Amici 9, secondo serale: vincono i Bianchi, esce Angelo

Amici 9, secondo serale: vincono i Bianchi, esce Angelo

Blogcronaca della seconda puntata del Serale di Amici 9: dopo la vittoria dei Blu, sono i Bianchi a cercare la vittoria

da in Amici 2017, In Evidenza, Reality Show, Talent Show, Amici 9, angelo-iossa, Blogcronaca, Squadra blu, squadra-bianca
Ultimo aggiornamento:

    Seconda puntata del serale di Amici 9 questa sera su Canale 5 a partire dalle 21.30 e in diretta web su Televisionando. Dopo la vittoria dei Blu e l’uscita di Anna Altieri, ora è la Squadra Bianca a sperare nella vittoria, sebbene la maggior parte del pubblico sia a favore dei Blu. Entra ufficialmente in gioco Stefanino, votato questa settimana nella classifica di gradimento, mentre lo speciale del sabato di ieri pomeriggio ha svelato alcuni retroscena della movimentata prima puntata.

    Non è iniziato nel migliore dei modi il serale di Amici 9: al di là dell’improvviso abbandono di Davide Flauto, su cui Maria De Filippi continua a non fornire informazioni, nello speciale del sabato di ieri pomeriggio sono venute fuori altre indiscrezioni sul pre e post debutto in prima serata del talent di Maria. Ha rischiato di dover abbandonare il serale anche Michele Barile a seguito dell’infortunio occorso durante le prove e a seguito del quale si è presentato con una medicazione al naso che non ha potuto ancora togliere. Fino alle 18.00 di domenica scorsa, infatti, si è temuto che dovesse operarsi, poi per fortuna i medici gli hanno dato il via libera per il serale.

    Altro caso quello di Emma, che però ha manifestato l’intenzione di voler lasciare il programma a fine puntata: insoddisfatta del suo comportamento, e soprattutto dispiaciuta di come aveva reagito alle critiche di Platinette sulla prova proibitiva di Vessicchio – che ha chiuso la gara -, Emma stava per mollare tutto e solo l’intervento di Maria l’ha distolta dall’intento.

    Intanto i Bianchi questa sera cercano la rivincita: hanno bisogno di una vittoria per rialzare il morale e per sentire che la partita non è già finita. La preferenza del pubblico per i Blu è evidente, come ha fatto notare più volte anche la stessa Maria, ed è facile per i Bianchi farsi prendere dallo sconforto. Secondo voi stasera chi vincerà? A tra poco con la blogcronaca della seconda puntata del serale di Amici 9.

    21.30
    Partiamo con un’atipica (per noi) richiesta di comprensione e di clemenza per eventuali refusi e ‘distrazioni’ nel corso di questa lunga blogcronaca: siamo preda di un’infame tonsillite che ci rende poco lucidi, quindi chiediamo la cortesia di non ‘sparare sul pianista’. Ringraziandovi anticipatamente per la bontà, diamo inizio a questa diretta con la seconda puntata di Amici 9,
    Entusiasmo di prammatica da parte del pubblico in studio per l’ingresso di Maria De Filippi in abitino scollato con guanto lungo che lancia subito la sigla.
    Maria saluta tutti, come sempre, passando in rassegna docenti e commissione: Platinette, con parrucca bianca a pois blu, indossa una maglietta con Mina: un omaggio in vista dei 70 anni della cantante, anche se il compleanno cade a marzo.

    21.33
    Prima prova, Canto: Angelo Iossa (Blu) contro Pierdavide Carone (Bianca) su Viva la Vida dei ColdPlay. Coreografia ad alto tasso atletico quella preparata da Daniel Ezralow, che ha praticamente allestito una palestra nello studio. Inizia Angelo, che però in questo pezzo ci è sembrato alquanto opaco, per quanto pulito: diremmo scolastico.



