Amici 9, primo serale: Stefanino al posto di Davide. Fuori Anna

Amici 9, primo serale: Stefanino al posto di Davide. Fuori Anna

La prima puntata del serale di Amici 9 in diretta web: a sostituire tra i Bianchi Davide Flauto, uscito per ancora ignoti motivi personali, arriva Stefanino Maiuolo

    Amici 9, Stefanino Maiuolo al posto di Davide Flauto

    Nessuna notizia ufficiale sui motivi che hanno costretto Davide Flauto, cantante 21enne della squadra Bianca, a lasciare improvvisamente Amici 9 alla vigilia del serale, di cui stasera seguiamo la prima puntata in diretta web. Stando alle indiscrezioni di Davide Maggio ci sarebbero ragioni di salute dietro al suo abbandono e a prendere il ragazzo a Cinecittà sarebbero andati direttamente i genitori. Intanto arriva il nome del sostituto: si tratta di Stefanino Maiuolo, unica voce maschile a non essere ammesso al serale dalla supercommissione che ha indicato i finalisti. E stasera torna Luca Jurman.

    La notizia dell’uscita di Davide Flauto dalla scuola di Amici 9, che stasera vive il suo primo atteso serale, è piombata a Cinecittà e nelle case dei fans del talent di Maria De Filippi come un fulmine a ciel sereno. Il concorrente più criticato di questa edizione lascia per motivi personali, continua a scrivere la produzione sul sito ufficiale di Amici, senza però dare un perché. Prende sempre più corpo l’ipotesi di un malore: sembra, infatti, che Davide sia stato portato in ospedale venerdì notte e poi sia rientrato a Cinecittà, dove sono andati a prenderlo i genitori.

    Probabilmente qualche parola in merito la dirà Maria in apertura di puntata, anche perché le toccherà introdurre il sostituto: trattasi di Stefanino Maiuolo, primo degli esclusi dalla supercommissione che ha indicato 13 dei 14 finalisti di Amici 9 e che aveva montato una polemica infinita sul verdetto dei giudici nello speciale del sabato della scorsa settimana.Stefanino ha raccolto solo un sì dalla supercommissione, come Valeria Valente e Arianna Mereu: evidentemente, però, serviva una voce maschile per mantenere l’equilibrio stabilito in fase di divisione in squadre. Da qui il suo rispescaggio.

    Non c’è molto onore, certo, nel rientrare in gioco come sostituto, ma intanto Stefanino riesce a riconquistare il suo sogno in calcio d’angolo. Lo vedremo quindi stasera in maglia Bianca. C’è grande attesa anche per il ritorno di Luca Jurman in commissione. Noi per il momento ci fermiano qui: l’appuntamento è per le 21.30 per la diretta della prima puntata del serale di Amici 9.

    21.33
    CI SIAMO: lo studio di Amici 9 è stracolmo, il pubblico è già in delirio quando entra Maria De Filppi in tailleur per chiudere il televoto e dare il via alla sigla, che ci sembra identica alla precedente, non solo nella musica (mancano solo i funamboli).



    Maria saluta Jurman, in funzione di opinionista super partes, Platinette (in parrucca bianca condita dalla A nel lettering di Amici), Iancu (che ha ripreso il suo classico look da serale), la commissione, i discografici e il grande parterre.
    Ed ecco l’annuncio della presenza di Stefanino che ha sostituito Davide Flauto che “per motivi suoi personali ha dovuto lasciare la scuola”. Neanche Maria fa luce sul mistero, il motivo deve essere davvero serio e personale.

