Amici 9, il quarto serale: fuori Rodrigo e Borana. Ma la commissione ripesca Rodrigo.

Amici 9, il quarto serale: fuori Rodrigo e Borana. Ma la commissione ripesca Rodrigo.

La blogcronaca della quarta puntata del serale di Amici 9: doppia sfida tra le squadre bianca e Blu e doppia eliminazione

    Si prepara la quarta anomala puntata di Amici 9: come ripetuto più volte, questa sera doppia sfida tra squadre e doppia eliminazione, con prove decise dai prof e commissione inabile al salvataggio; si salveranno solo i primi tre nella classifica di gradimento. E mentre la settimana è stata complicata dalla sfuriata di Enrico, che ha addirittura minacciato di passare nella Squadra Bianca per evitare Elena, si attendono i verdetti delle compagnie di ballo e dei discografici, che stasera indicheranno i propri preferiti. In alto una sintesi del regolamento di stasera.

    Le preferenze dei discografici le abbiamo già anticipate in un precedente post, anche se resta da capire quale major sceglieranno Emma e Pierdavide, mentre è ancora ignoto a chi andranno le borse lavoro offerte da tre prestigiose compagnie di ballo, la Josè Limon di New York, il Boston Ballet e il teatro San Carlo di Napoli.

    La tensione è alle stelle, anche perché la settimana non è certo trascorsa tranquilla: tra le prove decise e assegnate dai docenti e la lite tra Enrico ed Elena, che stava per scombinare l’assetto delle squadre, i nervi sono senza dubbio a fior di pelle. La doppia eliminazione ha scombussolato i calcoli delle squadre e ha messo in evidenza il gioco delle coppie che quest’anno anima il talent: ben tre le coppie ‘ufficiali’ nate tra i banchi della scuola di Maria, ovvero quelle formate da Pierdavide e Grazia ed Emma e Stefano nella Squadra Bianca e quella litigiosa e ‘pericolosa’ composta da Enrico ed Elena nei Blu.

    Chi uscirà questa sera? Lo scopriremo tra poco. Seguiteci con la nostra blogcronaca.

    21.33
    Parte la quarta puntata di Amici 9: entra Maria con top di paillettes argento e scherza un po’ con la gaffe della scorsa settimana: “Benvenuti alla quarta puntata di? … Amici”. E parte la sigla.



    Solito giro di saluti a tutti gli ospiti, compreso il direttore del Boston Ballet.
    Puntata importante per i cantanti per le famose buste dei discografici e per la presenza del direttore del Boston Ballet. E parte la prima delle due sfide: a mezzanotte si sapranno le ragioni di questa doppia sfida, decisa dalla commissione.

    PRIMA SFIDA

    21.37
    Prima prova, Canto: Sei Bellissima, scelta da Loretta Martinez. Contro Emma (Bianca) e Loredana (Blu). Ricordiamo che anche le assegnazioni sono state decise dai prof. Inizia bene Loredana, che ormai ha trovato il trucco per stare un po’ più ferma: canta con l’asta e non col microfono in mano. E sembra che abbia finalmente accettato il consiglio di Jurman, di stare un po’ più nei canoni, anche se alla fine fa un triplo sospiro.



    Loretta: “Ha tirato fuori una bellissima emozione”.
    Rapino: “Fa sempre ottime esibizioni, ma la mia paura è sempre quella che resti impantanata nei suoi standard. Questa canzone l’abbiamo fatta spesso anche a lezione, ma alla fine va sempre un po’ esagerata. Questa volta un po’ meno del solito, ma la tendenza è sempre quello”.
    Loredana: “Sembra si stia ravvedendo un po’ nei miei confronti… sta cambiando un po’ il suo pensiero, sta tornano sui suoi passi”.
    Rapino: “Non sto tornando sui miei passi…”.
    Tocca a Emma, accolta da un’ovazione, ma ci sembra che all’inizio si sia per un attimo dimenticata le parole. Forse abbiamo sentito male, riascolteremo con attenzione i video.