    Bravo tecnicamente ed espressivamente per Loretta, e la palla passa subito a Pierdavide.
    Pierdavide cerca di metterci qualcosa di suo, ma iniziamo a temere che come l’anno scorso ci sia un problema di audio in uscita: forse sentiamo la base troppo alta, problema che però nella prima puntata non avevamo avvertito. Loretta viene chiamata a esprimersi anche su di lui: “Vedo su di lui gli stessi problemi mostrati da Enrico: quando non è su un suo pezzo si sentono i problemi di intonazione e di entrata nel pezzo”. Platinette si ribella: “Su un pezzo come questo è già tanto esserci entrato: anche se imperfetto me lo son goduto”. Loretta insiste sullo stile, Platinette punta piuttosto sul ruolo della scuola: “Sta imparando a esprimersi anche su pezzi non suoi”. Ma Loretta cerca ancora di equiparare i problemi di Pierdavide e quelli di Enrico. E Pierdavide dimostra di essere un grande: “Credo che le critiche fatte a Enrico all’inizio siano sbagliate tanto quanto queste”. Parla anche Zerbi: “Loretta, quelli che tu consideri errori per noi sono i punti di partenza per farne degli artisti, altrimenti parliamo di interpreti”. Prendi e porta a casa.



    Si chiude il televoto e vince Pierdavide: 1 a 0 per i Bianchi. Ps. La grafica che annuncia i vincitori è cambiata: non ricorda più quella della finalissima che la scorsa settimana aveva fatto ‘infuriare’ Maria.

    21.41
    Seconda prova, ballo: passo a quattro di Garrison su Missing (grande pezzo). Michele Barile (Bianchi) contro Rodrigo (Blu).
    Inizia Michele e Platinette è entusiasta del ‘corpo’ di ballo, soprattutto da Josè. Bella coreografia tutta al maschile e molto maschile, che questa volta i Blu non hanno ‘lasciato’ a Elena: finalmente vediamo Rodrigo in un pezzo ‘semi’ contemporaneo.
    Garrison giudica bella l’esibizione del ‘suo’ Michele, anche se alla fine l’ha visto un po’ stanco.
    La Celentano, che definisce Michele molto contemporaneo, non lo ha visto particolarmente centrato su questa coreografia. Garrison se la prende, visto che lui l’idea del contemporaneo ce l’ha messa e ‘crede’ di aver fatto un pezzo di contamporaneo. Inizia la diatriba tra i due e si inserisce Iancu, che invece loda Michele, contraddicendo in parte la Celentano e sorprendendo Maria. Non è facile sentirlo andare contro ad Alessandra, ma la ‘strigliata’ di Maria della volta scorsa, quando al centro della discussione c’era Grazia, evidentemente se l’è legata al dito.
    Ma tocca a Rodrigo: bravo anche lui, anche se a noi è sembrato un pizzico meno espressivo di Michele e senza dubbio più fuori ruolo. Pubblicità.

    21.56
    Si parla di Rodrigo. Maria ne approfitta per ricordare al pubblico che a breve saranno assegnati i contratti di lavoro e chiede alla Celentano un giudizio su di lui: “Più bravo, espressivo e convincente di Michele, anche in questo genere”.
    Cannito: “Michele ha qualcosa di puro, di giovane, di sincero che si valutano quando vuoi fare un investimento di medio genere. In Michele vedo una voglia e una purezza belle, da non sottovalutare quando cerchi un’artista. Non importa l’errore, l’emozione è più importante”. E infatti Cannito ha già offerto un contratto a Michele durante la messa in discussione dei ballerini; ma la Celentano non è d’accordo, anzi gli ricorda di aver avuto dubbi su di lui agli scrutini per il serale. Cannito: “Alessandra è una fondamentalista e i fondamentalismi non vanno mai bene. I Ballerini vanno visti nelle coreografie a loro più congeniali”; Celentano: “E lui è un voltabandiera: deciditi, ti piace o no?”. Insomma si pare una questione su Michele e questo ci fa capire che stasera non andrà liscia come la scorsa settimana:; due esibizioni, due polemiche, non ci piace.
    Ma arrivano le carte: vince Michele, 2 a 0 per i Bianchi.