    21.35
    La prima prova del serale è di canto: contro Anna (Bianchi) e Matteo (Blu) su La Voce del Silenzio. Tocca proprio alla più piccola della scuola rompere il ghiaccio e dare il via alla prima sfida di Amici 9. E dalla limpidezza e della potenza della sua voce sembra che su di lei l’emozione non faccia effetto.
    Primi commenti di Platinette che fa un osservazione: “Sarebbe stato meglio non entrare subito in potenza sulla canzone, bisognava entrare piano sul pezzo”. Grazia invece spiega che la ragazza, giovanissima, ha voluto dare un’interpretazione aggressiva anche alla prima strofa, quel “Volevo stare un po’ di sola”.
    Tocca a Matteo, il tenore: entra nel pezzo in maniera molto più tradizionale e cresce piano fino a mostrare tutta la sua voce indiscutibile ,anche se sui tempi da l’impressione di non essere proprio pulitissimo. Noi abbiamo preferito Anna a dirla tutta.



    Eccolo Jurman, chiamato in causa da Maria. “L’avevo visto ai provini e penso che sia un gran cavallo di razza. Sulla dinamica mi è piaciuto di più, anche se c’è ancora da lavorare sulla voce poco timbrata. Ma lui lo sa: è solo un problema di appoggi tecnici. Io ho preferito Matteo”. Maria chiede a Grazia un’opinione e lei si dice d’accordo con Jurman quando dice che un tenore alle prese con il pop può avere qualche difficoltà. Continua a dire di lui che non ha una personalità artistica: gli consiglia di lavorare sull’interpretazione. Ma alla fine ha preferito Anna.
    Subito le prime carte: la prima prova è vinta da Matteo (Blu).

    21.45
    Seconda prova, Ballo: passo a tre di Garrison. Si scontrano Elena D’Amario (Blu) e Stefano De Martino (Bianchi). E a dimostrarlo anche Francesco Mariottini, un bel ritorno.
    Inizia Elena, unica donna in una coreografia pensata pèer tre uomini. Ci sembra che non abbia fatto neanche una sbavatura.
    Garrison le riconosce il coraggio di essersi misurata su un pezzo al maschile che le è venuto benissimo. Entusiasta Cannito, che ha notato anche la sensualità naturale che ci ha messo, e complimenti anche dalla Celentano. Brava davvero!
    Tocca a Strefano, che invece ci sembra più legato. Garrison: “Stefano è una garanzia; quando balla so che mi piacerà al 100%. Complimenti”. Cannito, che nota che il suo nuovo tatuaggio non gli piace (e lo capiamo, disturba l’estetica del corpo di un ballerino lì dov’è, sul fianco, e peraltro in rosso), invece sottolinea la maggiore grinta di Elena, a fronte di uno Stefano che si è crogiolato più sulla sua bellezza. E in fin dei conti siamo d’accordo con lui, Elena è stata molto più incisiva, molto più presente sul pezzo. Chiuso televoto si va in pubblicità.



    22.00
    La seconda prova è stata vinta dai Bianchi: uno pari.

    22.01
    Terza prova, Canto: prima sfida di fuoco tra Emma (Bianchi) e Loredana (Blu) su Chasing Pavements, con coreografia di Daniel Ezralow alle spalle. Inizia Emma che ci sembra un po’ meno esplosiva del solito, più controllata, ma forse un po’ sottotono, anche se la canzone la fa benissimo. Rapino è entusiasta: “Non si può commentare una star”. Platinette lo frena: “Per te è una star, ma ci vuole tempo per chiamarla star. Visto che deve esibirsi un’altra star aspettiamo. E poi non illudiamo i ragazzi; che lei sia brava non c’è dubbio, ma Rapino, che conosco da venti anni, brucia le tappe”. Dal discorso fatto si capisce che Platinette preferisce Loredana, che ora si esibisce. Peccato che abbia questa tentenza a volte fastidiosa a mangiarsi i testi: per carità, è bravissima, ma certe sue intemperanze interpretative a volte ‘stroppiano’. Platinette: “Forse ha iniziato un po’ meno bene di Emma, ma in assoluto è la voce più incredibile che ho sentito in questo programma. Chi se ne frega delle esagerazioni! Brava!”. Rapino da anche a Loredana della star, aggiungendo “sei forse la migliore interprete che abbiamo in Italia negli ultimi anni”. La terza sfida è vinta da Loredana (blu): due a uno per i Blu.