    Rapino: “Emma Comanda, l’ha resa molto intima; potrebbe cantare anche l’elenco telefonico”.
    Platinette: “Mi è piaciuta più Emma, anche perché questa volta che poteva andare sul tarantolato si è presa un sedativo”. Ma siamo d’accordo con Zerbi: “Se tira fuori la tarantola non va bene, se non la tira non va bene lo stesso…”.
    Plati: “Dipende dalla canzone, qui ci stava bene…”. E Zerbi lancia la pietra anche a Rapino: “Charlie è come Fonzie, non sa chiedere scusa”. Ahahahahaahahahahah.
    Ma Rapino continua a dire che Emma è un gradino più alto.
    Plati, invece, chiede che prima o poi le due non si esibiscano l’una contro l’altra.
    Interviene anche Balestra: “Emma ha avuto un crescendo fantastico, raccontando benissimo la canzone. Ci ha messo dentro il sentimento puro”.
    La prima prova è vinta da Loredana, 1 a 0 per i Blu.

    21.48
    Seconda prova, ballo: coreografia di gruppo di Garofalo, che ha scelto Elena (Blu) e Grazia (Bianca). la musica è Bad Romance. Elena è attesa alla prova Garofalo, che di certo la riempirà di critiche. Mariottini in questa coreografia sembra un invasato: povero.
    Celentano e Maria commentano le corde che fanno parte della coreografia. Ma inizia Grazia. E lo stivale nelle coreografie di Garofalo è di prammatica… Povera Grazia, qiesta volta appare fuori posto, mentre la scorsa volta era riuscita a giocare con intelligenza la carta dell’ironia per sdrammatizzare la portata sexy del balletto.
    Garofalo: “Sapevo che Grazia avrebbe avuto delle difficoltà, ma il viso era giusto per questo numero. Brava al 70%, ma ha una grandissima energia, va sembre al 250%, ma brava per averla portata a termine nonostante le incertezze”.



    E prima dell’esibizione di Elena, parte l’rvm che ricostruisce gli ultimi battibecchi tra lei e il coreografo (e dire che lei ha vinto il Ballo delle Debuttanti tra le Pop, che si opponevano alle bacchettone Chic). E torna il discorso della ‘versatilità’: lei si sente versatile, lui la ritiene presuntuosa (l’ha soprannominata La Prima Ballerina) e incapace di tenere la scena (“Scompare sul palco”). Ma come si fa a diore questo di Elena. E tocca a lei. Sfodera un sorriso a 32 denti, molto poco sensuale visto gli standard richiesti da Garofalo, che infatti la guarda schifato (una vera e propria faccia da schiaffi): lei però dà l’impressione di ballarla meccanicamente, senza grande intenzione. E alla fine lo studio esplode in un boato. Pubblicità. (E neanche a farlo apposta il primo spot è quello Tim, che ha come colonna sonora proprio Bad Romance).



    22.04
    Garofalo: “Elena mi ha sfidato durante il balletto, cosa che non doveva assolutamente fare: ha sorriso tutto il tempo, mentre Grazia ha mentenuto l’espressione. Poi alla fine sembrava un cavallo da prendere al lazo“. E chiama sul palco Kledi ed Eleonora, con tanto di poltrona per farle vedere come andava fatto. Elena contesta: “Ho alternato, non ho sempre sorriso, ricordo bene cosa abbiamo fatto. Abbiamo lavorato traquillamente in settimana; è ridicolo tutto questo”, dice Elena riferendosi alla ‘buffonata’ che sta organizzando Garofalo. Praticamente monta un’altra mezza coreografia per far vedere a Elena come doveva camminare ‘felina’. Chiede a Elena di rifarlo e lei dice: “L’ho fatto, mi sono sforzata. Basta. E trovo tutto questo ridicolo, maestro”. “Questo è il tuo limite” le ripete Garofalo. Maria, però le chiede di rifarlo: “Lo sai fare, fallo a modo tuo, ma dagli soddisfazione”. Così Maria la sostiene, cercando di farle capire che non è il caso di rifiutare a prescindere. Elena lo rifà, cacciando fuori rabbia ed espressione, ma per Maria, non per Garofalo, che continua a metterla a confronto con Eleonora.
    Platinette, invece, chiede cosa ne pensa Enrico. E lui risponde: “Se Garofalo ritiene che Elena sia poco femmina, allora è poco uomo Garofalo“. GRANDE ENRICO! Ma scoppia il putiferio. Maria cerca di calmare le acque, pregando tutti di far finta di non aver sentito quello che ha detto Enrico. “Tu non pensavi quello che hai detto, vero?” lo zittisce Maria., che gli ricorda che è in diretta e che i microfoni possono essere aperti.
    Seconda prova vinta (come ovvio) da Elena: 2 a 0 per i Blu.