    22.01
    Terza prova, Canto: E penso a Te. Loredana (Blu) contro Emma (Bianchi). Parte Loredana e su questa canzone in settimana si è scatenata la polemica con Enrico, che avrebbe voluto che Loredana gli lasciasse questa canzone. In fondo Enrico ha solo la prova prof decisa, contro di lui, dalla Di Michele. E invece Loredana l’ha voluta, pensando proprio allo scontro con Emma. Loredana l’ha fa come suo solito, forse con qualche strillo in meno del solito.
    Platinette: “Quello che mi stupisce di lei sono i bassi precisi, l’ultima capace di farli è Milva. Mi hai commosso”.
    Jurman: “Non sono d’accordo con tutti questi elogi: oggettivamente parlando quello che fanno non è proprio a posto. Loredana ha una grande dote, ma non tutto quello che fa va bene”. Jumran sta palesemente cercando qualche allievo da curare: si annoia a fare il giudice super partes.
    Loretta, comunque, gli chiede di essere più preciso e Jurman: “Lei esce dai canoni. Le serve un regista che indirizzi un grande attore”. “E i canoni chi li fa?” interviene Zerbi. E Jurman va giù secco: “Dopo quello che hai detto stasera penso che dovresti rivederti un po’ la musica…”. Tra i due è guerra, è chiaro. Jurman: “La musica è una cosa, la discografia è un’altra… “; “E grazie a Dio, visto che per voi dovrebbero essere tutti uguali, tutti nei canoni” aggiunge Zerbi. “Ma se voi continuate a dire che promuovete i difetti allora la scuola è inutile!” attacca Jurman. “Ma non parliamo di canoni: i più grandi artisti sono quelli che sono usciti dai canoni. Penso a Bob Dylan, Vasco Rossi, e altri cento”. Jurman vuole un allievo, questo è tutto.
    Tocca a Emma, che riceve, come Loredana, una quota di applausi e una di fischi.





    Emma è la dimostrazione che la scuola qualcosa può farla: mostra più controllo, anche se la sua interpretazione verrà sicuramente criticata per una quota di ‘sarcasmo’ che mette nel cantare il pezzo. Ma già ieri nell’esibizione di Mai Più Noi Due ci aveva colpito il suo cambiamento.
    Platinette: “Emma ha reso giustizia a questa canzone: fantastico l’inizio intimo e l’esplosione finale. Eccellente, superlativa!”. Ed Emma chiede scusa per come si era rivolta a lei la scorsa settimana.
    Jurman: “La scorsa volta ho giudicato Emma fuori dai canoni, questa volta no: ho preferito Emma”. Balestra: “Al di là dei canoni, bisogna rispettare la canzone che dev’essere riconosciuta dal pubblico. Loredana l’ha un po’ buttata via, Emma le ha dato una sua personalità”. E per noi Loredana ne ha buttate via parecchie di canzoni.



    La terza sfida è vinta da Emma, 3 a 0 per i Bianchi, che questa settimana devono vincere.
    Intanto si scopre che i cantanti sapranno dei loro contratti alla quarta puntata.

    22.15
    Quarta prova, ballo: passo a due di Garrison. Elena (Blu) contro Stefano (Bianchi).
    Inizia Stefano che balla con Martina. Il tono sbarazzino si canfà a Stefano che però ci sembra soffrire un po’ lo stile salsa: nei passettini veloci ci è sembrato un po’ legnoso.
    Garrison continua a dire che è Stefano per lui è una sicurezza e che lo fa divertire quando balla. Anche a Iancu è piaciuto moltissimo: “Era il suo, se lo merita in questo caso”. Wow! Siamo stati più cattivi di Iancu!
    Tocca a Elena. Ne parla Steve, visto che è una sua allieva. Steve: “E’ il genere di ballerina che chiunque vorrebbe avere come partner. Difficilissimo trovarle dei difetti”.
    Cannito: “Ha un’allure e una capacità di riempire spazi e tempi di grande maturità. Ha una naturale sensualità e mi piace molto”.
    Iancu: “Sai come si chiama tutto questo? Talento!” E che è stasera, hanno mangiato tutti zucchero? Comunque è difficile dare loro torto. E abbiamo una teoria: iancu con i capelli sciolti è più simpatico. Secondo noi è il gemello. Pubblicità.