    Quarta prova, prova prof Danza: la Celentano vuole mettere in evidenza il valore di Borana (Blu) rispetto a Grazia (Bianchi). Ma prima della prova un rvm (Maria dice che è l’unico della serata, speriamo) con i commenti di Alessandra su Borana e la risposta di Villanova, che ora prepara Grazia la ragazza dopo l’abbandono della Celentano. Villanova non ha mezzi termini: focalizzarsi sui difetti di Grazia ed esaltare Borana vuol dire vedere la pagliuzza negli occhi degli altri e non la trave nel proprio. E’ duro anche il commento di Villanova sulla coreografia: “Sembra un pezzo preso da Youtube e montato, mi viene l’orticaria a guardarlo. Un ballerino non si valuta sulle piroette, ma sull’interpretazione e qui si rischia di penalizzare Borana”. Alessandra, che ha preso appunti, preferisce dare spazio ai ragazzi: si inizia con la dimostrazione di Josè e Anbeta.
    Prima di dare spazio a Borana, Maria, per far prendere fiato a Josè, fa commentare la coreografia alla Celentano che la difende: “Si tratta della coda di un passo a due di repertorio, Diana Action“, ovvero Diana e Atteone, inserito nel balletto Esmeralda, tratto da Il Gobbo di Notre Dame. Maria racconta di aver capito da Villanova che anche nei passi a due di repertorio, tolti alcuni passaggi obbligati, le variazioni sono a cura del coreografo e lui contesta la scelta dei passi messi dalla Celentano. Parte un excursus sulla storia di quel passo a due, tra coreografi che hanno curato il pezzo (prima la Agrippina Vaganova, no prima Petipa), risalendo alle origini letterarie del pezzo (Ovidio) e contestando il ruolo dato a Josè- Lui peraltro ci ha lavorato con i maestri del Bolshoj…



    Vabbè, siparietto interessante, ma tocca a Borana. E il confronto con Anbeta è impietoso. Parte subito Grazia con Amilcar. Ci sembra che Grazia abbia dato anche troppo forza e alla fine ci sembra abbia sbagliato, uscendo prima del partner.
    Alessandra. “penso di aver dimostrato quello che volevo: Borana è stata molto naturale e fresca, mentre Grazia ha sempre la stessa espressione. Tecnicamente le due ragazze si equivalgono; le linee di Borana mi piacciono di più, mentre in Grazia ho notato piedi storti e sempre gli stessi errori. In più Borana ha 19 anni, Grazia ha 23 anni e ha già lavorato”.
    Michele, ovviamente non è d’accordo: “Io mi sono attenuto al video, non ho cambiato nulla. Sulla pulizia non c’è discussione”. Celentano chiede il ralenti, Villanova ritiene la cosa inutile, visto che anche il miglior ballerino al ralenti esce male. Intervengono anche Borana e Grazia: Borana dice che i fouetté sono a discrezione della ballerina, Grazia contesta che quei fouetté sono più da Don Chisciotte. Pubblicità.





    22.33
    Si rientra in studio per dare la parola a Iancu: “La discussione sul repertorio di prima è del tutto inutile: i passi a due si tramandano senza una ‘scrittura’ rigida, vengono lasciati alle interpretazioni”. Villanova non risponde, Cannito, invece, giudica la coregrafia inadeguata per valutare la differenza tra le due: “E’ chiaro che Borana ha il baricentro più basso e gira meglio, se metti solo giri è facile. Ma ho visto dei port de bras sbagliati in Borana”.
    Iancu alla fine commenta che ha trovato tutte e due scarse; “Almeno abbiamo trovato un punto d’accordo!”, risponde Grazia.
    La quarta prova è vinta da Grazia: due pari.

