutto per intensificare il lavoro fatto in gruppo con una ‘cura individuale’. A questo si aggiunge un altro elemento fondamentale: far conoscere i protagonisti del nuovo anno scolastico al grande pubblico, che ancora deve entrare in confidenza con gli ormai 20 (dopo la sospensione di Domenico Primotici) allievi del 2008. In ogni caso, la sfida esterna sembra essenzialmente un modo per garantire più ore di ‘scuola’, un’aggiunta necessaria per far andare avanti un lavoro già promettente nelle ore fatte in classe.

     

    Con la sfida estemporanea questo valore didattico della sfida viene meno e lo fa notare Iacopo Di Stefano, cantante del Sole, che dopo essersi sentito dire che tutta la commissione lo vuole in sfida per lavorare meglio potrebbe cadere sotto la mannaia di una sfida esterna già domani. “Ma che senso ha?” chiede Iacopo a Luca Zanforlin, autore e conduttore del sabato di Amici. E Luca, per tutta risposta se ne lava le mani: “Certo, hai ragione. Fallo presente ai professori, loro sapevano della sfida estemporanea”. Insomma, Zanforlin, preso in contropiede, scarica la responsabilità sui professori, nei confronti dei quali, però, siamo pronti a spezzare una lancia. Ragionano da docenti, finora hanno adottato un certo metodo e si sono fondati su certi parametri e su una certa idea di valore didattico della sfida, far cambiare loro modo di operare in pochi giorni non è facile. A farne le spese saranno, come sempre, i pionieri, ovvero i quattro sfidabili della settimana, due per squadra che scenderanno in campo forse anche domani se la propria squadra perde la sfida interna.

     

    Di sicuro domani si svolgerà la sfida di Alessandra Amoroso, già decisa una settimana fa. Per gli altri la decisione ha seguito il solito andazzo di sempre.

    Per la squadra della Luna Andreina Caracciolo sconta una certa ostilità con Maura, che l’accusa di affrontare il suo stile con leggerezza, di non impegnarsi abbastanza. Andreina le risponde secca: “Il tuo stile non mi piace. E poi in aula con te non mi sento a mio agio. Mi guardi con disgusto“. Un’accusa che colpisce Grazia di Michele, sebbene esterna alla discussione, che invita ancora una volta i ragazzi a misurare le parole: “Stai accusando un docente di provare addirittura disgusto, occhio!”.

     

     

    Andreina, unica ballerina sfidabile, entra quindi nel novero delle possibili sfide esterne, con Francesco Di Nicola, ex caposquadra. E’ lui a ricevere più voti dalla sua squadra nel ballottaggio con l’altra candidata alla ‘sfidabilità’, Martina Stavolo, che però la evita.

    Per Francesco la motivazione alla sfida data dai docenti è da ricercare nella possibilità di intensificare un lavoro sulla tecnica pop, in cui è un po’ carente; per Martina, invece, la questione è diversa: piace a tutti, soprattutto a Vessicchio, che vorrebbe vederla splendere ancora di più. Sarà per la prossima volta.

    Notazione per Leonardo Maki Monteiro, di cui viene mandata in onda la verifica sebbene non sia tra gli sfidabili. E’ stato sentito dare della perfida ad Alessandra Celentano nella discussione seguita al provvedimento disciplinare nei confronti di Domenico. “E’ un gioco perfido” ha detto Leonardo, riferendosi evidentemente alla Celentano, dice Luca Zanforlin. Tra il dire “Alessandra è perfida” e “è un gioco perfido” per noi c’è differenza: l’incidente però è utile per tornare sul discorso della disciplina. “Approfitto dell’incidente per spiegare a Leonardo che non è una questione di perfidia: quando un genitore castiga un figlio non lo va certo con gioia, ma sa che è un modo per dargli educazione, è un provvedimento utile al suo futuro”. In poche parole Alessandra si ‘arroga’ quasi un ruolo di genitore: una puntualizzazione eccessiva e non necessaria, che ha il sapore dell’esagerazione. Il provvedimento ci voleva e basta, i rapporti ‘genitori-figli’ lasciamoli da parte.

     

    Sul versante Sole, possibile sfidato Iacopo, come detto in apertura, cui si aggiunge Daniela Stradaioli, indicata dai compagni che hanno invece ‘salvato’ Gianluca Lanzillotta. E’ Steve a proporre la messa in sfida di Daniela che crede così di aiutarla a superare un blocco che ne limita le capacità. Daniela è d’accordo e si commuove al pensiero di deludere Steve. E’ la prima a credere che la sfida possa farle solo del bene. Per Gianluca, che qualche miglioramento lo sta facendo, sarebbe stato un modo per lavorare di più, ma anche per lui sarà per la prossima volta. Esibizione anche per Silvia Olari, che senza accompagnamento al pianoforte mostra una serie di debolezze soprattutto emotive. Tutta la commissione è d’accordo sul fatto che il pianoforte l’aiuti a mascherare alcune pecche, dettate per lo più dall’insicurezza. Niente sfida per lei, ma gli occhi della commissione sono puntati su di lei.

     

    Domani sapremo chi vincerà la sfida interna e chi andrà in sfida tra i quattro sfidabili. Vedremo anche se si svolgeranno le prime sfide estemporanee. Funzioneranno così: per i cantanti cavallo di battaglia e canzone con testo sul gobbo; per i ballerini sempre cavallo di battaglia e improvvisazione.

    Voi che ne pensate?