    22.14
    Terza prova, canto: prova voluta da Vessicchio, Un Amore Così Grande (Claudio Villa). Enrico (Blu) contro Pierdavide (Bianca). Matteo, che inizia, non tradisce.



    La Stella: “Complimenti. E’ una canzone scritta per Del Monaco per la quale serve una grande struttura vocale. Bravo”.
    Tocca a Pierdavide, sempre straordinario.



    La Stella: “Quello che manca in Pierdavide è la tenuta della frase: gli manca l’impianto lirico fondamentale per questa canzone”. Elenca i difetti tecnici, che non stiamo a ripetere.
    Platinette: “E’ vero quello che dice La Stella, ma avuto il pregio di renderla moderna questa canzone”. Gran complimento. Ed entra in gioco anche Francesco Renga, che recentemente ha reinciso questa canzone: per La Stella, però, i toni di Renga sono invidiabili, nonostante l’abbia cantata un tono sotto l’originale.
    Secco Pierdavide: “Io mi sono prestato al gioco”. Lo difende la Di Michele: “Si cimenta in ogni tipo di repertorio, anche in quelle in cui non ha tecnicxamente gli strumenti”.
    Terza prova vinta da Pierdavide, 2 a 1 per i Blu.

    Quarta prova, ballo: coreografia di gruppo di Garrison, ma gli sfidanti sono stati scelti dalla Celentano, che ha messo contro Rodrigo (Blu) contro Stefano (Bianca). La musica è dei Gotan Project (meravigliosi!).
    Inizia Stefano. Bravo!
    Celentano: “Carino, mi è piaciuto, non era male. Però cammini semrpe sui talloni”.
    Stefano: “Cercare il pelo nell’uovo contro Rodrigo mi sembra una stupidata”.
    Celentano: “Il Tango ha una sua impostazione… mi sembri prevenuto”.
    Stefano: “Non sono io che sono prevenuto…”.
    Ma interviene Garrison: “Non ci sto a un confronto così con Rodrigo; la Celentano dice che è meglio Rodrigo, ma per me Stefano poteva togliersi i pantaloni bianchi, mettersi il gilet nero e ballare con i professionisti”.
    Ovviamente parla anche Villanova: “In coreografie del genere non mi metto a guardare i piedi: era una coreografia perfetta per lui”.
    Celentano: “Se sei un professionista guardi tutto”. E Stefano torna al posto camminando come vorrebbe la Celentano.



    Ma ora tocca a Rodrigo. E ci spiace per lui, ma il tango è da un’altra parte.
    La Celentano gli fa un appunto un incorcio e poi gli fa i complimenti. Garrison fa una premessa: “Lo trovo straordinario, magari avere ballerini con la sua tecnica, ma su certe cose non mi convince. Il suo limite in questi casi è fisico, è l’altezza. L’espressione c’era, ma in una coreografia del genere non ce le metterei”.
    Anche Maria interviene: “Non è colpa sua se le nostre ballerine sono alte. Le professioniste le abbiamo scelte noi”. Garrison, in pratica, attacca la Celentano che l’ha messo in un pezzo a lui non adatto. Ma così facendo, come dice Maria, Rodrigo non può fare passi a due, visto che tutte le professioniste sono troppo alte per lui. Pubblicità.



    22.38
    La quarta prova è vinta da Stefano: 2 pari.

    22.38
    Quinta e ultima prova della prima sfida, Staffetta. I soliti cinque sono chiamati a scegliere chi inizia: Villanova, Platinette e Balestra votano per i Bianchi, che iniziano.
    La prima prova staffetta è Stefano contro Rodrigo su un pezzo moderno. Inizia Stefano, segue Rodrigo. Vince Rodrigo. E lo studio rumoreggia.