    22.37
    Quinta prova, Canto: Mostrami il tuo Amore di Enrico Nigiotti (Blu) contro Jenny di Pierdavide Carone (Bianchi), cui spetta iniziare.
    Platinette: “Molto gustoso: complimenti per il testoi e per la musica, sorprendente, anche per l’atteggiamento sicuro, sembra che nulla ti possa scalfire”.
    Segue Enrico accompagnato dalla sua immancabile chitarra.
    Platinette: “Ti ho guardato con interesse nel quotidiano e mi sono fin commossa, perché c’è una strana dolcezza in te: la ruvidità sembra il tuo tratto distintivo, ma la combinazione che hai di ruvidità e dolcezza è rara in un ragazzo. E sei già una stella brillante”.
    Grazia loda Enrico ed esalta Pierdavide, che definisce cantautore unico nel panorama italiano; una definizione su cui Loretta Martinez chiede di frenare.
    Tra i due, in questa quinta prova, vincono i Bianchi: 3 a 2 per i Bianchi.



    22.47
    Sesta prova, Ballo: passo a due di Garrison: Michele (Bianchi) contro Elena (Blu). Un pezzo di tango elettronico. Inizia Elena che balla con Arduino. Questa ragazza non si risparmia, è bravissima, e nel serale si nota ancora di più. Entusiasta Steve, che la trova splendida ed è difficile dargli torto.
    Tocca a Michele, col naso fasciato per una botta presa dalla partner durante le prove. Proprio bella Martina, la sua partner, nuovo acquisto dei professionisti.
    Garrison: “Ha ballato molto bene, ma mi è piaciuta di più Elena”. D’accordo Iancu, che la trova sempre equilibrata e mai volgare, con tempi e dinamica giusti. E da Iancu è davvero molto! Del resto ha avuto modo di conoscerla a Il Ballo delle Debuttanti, anche se era nella squadra pop di Bill Goodson.
    Vince Elena: 3 pari. Pubblicità.



    22.59
    Settima prova, staffetta: la produzione ha chiesto ai cantanti e ai ballerini di inidcare il proprio cavallo di battaglia. La squadra che inizia ha il vantaggio di far cantare agli avversari il proprio cavallo di battaglia; chi vince continua. Si è deciso di far decidere alla supercommisisone di esperti esterni chi debba iniziare, indipendentemente dal televoto. A decidere, quindi, Cannito, Iancu, Zerbi, Platinette e Jurman. Zerbi parla di un cinque a uno netto, al di là del televoto, e vota per i Blu; Cannito, invece, è abbastanza d’accordo con il televoto, ma premia i Blu per Loredana; anche Iancu premia i talenti (molto di più) della squadra Blu; Platinette vota per i cantanti dei Blu; Jurman si aspettava molto di più sia da Loredana ed Emma, che gli è piaciuta di più, ma alla fine vota i Blu.



    Con un 5 a 0 iniziano i Blu, che partono con Matteo che si esibisce su Miserere e chiama in causa Pierdavide, per la sua versatilità. Quindi prima prova staffetta, Matteo (Blu) contro Pierdavide (Bianchi) su Miserere. Nulla da dire su Matteo, tocca a Pierdavide che se la cava splendidamente! Davvero complimenti: la sua interpretazione ci è piaciuta anche di più di quella classica di Matteo. E anche Matteo gli fa i complimenti (bravo!).
    La prima prova staffetta è vinta da Matteo: continuano a scegliere i Blu.
    Si esibisce Angelo Iossa (Blu) su Yesterday che indica Anna Altieri come sfidante. Una vera sfida tra titani, due voci meravigliose, con l’interpretazione di Anna da brivido: davvero quest’anno i cantanti di Maria fanno faville. Questa seconda prova staffetta è vinta da Angelo (Blu).



    Continuano i Blu: Enrico canta Generale e vuole contro Stefanino, il quale fa la prima gaffe della serata.

    “Volevo ringraziarti per l’occ…” dice Stefanino a Maria che non la neanche finire di parlare: “Non posso prendermi i meriti di un regolamento: non devi ringraziare me, è merito del regolamento” come a voler allontanare da sé l’idea che il suo rispescaggio dipenda da una sua decisione. E Maria ne approfitta per mandare un saluto a Davide “che penso ci stia seguendo”. Stare zitto, no, eh?
    Enrico si lascia prendere la mano e stona un po’, poi lascia il microfono a Stefanino, che se la cava un po’ meglio sul fronte stonature, ma è lontano da Enrico. Era l’ultima prova della staffetta, e mentre Maria annuncia un piccolo problema nella grafica che ha indicato per qualche secondo Stefano Ballerino, la prova è vinta da Stefanino (Bianchi). Ma a chi va questo punto? Ai Blu: quindi 4 a 3 per i Blu.



