Amici, allievi e professori divisi tra Bianchi e Blu

Amici, formate le squadre per il serale, i Bianchi e i Blu

da , il

    Il promo di Amici

    Decisi i 14 finalisti che per il momento sono pronti a partecipare al serale, lo speciale di Amici di Maria de Filippi del sabato ha trasformato le sfide interne in una semplice sfilata di esibizioni utili a ricordare al pubblico gli allievi “superstiti” ai fini del televoto. Torna il pubblico parlante, ma non se ne sentiva la mancanza. Infine sono state formate le due squadre che si sfideranno al serale, i Bianchi e i Blu.

    La puntata è incominciata come da tradizione alle 14.10, dopo l’edizione speciale tutta dedicata a Premium Gallery della scorsa settimana. Non tutti i ragazzi, anzi solo i primi, hanno avuto “l’onore” e il “piacere” di provare l’ebbrezza del contatto diretto con il pubblico, per tradizione mai particolarmente dolce con i concorrenti. Il primo a dover affrontare i giudizi assertori e personalissimi del pubblico è stato Marco Carta, propostosi per aprire la fila delle esibizioni. Per lui il brano “Angelo” di Francesco Renga, canzone di per sè difficile soprattutto per l’interpretazione, in cui il sardo ha però tenuto. Scarsa la diplomazia con il pubblico, campo nel quale ha dimostrato di sapersela cavare meglio il Principe, Francesco Mariottini. Dopo qualche “battesimo del fuoco” e qualche battibecco tra gli allievi e il pubblico parlante, Maria De Filippi ha deciso di accelerare il ritmo per riuscire a proclamare le due nuove squadre, qualle dei Bianchi e quella dei Blu. Il meccanismo del serale non cambia: ogni settimana si terrà una sfida interna e la squadra vincitrice, decisa dal pubblico, sceglierà un membro della squadra avversaria da eliminare. Se il prescelto rientrerà nelle prime sei posizioni della classifica di gradimento sarà ritenuto graziato dal pubblico, altrimenti dovrà superare la valutazione della commissione. Se i professori non voteranno per tenerlo nella scuola, il prescelto dovrà immediatamente abbandonarla. Qualora, poi, la commissione dovesse salvare tutti gli allievi indicati per l’eliminazione, sarà quello con la posizione più bassa in classifica a dover fare i bagagli.

    Dopo un brevissimo promo per il musical Romeo e giulietta – Romanzo Popolare di Riccardo Cocciante, presente in studio, Maria lettura dei componenti delle due squadre che da oggi condurranno vite separate: per ciascuna squadra è stata allestita una “casonamonitorata 24/24 h e i loro membri frequenteranno lezioni separate. In pratica i Bianchi e i Blu potranno incontrarsi solo durante le puntate serali.

    Ad ogni modo gli autori hanno così ritenuto di dover dividere i ragazzi:

    Squadra Bianchi

    1) Roberta Bonanno, cantante;

    2) Simonetta Spiri, cantante;

    3) Susy Fuccillo, ballerina;

    4) Giulia Piana, ballerina;

    5) Pasqualino Maione, cantante;

    6) Giuseppe Salsetta, cantante;

    7) Antonino Lombardo, ballerino;

    Squadra Blu

    1) Marta Rossi, cantante;

    2) Cassandra De Rosa, cantante;

    3) Gennaro Siciliano, ballerino;

    4) Francesco Mariottini, ballerino;

    5) Marco Carta, cantante;

    6) Marina Marchione, attrice;

    7) Maria Luigia Larocca, cantante.

    A prima vista si potrebbe dire che la squadra dei Bianchi appare più forte in canto, mentre i Blu in ballo, considerate da un lato le presenze di Roberta, Pasqualino e Giuseppe e dall’altra di Gennaro e Francesco, di fatto gli unici due ballerini della squadra.

    Ma le sorprese non sono finite qui. La De Filippi introduce una delle novità sostanziali della nuova stagione con una “breve spiegazione” delle logiche autoriali che stanno da sempre dietro il programma, ovvero “seguire gli eventi“: “Mai ci saremmo aspettati che l’anno scorso nascesse una contrapposizione così forte tra una docente e un’allieva (Agata, n.d.r.) per il collo del piede. Anche quest’anno si sono verificati contrasti tra allievi e docenti su questioni tecniche. Questo è dovuto anche al fatto che, dopo anni, i docenti hanno conquistato coraggio davanti alle telecamere e hanno iniziato ad esprimere pubblicamente quello che prima veniva detto solo dietro le quinte”. E data questa nuova capacità partecipativa dei professori, gli autori hanno ben pensato di chiedere loro quale squadra avrebbero intenzione di appoggiare. “Sia chiaro -avverte la De Filippi – non si tratta di una scelta che pregiudica il lavoro in aula. Tutti seguiranno le lezioni con tutti, con equità di trattamento e di orari; sarà compito della produzione garantirlo. La scelta della squadra è solo un modo per chiarire con quale gruppo ritengono di poter lavorare meglio in base ai propri metodi di insegnamento“.

    Ovviamente la precisazione delle De Filippi non ci è chiara: se per i ragazzi in teoria non cambia nulla, che senso ha dividere i professori?

    Comunque non tutti accettano di “parteggiare” per una formazione: i tre insegnanti i recitazione, Fioretta Mari, Patrick Rossi Gastaldi e Paolo Asso, scelgono di lavorare con tutti gli allievi, senza distinzioni. Si dividono invece quelli di canto e di ballo: per i Bianchi si schierano Grazia Di Michele e Fabrizio Palma (in squadra ci sono Roberta, Simonetta, Pasqualino e Giuseppe), nonchè Garrison e Steve (considerata la presenza di Giulia e Susy); dai Blu vanno solo Luca Jurman (per Marco) e Alessandra Celentano (per Francesco e Gennaro).

    Siamo curiosi di capire come è possibile non leggere questa “scelta di campo” come una “predilezione” o come una “forma di tifo” da parte dei docenti e come potrà essere garantità “equità” da parte della produzione. Ne sapremo di più nei prossimi giorni, almeno speriamo.