Amici 9: Canale 5 esulta, Maria De Filippi ringrazia i finalisti

da , il

    Gli ascolti della finalissima di Amici 9 rendono felice ed orgoglioso Massimo Donelli, direttore di Canale 5: “La scuola di Maria De Filippi ha dimostrato di rappresentare l’eccellenza per giovani talenti” afferma Donelli, che snocciola dati Auditel e picchi d’ascolto del 57,8% di share al momento della proclamazione della vincitrice, Emma Marrone. Intanto Maria De Filippi in un’intervista a Sorrisi ringrazia i suoi ragazzi, come fatto più volte nel corso delle battute finali del suo Amici, che ora pensa al decennale.

    L’esito della prima sfida, quella tra Pierdavide Carone e Matteo Macchioni, ha fatto registrare il primo picco di ascolto, con 7.750.000 telespettatori alle 22.48; il secondo è arrivato è stato ottenuto nei minuti finali, quando Emma Marrone ha stretto tra le mani il trofeo di Amici 9.

    Ma è tutta la galoppata di Amici a esaltare Massimo Donelli, che sfiora i toni lirici nel celebrare il talent di Maria De Filippi anche in onore del primo tenore della storia del programma, che ha anche conquistato il ruolo di protagonista in un’opera (Elisis d’Amore di Donizetti) per tre serate di gala tra maggio e giugno al Teatro Verdi di Salerno.

    Amici ha meritatamente chiuso con un grande risultato il suo lungo percorso cominciato sabato 26 settembre 2009. Percorso punteggiato da ascolti sempre sopra gli obiettivi di rete e disseminato di molte ragioni d’orgoglio per Canale 5. Mai come quest’anno, infatti, la scuola di Maria De Filippi ha dimostrato di rappresentare l’eccellenza per giovani talenti che vogliono compiere il salto di qualità nella danza e nella musica Tanto che Amici è oggi non solo un grande brand televisivo ma anche un luogo d’eccellenza dove la passione e la professionalità consentono a ragazzi sconosciuti di entrare in maniera trasparente e secondo criteri meritocratici nei grandi circuiti dello spettacolo” afferma Donelli nel suo primo afflato d’amore per la gallina dalle uova d’oro della sua Canale 5, che difende a spada tratta dalle accuse di combine mosse da Gabriele Paolini con quel “trasparente” gettato quasi en passant nella sua dichiarazione.

    Non basta – continua Donelli – Amici diffonde cultura musicale e quest’anno ha addirittura reso possibile il rilancio del genere più italiano fra i generi musicali: la lirica. Con buona pace dei parrucconi che hanno costantemente il ditino alzato verso la tv. E gran merito di Maria, sempre cosi in sintonia con il sentimento popolare“.

    E nazional-popolare si definisce Maria De Filippi in un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni. “Sono fiera di essere nazional-popolare…quindi come un telespettatore mi accorgo se qualcosa funziona o no. [...] Sono sempre in mezzo alla gente, ascolto quello che dicono al centralino…[...] Uomini e Donne dedicato alla terza età non è una mia idea, è un’idea del pubblico che chiedeva di partecipare pur non avendo l’età dei tronisti” dice Maria che non nasconde, intanto, l’emozione per i suoi finalisti.

    Il loro livello era molto alto – continua la conduttrice – Trovo Pierdavide geniale, Emma e Loredana strepitose, Matteo ha consentito che ad Amici entrasse la lirica che lui rappresenta benissimo“.

    I ragazzi di quest’anno hanno avuto tanto successo perche’ il livello di coloro che si sono presentati ai provini e’ stato altissimo ma anche grazie alla fattiva collaborazione con le case discografiche, senza le quali tanti degli obiettivi raggiunti sarebbero stati impensabili”, ha detto la conduttrice.

    Maria si riferisce alle vittorie inanellate dai concorrenti di quest’anno, ancora prima di uscire dal talent: per la prima volta nella storia del talent show di Canale 5, la finale e’ stata tra ragazzi che avevano di fatto gia’ vinto.