    Ottava prova, Ballo: passo a sei di Garofalo. Si scontrano Borana (Blu) e Stefano (Bianchi). Marco commenta Borana con “molto carina, ha fatto grossi progressi e non ha fatto come Elena che si è tirata indietro su alcune cose”. Ci mancava la parolina cattiva su Elena che spesso non ha trovato adeguate le sue coreografie.
    Tocca a Stefano, poi pubblicità.



    23.34
    Ottava prova vinta da Stefano: 4 pari.

    Nona prova, Musical: si inizia dai Bianchi che si cimentano in Zorro. E canta anche Stefano De Martino nei panni di Diego De La Vega: carino e convincente. Da morire Pierdavide truccato da sergente Garcia. Anna invece è Luisa, mentre Emma è la gitana Ines. Michele è il capitano. Ma va detto che tutti sono bravi e convincenti nel sostenere il ritmo e i toni. Improbabili e fastidiose le musiche, tratte tutte dal repertorio dei Gipsy Kings. E dire che lo spettacolo è alle Folies Bergère.
    Commenta il responsabile dello Stage Entertainment che ha stretto un accordo con Amici: da lui un bravo a tutti, in una settimana sono riusciti a fare qualcosa di speciale.



    Tocca ai Blu con La Bella e la Bestia.
    Elena è Belle, Enrico è Gaston, Loredana è la Teiera, Rodrigo l’orologio (bravissimo!), La Bestia è Matteo, Borana è lo spolverino, Angelo è lo straordinario Candeliere, davvero senza parole. Il regista della Bella e la Bestia, in scena a Roma, non può che lodarlo e a ragione.



    La prova Musical (spettacolare) è vinta dai Blu che si portano sul 5 a 4. Per farsi coraggio, i Bianchi cantano il loro inno, costruito su Il Cobra non è un serpente.

    23.50
    Decima prova, Ballo: passo a due Celentano. Rodrigo (Blu) contro Grazia (Bianchi). Anbeta, dopo la dimostrazione, fa notare che sul pavimento ci sono ancora residue della scenografia dei Musical: Maria chiama la pubblicità per far pulire il pavimento.

    23.59
    Inizia Rodrigo che balla con Anbeta e sembra qausi un po’ impacciato come partner.
    Alessandra: “E’ un bravo ballerino, ma stasera la sua esibizione non è andata benissimo: Non so se è egitazione o l’attesa, ma ho visto traballamenti che non sono da te. Puoi fare molto meglio”. Cannito: “Sono molto meravigliato, sono d’accordo con Alessandra: ero perplesso su Rodrigo qui, visto che lui ha già vinto il terzo posto nelle olimpiadi della della danza nella categoria Seniores due anni fa, che in passato è stato vinto anche da Baryshnikov. Credevo che quindi fosse fuori classifica, ma l’esibizione di questa sera ha dimostrato che la danza è effimera: un’esibizione non alla sua altezza”. La Celentano, che cerca ‘turilla’ (per dirla alla Montalbano), fraintende quello che dice Cannito traducendo il tutto come un’accusa alla trasmissione che non si può permettere talenti all’altezza. Maria interviene: “Non ha detto questo, se stesse attaccando Amici sarei intervenuta: sta solo dicendo che riteneva che il suo livello fosse sproporzionato rispetto agli altri”. Di fatto Cannito parla di Rodrigo come un fuoriclasse, che ha già in tasca una delle tre borse di studio, dovrà solo scegliere tra le tre che gli verranno proposte. Celentano lo legge come un attacco al ragazzo: “Da quando in qua la bravura è un difetto?”. Vabbé, la Celentano è stanca e sta sbarellando. Maria piuttosto punta sul fatto che può essere considerato triste che un olimpionico della danza debba partecipare a un talent show per trovare un lavoro.
    Forse la migliore chiosa la dà Stefano: “Per noi è uno stimolo, ma questo può dimostrare che per quanto bravissimo, magari in questo contesto non è poi così eccezionale”. Dategli tempo e modo: il ragazzo è evidentemente un gradino più in alto di tutti nel classico, nel resto dategli un po’ di tempo.