    22.29
    Subito carte: quarta prova vinta da Stefano. Quattro a 0 per i Bianchi… forse ora si esagera…

    22.29
    Quinta prova, la Proibitiva di Vessicchio, il nostro mito!
    Si parla di canto, quindi, e Vessicchio ha scelto questa volta Nel Sole di Al Bano…. Vessicchio è davvero un mito!
    Non la conosce nessuno, se non Matteo e Pierdavide che sanno l’inciso. Vessicchio chiede che venga cantata proprio da loro due. Sempre più un mito!
    Vessicchio ci tiene a sottolineare che la cosa non è a vantaggio esclusivo di Matteo, visto che Al Bano ha un registro lirico. Tutti e due, chiarisce il maestro, possono metterci qualcosa di proprio. “Possono far bene entrambi. La strofa è più insidiosa” ribadisce Vessicchio. Del resto la scorsa settimana Pierdavide aveva sorpreso tutti con Miserere. E Jurman pensa che Vessicchio voglia mettere in luce proprio le qualità di Pierdavide.
    Nel frattempo Maria rivela che Vessicchio dirigerà Valerio Scanu a Sanremo.
    Prima della prova Maria cerca di rassicurare Matteo: “So che il mondo lirico richiede precisione, ma a scanso di equivoci diciamo subito che il pezzo non l’ha studiato e non l’ha scelta”: Maria ha un po’ paura per il suo futuro professionale.



    E inizia subito Matteo e, povero, si trova a fare i conti con la metrica (si chiama così?) e con tempi davvero ‘bastardi’ della strofa. Pierdavide, in questo, sarà più avvantaggiato. Povero, ha sudato freddo, ma la voce non ha tradito. Jurman, giusto per consolarlo, lo loda per il fatto di aver saputo accettare i grandi errori che ha fatto.

    Anche Pierdavide incespica sulla strofa, ma poi va giù dritto, più convinto e convincente. Pierdavide, estremamente corretto, ammette il vantaggio avuto e incassa anche il favore di Jurman: “Tra i due disastri, meglio Pierdavide”. Vessicchio: “Sembrava prevedibile il risultato, invece Pierdavide se l’è cavata molto bene, ha un intuito risolutore che lo ha aiutato. Ognuno ha giocato, però, le carte che aveva: acuti e controllo Matteo, scaltrezza Pierdavide”.
    La quinta prova è vinta da Pierdavide: 5 a 0 per i Bianchi.



    22.44
    Sesta prova, Inedito: ancora Pierdavide (Bianchi) contro Matteo (Blu), che finalmente potrà rifarsi. C’è rimasto davvero male, Matteo. I due inediti fanno parte del nuovo cd che si intitola Nove e uscirà dopo Sanremo, a quanto si sa.
    Pierdavide ha scritto il suo pezzo, Superstar, ovvero la solitudine e il declino di un artista diventato una star, che subisce gli effetti del successo. “Sono una superstar, mestierante in vanità…“. ‘Sto ragazzo è proprio bravo….
    Platinette: “E’ il primo ascolto, per cui… ma la canzone mi sembra molto cinica, per un ragazzo…e hai una ricercatezza testuale che ti fa onore, è evidente che non hai letto solo le istruzioni del cellulare”. Maria, un po’ cripticamente, fa a lui e Matteo un complimento: “Non diventeranno mai superstar e lo hanno dimostrato prima: altri avrebbero rifiutato la prova al buio. L’umiltà è la prima cosa”.



    Tocca a Matteo, che canta La Promessa, scritta da Tricarico.

    Ovviamente molto ‘bocelliano’ come pezzo, aulico nella musica e poetico nel testo. Bello, coinvolgente, anche al primo ascolto. Pubblicità.