    Per la seconda prova staffetta i Blu schierano Matteo che canta The Show Must Go On contro Emma.
    Inizia Matteo, che si cimenta su un pezzo pop non proprio facilissimo, neanche per lui. Segue Emma, che ce la mette tutta con buoni risultati, ma Matteo in questo pezzo ha pochi rivali. Brava comunque Emma. La seconda prova staffetta è vinta da Matteo.



    La terza prova staffetta, quindi, è ancora dei Blu, che mettono in campo Elena contro Michele su un pezzo per metà tip tap e metà hip hop. Sempre schifata la faccia di Garofalo. Tocca poi a Michele, che non ha mai fatto tip tap in vita sua. Ma caccia un’eleganza da Gene Kelly e per la seconda parte sceglie un’ironica coreografia simil contempraneo con molto show. Bravissimo! Pubblicità, prima del primo verdetto.



    22.59
    Chiuso il televoto per la prima sfida: ma le carte non arrivano e Maria si inalbera con la truppa. “Ragazzi, il fatto è grave, non scherziamo, questi aspettano”. Il risultato lo dà a voce Zanforlin: LA PRIMA SFIDA E’ VINTA DALLA SQUADRA BIANCA.
    Il primo nome dei Bianchi è Loredana: i ragazzi non perdono tempo e come promesso affondano il pezzo da novanta. Loredana se lo aspettava è già parla da esclusa. “Me ne vado con i piedi” dice Loredana, ma non abbiamo capito cosa volesse dire.

    Ma la regia è in palla, non riesce neanche a mostrare la classifica.



    Maria le fa cantare, fuori programma, l’inedito, che fa pensare che Loredana sia fuori, anche se non c’è ancora la classifica. Canta Ragazza Occhi Cielo, scritta da Biagio Antonacci guardandola in tv e immaginando di raccontare la sua vita. Bellissimo il pezzo, chiuso proprio da un inserto di Antonacci.



    Finalmente viene mostrata la classifica: Loredana è terza ed è salva.
    Il secondo nome è RODRIGO, che è solo undicesimo. ESCE RODRIGO. La Celentano trova scandaloso il comportamento dei Bianchi, che hanno indicato prima Loredana e poi Rodrigo. I Bianchi si difendono: “Se avessimo nominato Borana sarebbe stato giusto?”. Maria stoppa la discussione, ha paura che possa influenzare la seconda sfida.

    SECONDA SFIDA
    23.09
    Prima prova: ballo, coreografia di Garrison. Elena (Blu) contro Stefano (Bianchi).
    Inizia Elena, con Amilcar.
    Garrison: “Elena era perfetta! Hai interpetato ogni passo, ogni passo aveva la sua faccia”. Ma Garofalo scuote la testa: “A me non è piaciuta; poi a me il calzino non piace”. Garrison: “Se slinguazza qualcuno va bene? No, tu ce l’hai con lei personalmente, non va bene questa cosa”. Ha ragione Garrison.



    E tocca a Stefano. Meno incisivo Stefano su questo pezzo; stanco? Stressato dall’eliminazione?
    Garrison: “E’ la prima volta che non mi hai convinto. Non hai approcciato questa coreografia come le altre”.
    Stefano: “E’ vero. E apprezzo la sincerità: almeno non è di parte” E torna sull’eliminazione di Rodrigo: “E’ un talent show, vince uno solo. Normale che si punti alla vittoria. Dall’altra parte sarebbero stati clementi”. Celentano: “Ma non si vince con merito così”.
    Garofalo, invece, si schiera dalla parte di Stefano: “Nessuno nega il talento di Rodrigo, ma sono cinque mesi che si spezza la schieza. Bravo che l’hai cacciato via”.
    La prima prova della seconda sfida è vinta da Stefano: 1 a 0 per i Bianchi.



    23.22
    Seconda prova, canto: Emozioni. Pierdavide (Bianca) contro Enrico (Blu). Inizia Pierdavide, che abbraccia la sua chitarra ed emoziona.
    Di Michele: “Interpretazione commovente di questo pezzo; questo ragazzo è un artista”. E siamo d’accordo.

    Prima esibizione questa sera per Enrico, anche lui accompagnato dalla sua chitarra. La voce gli trema mentre dà di Battisti un’interpretazione leggermente più aggressiva, più vicina alle sue corde. Uhm… un po’ stonatino. Chiuso il televoto, pubblicità.