    Grazia invece se la cava egregiamente, nonostante la Celentano dica che non le è piaciuta. “Non voglio infierire” dice la Celentano. La difende Villanova: ha interpretato anche bene uno stile anche abbastanza sofisticato. Proprio l’espressione è una delle cose su cui batte la Celentano. Mentre Cannito spezza una lancia a favore della ragazz (“L’ha fatta meglio lei, pulita”), Iancu difende la Celentano e Grazia parte all’attacco: “E’ inutile ascoltarlo, tanto quando parla guarda la Celentano”. E Iancu si offende: “Non è giusto che creda che il mio giudizio non è obiettivo”. Maria sbatte ogni anno contro i capricci della Celentano: giustamente non si sa spiegare perché due coreografi preferiscono Grazia e due Rodrigo. E ogni anno emerge il caso umano della Celentano. Pubblicità.



    00.20
    Si torna per chiudere il ragionamento su Grazia, con Maria che giustifica la reazione della ragazza perché è fuori di dubbio che le sue posizioni e quelle di Iancu siano identiche. “Anche io quando ti chiedo un parere penso che sia uguale a quello della Celentano e mi meraviglio quando invece è diverso”. La pausa pubblicitaria ha evidentemente portato consiglio a tutti, che si mostrano più accondiscendenti.
    Alla fine la decima prova è vinta dai Blu con Rodrigo: 6 a 4 per i Blu.

    00.23
    Undicesima e ultima prova, ma i Blu hanno già vinto. Si tratta della Prova Interpretazione, variante della prova Vessicchio: prove al buio su una canzone conosciuta per valutare la qualità dell’elemento. La squadra ha pochi secondi per scegliere chi schierare. La prova vale per tutti i cantanti, indipendentemente dal sesso. La canzone in campo è Profumo, di Gianna Nannini. E vediamo già Loredana ed Emma in campo. Peraltro tra i Blu solo Loredana la conosce.
    Vessicchio chiede di vedere l’incisività del tratto e del colore in una canzone ‘semplice’.
    E infatti le due squadre schierano Loredana (Blu) ed Emma (bianchi) alla quale tocca iniziare. Jurman giudica la sfida insidiosa e particolare: mette in gioco il contrario di quello che è portato a fare, esprimere piuttosto che mettere in luce le qualità tecniche. Ma con buona pace di Emma, pensiamo che sulla Nannini Loredana abbia gioco facile. Davvero ottima, comunque, Emma che dichiara: “Io da grande voglio essere come Gianna Nannini”.



    Tocca a Loredana che però sembra restare sempre un po’ dietro rispetto alla canzone, salvo poi scatenarsi nel finale. Interpretazione senza dubbio personale, rispetto a quella di Emma più vicina alla Nannini.
    Platinette: “Questa sfida non è stata all’altezza della precedente: Emma è incappata in qualche piccolo errore, ma era una copia di Gianna. Ma neanche Loredana ha beccato lo spirito della canzone: e nel finale di Loredana sembrava ci volesse l’ambulanza. Vessicchio è malefico, la prova era difficilissimo”.
    Emma si ritiene onorata di aver seguito le orme della Nannini, ma Platinette le fa notare che deve trovare la sua strada. Ed Emma scatta all’attacco e Platinette si arrabbia. Jurman ‘stranamente’ appoggia Platinette, neanche a lui si sono piaciute e consiglia a Emma di non rivolgersi così nei confronti di chi giudica. Ma Maria si mette nei panni di Emma: la conduttrice nota che dopo l’ovazione che ha accolto Loredana la ragazza si è chiusa a riccio. In più Maria dice che quest’anno i ragazzi sono educatissimi, anche se con carattere. E Jurman sottolinia che a lodarli troppo poi si rischia di creare mostri. AZZ, PARLA PROPRIO LUI!