    22.59
    Pierdavide è il primo a fare i complimenti a Matteo per l’inedito, poi tocca a Jurman commentare: “Mi piacerebbe sentire Matteo fuori dal suo contesto, ma il brano è ottimamente costruito, come quello di Pierdavide”. La Stella: “Mi sorprende ogni volta la capacità di Matteo di abbattere gli steccati: è partito intimo e poi la sciolto la potenza”. Matteo chiarisce che il pezzo, nella parte pop, è al massimo dei limiti della sua vocalità: uno sforzo notevole per lui.
    Le carte della sesta prova danno la vittoria a Matteo, che segna il primo punto per il Blu: 5 a 1 per i Bianchi.

    23.03
    Settima prova, ballo: passo a due di Steve su Immobile di Alessandra Amoroso. Ancora Elena (Blu) contro Stefano (Bianchi). Maria: “Speriamo che Alessandra ci stia guardando: questo è un omaggio che le facciamo tutti noi con tutto il cuore”. E mentre i ballerini (Anbeta e Valerio) dimostrano la coreografia i 1500 dello studio cantano con una sola voce.
    Inizia Elena: stava andando benissimo, ma una presa andata male blocca lei e Amilcar. Il pantaloncino di Elena scivola e per paura di rimanere nuda Elena si ferma. Ci resta malissimo, ma tutti, da Maria a Steve, la rincuorano: può succedere, ricordano l’incidente l’anno scorso con la spallina di Eleonora. Garrison chiede che lo rifaccia, Maria, dopo un’iniziale esitazione dovuta alla presenza del televoto, dice di non poter far nulla. Per i Bianchi, però, non c’è problema, anche Luca Zanforlin dà l’ok ed Elena riprende.



    Ci dispiace per il suo stop. Anche Cannito se ne dispiace: “Bisognava inventarsi qualcosa per andare avanti, ma mi rendo conto che in tv è più difficile”. D’accordo anche Steve, ma Enrico sbotta: “Ma se è nuda che fa, continua a ballare? Io non capisco, l’abbiamo vista tutti che s’alzava le mutande”. Inutile fargli capire che nel ballo ci sono delle regole, qui è la gelosia che parla.
    Ma tocca a Stefano. Esibizione liscia, con complimenti anche di Steve: “Bravo, complimenti”. iancu: “Ho trovato Stefano quasi entusiasmante, bella energia, bravo!”. Wow.



    Vince Elena, 5 a 2 per i Bianchi.

    23.16
    Settima prova, Staffetta: anche questa settimana è la commissione a decidere chi inizia. Cinque i voti. Massara (discografici) vota per i Bianchi, Platinette vota per i Bianchi, dato l’effetto mutanda di Elena, anche Jurman bianchi, mentre Iancu vota i Blu, mentre Cannito sceglie i Bianchi, li vede più motivati.
    I Bianchi scherano Stefano che va contro Borana. Per Stefano coreografia su Terra Mia di Pino Daniele. Per Borana Don Chisciotte.



    La prima prova staffetta è vinta dai Bianchi che vanno avanti con Emma che sfida Enrico, perché ha piacere che canti questa canzone, si tratta di Oggi Sono Io. Sembra un regalo fatto all’amico maltrattato da Loredana. Brava Emma, bella grinta. E mentre Enrico recupera la chitarra si va in pubblicità.

    23.31
    Tocca a Enrico cimentarsi con Oggi Sono Io. Enrico si lascia prendere un po’ la mano e scivola un po’ con la voce, all’inizio, invece, controllata benissimo.



    La seconda prova staffetta è vinta da Emma, quindi continuano i Bianchi. nella terza prova i Bianchi schierano Pierdavide che canta Bohemian Rapsody e sfida Loredana. Wow, che sfida!
    Pierdavide continua a sorprendere e non è difficile immaginare che per Loredana la prova sia ‘infingarda’: riuscirà a tenere sotto controllo la sua esuberanza? Qui è devvaro necessario. Ps. e anche qui, con Pierdavide, risentiamo il problema dell’orchestra troppo alta. Comunque grandissimo Pierdavide!
    Loredana è stranamente accolta dai fischi: ci sa che stasera hanno fatto entrare in studio più tifosi dei Bianchi. L’inglese ci sembra un poi’ maccheronico, a dire il vero. E anche qualche urletto parte, mentre i saltelli aumentano con il ritmo del pezzo.