    Poi c’e’ il capitolo dell’apertura alla lirica, anche questo rivelatosi fortunato. Matteo Macchioni, 26 anni, primo cantante lirico a partecipare al talent show di Maria De Filippi, arrivato quarto nella finale, e’ stato gia’ ingaggiato da Daniel Oren per la parte del protagonista Nemorino in tre repliche di gala dell”Elisir d’amore’ di Donizetti, che verranno dirette dallo stesso maestro israeliano, nell’imminente prossima stagione lirica del Teatro Verdi di Salerno. “Questa e’ stata una delle piu’ grandi soddisfazioni di quest’annata eccezionale. Non avrei mai pensato di vedere un direttore del calibro di Oren dichiarare di voler puntare su Matteo per portare i giovani all’Opera”, ha affermato la conduttrice.

    Per tutti loro (e anche pergli altri allievi ammessi al serale) è già partito un contratto discografico (da oggi in vendita il’Ep di Pierdavide, Una Canzone Pop): e la missione di Amici è proprio quella di sfondare la barriera del piccolo schermo per approdare sul mercato. Spiega la De Filippi: “Il mio obiettivo è sempre stato quello di far diventare Amici una realtà non solo televisiva, ma anche qualcosa di vero per chi vi partecipa. Qualcosa che serva poi nella vita. La presenza di Alessandra Amoroso nelle classifiche a un anno di distanza dalla vittoria dimostra che Amici è anche una realtà discografica non necessariamente legata al momento. C’è chi deve farsene una ragione“.

    E si attendono conferme da Marco Carta, del quale esce un nuovo cd a maggio, a due anni di distanza dal trionfo di Amici 7.

    Intanto però Emma Marrone (che ha tra i fans Gianna Nannini e Anna Oxa) ha già conquistato la vetta dell’hit parade dei dischi più venduti con Oltre, Loredana Errore è entrata direttamente al sesto posto della classifica degli album piu’ venduti Ragazza occhi cielo, Pierdavide Carone ha scritto Per Tutte le Volte Che con cui Valerio Scanu ha vinto il Festival e spopola in radio con Di Notte. Risultati ottenuti anche grazie “alla fattiva collaborazione con le case discografiche, senza le quali tanti degli obiettivi raggiunti sarebbero stati impensabili” ha detto Maria nella conferenza stampa di chiusura del programma. “Credo – ha poi aggiunto – che Amici abbia portato a comprare dischi persone che prima non li compravano e questo non tolga niente agli altri grandi artisti”.

    L’orgoglio, però, resta Matteo che debutterà nell’opera al Verdi di Salerno con la direzione del maestro Daniel Oren: “Questa è stata una delle piu’ grandi soddisfazioni di quest’annata eccezionale- ha aggiunto Maria in conferenza stampa – non avrei mai pensato di vedere un direttore del calibro di Oren dichiarare di voler puntare su Matteo per portare i giovani all’Opera”.

    Tornando all’intervista a Sorrisi, Maria attacca quindi gli snob, quei ‘parrucconi’ citati anche da Donelli nella sua nota di congratulazione ad Amici: “Quel che mi disturba è lo snobismo – continua Maria – dicono che televoto i ragazzi dei talent sono favoriti a Sanremo. Sarà, ma poi questi finiscono anche ai primi posti nelle classifiche. E non mi sembra che Pupo ed Emanuele Filiberto vendano tanti dischi, anzi”.

    Inevitabile, in chiusura, uno sguardo a Sanremo 2011, complice la presenza ieri in studio per la finalissima di Gianmarco Mazzi, direttore artistico del Festival nelle ultime edizioni (anche se ha già annunciato di non voler replicare il prossimo anno): “Spero proprio che nessuno dei cantanti di Amici partecipi a Sanremo 2011. Già c’è lo stress della gara, in più si aggiungono gli attacchi di chi considera i ragazzi dei talent cantanti di serie B… un po’ mi scoccia“.