    23.32
    Ma prima delle carte parte un rvm su di lui: non si parla del suo minacciato cambio di squadra, ma del suo difficile rapporto con la Di Michele, che in realtà ce l’ha con la cecità della Martinez. E così viene analizzata punto per punto l’esibizione della scorsa settimana su Tenco: impietosa l’analisi. Enrico, che ha già visto queste critiche, ha chiesto alla redazione di rivedere la sua esibizione a Sanremo qualche anno fa, con la Casale. E viene mandata in onda: e scappa qualche stonatura anche a lei. Anche Enrico analizza la sua performance, con lo stesso piglio critico. “Stiamo sulla stessa barca” dice Enrico, ma la sua presunzione ora è esagerata. “Quando ho avuto quella rottura di voce il mio produttore, Lucio Fabbri, mi ha sgridato severamente” dice la Di Michele. Maria cerca di difenderlo, dicendo che lui è solo un mezzo per la polemica con Loretta. “Visto che Loretta ha detto che chi ha la competenza di parlare di tecnica vocale parli, altrimenti si dimetta, è Loretta a rispondere tramite Enrico alla Di Michele” spiega Maria a Platinette che è già saltata al collo di Enrico. Ma così, però, si fa fare una pessima figura ad Enrico, che passa per il presuntuoso oltre ogni limite. E risponde Loretta con un gran giro di parole: “Spesso è impreciso, ma quando esce fuori dal suo stile perde il controllo. E se fosse stato un tuo allievo tu parleresti diversamente di lui, e questo è triste”. Uno scontro tra titani questo tra la Di Michele e la Martinez: di mezzo ci sta andando incolpevolmente Enrico. Ma stanno sbagliando la produzione e gli autori: non si può fare ‘sta cosa!
    Maria sintetizza: “Loretta ritiene che gli errori di Enrico siano dovuti allo stile, per la Di Michele è colpa dell’insegnante”. Un delirio! E interviene anche Jurman, che ha fatto il gesto di andar via: “Non ha ragione nessuno dei due; non capisco questa posizione così rigida sull’intonazione, qaundo prima non era importante per lei [ma quando??]” e le chiede i difetti tecnici che trova in lui. Jurman: “Gli manca l’abc, ma il tremolio è dovuto alla postura, al fiato, alla respirazione, ma ha fatto Emozioni con un pathos molto più alto di Pierdavide”. Noi rimaniamo sempre sconvolti da quello che sono capaci di dire! Anche Maria chiede tregua, mentre Platinette urla: “Bastaaaa!”. E anche noi!
    Chiude Seinardi: “Invito tutti quando giudichiamo questi ragazzi a valutare anche l’interpretazione, e quella di Enrico era un’interpretazione straordinaria”. E tramite Maria Enrico fa sapere al mondo che non vuole andarci di mezzo lui per le beghe tra le insegnanti. E ha ragione.





    Arrivano finalmente le carte: la seconda prova è vinta da Pierdavide: 2 a 0 per i Bianchi. E grazie a questo siparietto diminuiscono le prove.

    Terza prova, ballo: Esmeralda, scelta da Villanova. Si esibiscono i primi ballerini dell’Opera di Parigi, Alessio Carbone e Ludmila Pagliero Che bello, della vera danza classica ad Amici! Meravigliosi. Dopo la pubblicità Borana contro Grazia: e questa è cattiveria.



    23.57
    Ci sa che questa sarà l’ultima prova. Inizia Borana. Ma i port de bras non sono il suo forte.
    Celentano: “E’ ancora un’allieva; qualche imperfezione e qualche errore. Si può fare di meglio, ma anche di peggio”.
    Villanova: “Non è un’allieva, è diplomata. Prende tutto con superficialità, non ci mette intenzione nell’entrare nel personaggio. Si vede che fa delle cose tanto per fare, ad esempio quando cammina. E poi nei corridoi si saluta, è la prima regola della tua disciplina”.
    Borana: “Se quando saluto ho in cambio un bel sorriso, ma poi in diretta dice altre cose, non mi interessa ricevere un saluto”. Siparietto orrendo.