    Vabbè, l’ultima prova della staffetta va a Pierdavide: 6 a 2 per i Bianchi.

    23.38
    Nona prova, prof ballo. Prova scelta da Michele Villanova per Grazia (Bianchi) contro Borana (Blu), sulla coda de La Bella Addormentata. Solo ieri Anbeta e Josè, che dimostrano il pezzo, hanno saputo che toccava a loro: per loro anche costumi a tono. Che bello!
    Inizia Grazia, che balla con Amilcar. Dalla spiegazione che dà Villanova, sembra che la sfida sia più tra coreografi che tra allievi.
    Sconcertato lo sguardo della Celentano nel guardare Grazia, che obiettivamente, vedendo prima Anbeta, non ci ha convinto molto, non ci sembra abbia messo in luce delle qualità.



    Villanova, che fino a un momento prima voleva dimostrare la capacità di Grazia di calarsi nella storia, ora commenta dicendo che non è facile calarsi nella quintessenza della ballerina classica. “Ha fatto l’80% di quello che le avevo chiesto, ma va bene”. Iancu: “Avete visto come si distrugge un capolavoro!” e Maria dice che questa frase resterà negli annali di Amici. Iancu continua: “E’ ridicola questa cosa dell’insegnante della Croce Rossa! Il suo tipo di insegnamento è inutile: parla, parla ma è fumo. La prima cosa che bisogna dire a questa ragazza è tenere dentro la pancia. Cos’è per te Aurora (la protagonista del balletto, n.d.r.)”. Villanova insiste a parlare di storia della danza, di fonti etc etc ma Iancu va giù dritto: “Se non si è in grado di montare un pezzo, non bisogna farlo. Non sei riuscito a costruire nulla, non bisogna toccare i capolavori”. Villanova non lo sopportiamo, comunque… ha ragione Iancu quando dice che è un chiacchierone e al sodo non ci va. Va detto che non è avvezzo alla tv e soprattutto è preso più dalla competizione con la Celentano che dalla sua allieva. Iancu non usa mezzi termini e definisce l’esibizione orribile. Cannito: “La Bella Addormentata è l’apice della tecnica femminile, della danza accademica e anche gli abiti hanno la loro importanza… un corpetto rigido aiuta…”. Ma la Celentano sbotta: “Ora vi attaccate al corpetto”. Per Alessandra non bisognava chiamare in causa la Bella Addormentata: l’unico risultato è che si mettono in difficoltà tutte e due. E, aggiungiamo noi, per un capriccio di un coreografo che vuole mettere in luce le sue conoscenze, non le qualità di una ballerina. Pubblicità.



    23.58
    Tocca a Borana, che se la cava decisamente meglio, al nostro occhio profano.
    Celentano: “Molto meglio di Grazia, non c’è paragone. Linee migliorni, più controllata, più pulita. Anche per lei è troppo, perché questi sono ruoli da étoile”. E subito Villanova chiama in causa Diana Action della scorsa settimana scelto da Alessandra. E attacca Borana, che non ha rispettato, a detta sua, una posizione. Alessandra: “Decidi cosa vuoi fare da grande!”. Interviene Grazia: “La cosa degenera: sembra che Villanova sia arrivato a salvare la povera disgraziata. Ma il maestro è stato anche preparatore di Roberto Bolle”. Iancu cade dalle nuvole, Villanova elenca il suo curriculum: “Sono maestro della Scala… “. E subito Iancu: “Chi ha un bel curriculum non deve sventolarlo…”. Grazia: “Ma parliamo di noi, senza il prosciutto sugli occhi”. “I prosciutti sono sotto il tutù” affonda Iancu. Villanova parla di depistaggio da parte del duo Iancu-Celentano, ma il vero ‘depistatore’ è lui…. sembra interssato solo a difendere se stesso.



    La prova è vinta da Grazia: 7 a 2 per i Bianchi.