    00.38
    Ma si arriva alle carte finali. La grafica utilizzata per introdurre le carte somiglia a quella della finalissima: è stata utilizzata per tutta la puntata ma Maria se ne accorge solo ora e le prende un colpo: lo prende come un presagio di chiusura anticipata. Scommettiamo che alla prossima puntata la cambiano? Ma dopo qualche esitazione (del resto i guai con la grafica sono un must della prima puntata) compaiono le carte giuste. La prima puntata del serale di Amici 9 è vinta dai Blu con il 51% dei voti.
    Ora tocca ai Blu indicare l’eliminato: sono salvi i primi sei in classifica, gli altri si appellano alla commissione.
    Noi ci aspettavamo Stefanino come primo nome, ma essendo è entrato ieri la produzione lo ha reso immune, visto che non era votabile per la classifica di gradimento. E’ Anna la prima a rischiare l’eliminazione. Nella classifica di gradimento è ultima, quindi si va alla commissione. Anna, che non si aspettava il voto di Angelo, è stata salvata dalla commissione (bastano cinque voti per la salvezza).
    Secondo nome: Michele, un po’ per esclusione. In classifica è nono, quindi anche lui attende il voto della commissione che lo salva. L’impressione è che la commissione voglia fare come lo scorso anno, ovvero lasciare la prima puntata in mano al pubblico: ma in questo caso uscirebbe Anna, e ci sembra davvero ingiusto, come ingiusta l’immunità di Stefanino, visto che è l’unico del gruppo ad essere stato giudicato inadatto al serale. Perché renderlo immune? Anche se all’ultimo posto in graduatoria ci avrebbe pensato la commissione a salvarlo eventualmente, o no? Sarebbe stato anche normale che uscisse lui, così com’era ovvio che il primo nome sarebbe stato Davide se avesse potuto partecipare. Ora rischia Grazia. Pubblicità.



    00.49
    Anche Grazia si salva per volere della commissione. A CHE SERVE LA COMMISSIONE SE POI SALVA TUTTI, SOPRATTUTTO ALLA PRIMA PUNTATA? Lasciamo direttamente alla classifica la decisione a questo punto!
    Restano fuori Emma, Pierdavide e Stefano: vi pare che la commissione possa non salvare qualcuno di loro?
    La prossima indicata è Emma, quarta in classifica: non c’è bisogno dell’ipocrita commissione.
    Dopo tocca a Pierdavide, solo dodicesimo. E la commissione, meritatamente, lo salva.
    L’ultimo è Stefano, undicesimo. E la commissione salva anche lui. Primo in classifica ancora Matteo.
    ESCE ANNA ALTIERI, un vero scandalo! La decisione di non rendere Stefanino nominabile e il comportamento come al solito inqualificabile della commissione ha condannato Anna all’uscita: verò è che di fronte a talenti del genere sarebbe stato comunque difficile per la commissione fare una scelta ‘condivisibile’, ma se questo deve essere l’andazzo meglio non metterla proprio in mezzo. Con Anna si perde un ottimo elemento e la squadra Bianca si trova priva di un membro importante. Maria le fa capire che per lei c’è grande inetersse da parte dei discografici, ma un altro po’ di tempo ad Amici avrebbe aiutato la sua carriera, che speriamo luminosa.



    La prima puntata del serale di Amici 9 finisce alle 00.55. Nel complesso ci è piaciuta molto: un solo Rvm, polemica solo su Grazia, vittima 2010 della Celentano, grande spazio alle esibizioni in rapida sequneza, spettacolari i musical (e la collaborazione con Stage Entertainment si vede), bravissimi i ragazzi. Speriamo si vada avanti così. A tutti buonanotte.

    5658