    Tocca a Grazia, che è molto più convincente.
    Villanova: “Ha fatto l’80% di quello che le avevo detto di fare. E abbiamo lavorato molto sull’interpretazione”.
    Celentano: “E’ talmente tanto evidente che preferisco non commentare”. E mentre lo studio girda “Fuori, Fuori”, noi siamo d’accordo con la Celentano: è evidente la migliore esecuzione di Grazia, più pulita, più precisa, più convincente. E mentre Borana continua a far polemica, Villanova le ricorda la necessità di essere umili.
    La terza prova è vinta da Grazia: 3 a 0 per i Bianchi.



    00.07
    Quarta e ultima prova, duetto: Vivo per Lei. Pierdavide ed Emma (Bianchi) contro Matteo e Loredana (Blu). Iniziano i Bianchi.



    Di Michele: “Non è andata benissimo, qualche sbavatura, ma l’intenzione è salva. Pierdavide un po’ perso”. E siamo d’accordo con lei, completamente.
    Rapino, invece, invita i discografici a far fare un disco insieme Emma e Pierdavide.
    Tocca a Loredana e Matteo, andati decisamente meglio. Pubblicità.



    Mancano ancora le scelte dei discografici in tutto questo… comunque questa puntata costruita con la doppia sfida non ci è piaciuta: confusa, accellerata, nervosa; speriamo davvero non ripetano (anche perché vorrebbe dire che chiude prima).

    00.18
    Chiuso il televoto: e anche questa volta la schermata con le carte non arriva. Ma stavolta ce la fanno: LA SECONDA SFIDA E’ VINTA DALLA SQUADRA BIANCA. Doppia vittoria per i Bianchi, quindi, che nel computo finale si portano sul 3 a 2.
    Primo nome Borana, che è decima. FUORI BORANA.

    Maria fa rientrare anche Rodrigo per leggere la motivazione della commissione: per evitare di essere considerata parziale ha deciso stasera di non salvare nessuno. Ma poi ha deciso di aprire UNA NUOVA SFIDA TRA DI LORO PER DECIDERE CHI SALVARE. TUTTO QUESTO NON HA SENSO, e lo fa notare anche il pubblico che rumoreggia alla lettura del comunicato (incomprensibile) della commissione. Maria legge la protesta come una scortesia nei confronti degli eliminati: in realtà è una protesta contro l’assoluta follia della cosa.
    Si salva così la finalissima a quattro.



    Per i due una sola prova, quella di improvvisazione con Daniel Erzalow. Ribadiamo: NON HA SENSO!
    Solo una manovra per far risalire l’audience: a questo punto il gioco è svelato. Ma così si è bruciato subito, non regge come soluzione per far alzare gli ascolti, anche se per domani ce li attendiamo più alti delle altre settimane. Ma il trucco è sgamato a questo punto: ci sembra una delle prese in giro cui gli autori ci hanno abituato negli ultimi anni.

    Nel frattempo si è consumata la farsa della prova improvvisazione, anche se la commissione giudicherà sulla base di quanto finora visto nella scuola.

    00.28
    E mentre vota la commissione entra Gianluca Grignani, che ha scritto anche una canzone per Enrico.

    00.33
    Siamo alle buste dei discografici. Ciascuna casa discografica ha preparato dei progetti per gli allievi.
    La Sugar (Seinardi) sceglie Matteo ed Enrico.
    Seinardi: “Per tradizione cerchiamo artisti all’inizio della carriera e li ‘cresciamo’. Il lavoro sarà difficile e ci aspettiamo che voi ce la mettiate tutta”.
    Sony (Zerbi) sceglie Loredana e Pierdavide. Zerbi: “Non ho mai cambiato idea su di voi”.
    Universal sceglie Pierdavide ed Emma: e il duetto è dietro l’angolo.
    Emi (Alboni) sceglie Emma e Pierdavide. Alboni: “Li ho ammirati fin dall’inizio”.
    Warner sceglie Emma e Pierdavide. Quindi le indiscrezioni del Corriere della Sera erano inesatte. Il più desiderato è Pierdavide.

    00.41
    Siamo al verdetto: la domanda è “Chi vuoi che rimanga”. E la commissione salva Rodrigo che rientra in gioco nella squadra dei Blu.



    La classifica non si vede, sarà per domani. Noi contestiamo comunque la struttura della puntata e ci aggiorniamo a domani.

    5499

    ALTRE NOTIZIE