    00.05
    Decima prova, canto. Insieme a te non ci sto più. Loredana (Blu) contro Emma (Bianchi). Inizia Loredana. Questa volta ci sembra esageri poco, ma Platinette va subito giù dura: “No, non ci siamo: è una canzone su una storia che finisce. A parte l’intonazione, il testo va letto”. Loredana: “Io l’ho vista come una liberazione…finalmente se ne va”. Platinette: “Sì, ma non fare tutte le canzoni allo stesso modo…Non serve sempre fare ululati come se ti stessero pestando l’alluce.” Ohhhh, finalmente qualcuno glielo dice! Zerbi: “Forse stasera è una serata davvero un po’ particolare: sono d’accordo con Platinette, su questo pezzo non ti ho sentito dentro come altre volte”. Jurman: “Forse l’esasperazione ti ha portato a fare o non fare qualcosa… il testo è importante, bisogna star dentro al testo e interpretarlo non vuol dire sconvolgerlo”.
    Loretta scende a difesa: “Ha fatto un’analisi del testo che l’ha portata ha mettere gioia nel pezzo. Ci ha messo del suo e il suo è indiscutibile”. Non siamo d’accordo.



    Tocca a Emma; anche la sua interpretazione, a questo punto, è discutibile, ma c’è la pubblicità.



    00.20
    Platinette: “Per Emma è una serata di grazia: pienamente aderente alla versione della Caselli. Io eviterei alcuni fuochi d’artificio, ma va bene”. Beh, noi non ci capiamo molto, ma non ci sembrava tanto ‘dentro’ al pezzo… ma siamo stanchi anche noi, la tonsilla evidentemente grida vendetta.
    E anche Maria è stanca: si dimentica di chiudere il televoto e vuole direttamente l’ultima prova senza far vedere le carte. Vince Emma, 8 a 2 per i Bianchi.

    Decima e ultima prova, ballo: coreografia di Garofalo. Borana (Blu) contro Stefano (Bianchi). Elena si è rifiutata ancora una volta di ballare un pezzo di Garofalo. Niente musical questa settimana e nessuna esibizione di Stefanino. E sul fronte costumi Martina ha un body color carne senza alcuna gonna o pantaloncino ed Eleonora è praticamente con una scollatura profonda, salvata ovviamente dal solito body.
    Inizia Stefano. Ed è bellissimo vedere Rapino spiegare la coreografia alla Di Michele. Garofalo loda Stefano che considera un primo ballerino ormai.
    Tocca a Borana. E qua la cosa si fa interessante, soprattutto nel commento della Celentano.
    Garofalo fa i complimenti anche a Borana, carina anche se manca d’esperienza. Peccato, avremmo voluto avere il commento di Alessandra sulla coreografia.



    00.30
    Siamo alle carte finali: la seconda puntata di Amici 9 è stata vinta dalla Squadra Bianca. Perfetta parità, quindi. Più netto il risultato, con il 60% delle preferenze.
    Il primo nome è quello di Angelo: vendetta per l’uscita di Anna? Angelo è settimo, questa sera sono immuni i primi cinque. La commissione non lo salva, con 6 voti contro 2. Questa volta la commissione fa il suo lavoro, ma ci domandiamo perché la scorsa settimana non abbiano fatto la stessa cosa. Esce Angelo Iossa, quindi, che chiede di prepotenza almeno di cantare un minuto del suo cavallo di battaglia preparato per la staffetta. Maria quindi si troverà ad essere sfumata: saluta tutti, ma questo fa sì che neanche questa sera si conosca la classifica di gradimento. La vedremo domani nella striscia quotidiana.



    Non la sfumano per rispetto, Maria riesce a salutare e a dare la buonanotte a tutti: la puntata finisce nettamente prima della settimana scorsa, intorno alle 00.35. Ve la diamo anche noi, notando come questa seconda puntata sia stata forse meno entusiasmante della prima, forse anche per lo schiacciante risultato dei Bianchi e per le lunghe polemiche sulla danza. Ma ci sono stati apici interessanti, come la prova Proibitiva di Vessicchio e gli inediti di Pierdavide e Matteo. Noi ci aggiorniamo a domani. Buonanotte e grazie a tutti.

    5750

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Amici 2017In EvidenzaReality ShowTalent ShowAmici 9angelo-iossaBlogcronacaSquadra blusquadra-bianca