Amici 9, Il Ballo dell’Estate: costruzione di un tormentone

Amici 9, Il Ballo dell’Estate: costruzione di un tormentone

Amici 9 lancia il tormentone dell'estate, ovvero Il Ballo dell'Estate scritta da Pierdavide Carone

    Il Ballo dell’Estate, pezzo scritto e intepretato da Pierdavide Carone e inserito nella compilation Nove si candida a diventare il tormentone dell’estate. Una ‘candidatura’ non proprio spontanea visto che Amici sta facendo di tutto per imporlo: basti vedere cosa è successo questo pomeriggio durante la diretta del pomeridiano del talent di Canale 5, quando Maria non solo ha fatto esibire Pierdavide con l’accompagnamento dei ballerini di Erzalow ma ha anche invitato il pubblico a seguire la coreografia. Il tormentone è servito.

    Che Amici sia una stroardinaria macchina da marketing è noto: non sforna solo talenti che puntualmente vincono Sanremo (si veda Marco Carta nel 2009 e Valerio Scanu nel 2010), ma ora firma anche automobili e spinge l’accelleratore sul mercato musicale estivo intervendo massicciamente nella costruzione del tormentone. Complice, senza dubbio, Il Ballo dell’Estate, creazione di Pierdavide Carone pubblicato in Nove, la seconda compilation di Amici 9, canzoncina semplice e ritmata che strizza l’occhio ad Alex Britti e che è stata presentata per la prima volta nel serale della scorsa settimana.


    Per l’occasione Daniel Erzalow ha costruito una coreografia ad hoc (cosa normale per il serale) che è stata presentata anche nella diretta di questo pomeriggio: una scelta irrituale che evidentemente ha un solo obiettivo, creatre il fenomeno.
    Altrettanto irrituale il comportamento di Maria De Filippi, che ha invitato il pubblico a scendere in pista per seguire la coreografia: il risultato è stato, come immaginabile, ben diverso, visto che sono scese decine di persone che hanno finito per fare ala a Pierdavide.
    Ma l’effetto coinvolgimento è garantito e la via per il successo estivo è aperta. A questo punto siamo legittimati a pensare che Pierdavide abbia scritto il pezzo su ‘commissione’: non è certo un peccato grave, speriamo solo che sia riuscito a strappare le royalties sulla vendita dei cd e sui passaggi radiofonici.

    339

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE