Amici 2017, Fabrizio Moro: ‘Della Scuola amo il confronto con i concorrenti’

Il docente del talent show di Maria De Filippi fa un bilancio della sua esperienza televisiva su Canale 5

da , il

    Fabrizio Moro: 'La Scuola di Amici mi ha permesso di aprirmi'

    L’esperienza ad Amici 2017 per Fabrizio Moro è molto positiva: la Scuola di Maria De Filippi gli ha, infatti, permesso di confrontarsi con i concorrenti del talent show di Canale 5 e di trasmettere a dei ragazzi molto più giovani di lui tutti gli insegnamenti acquisiti negli anni di carriera. Per il cantautore, reduce dall’esperienza sanremese, il ruolo di docente ad Amici 16 può essere riassunto, dunque, in due parole: apertura e confronto.

    Sono questi gli elementi che hanno caratterizzato la presenza di Fabrizio Moro ad Amici 2017 e nelle passate edizioni. Entrato a far parte del cast della Scuola di Maria De Filippi nel 2015, il musicista e cantautore di origini romane considera la sua esperienza nel talent show una delle più positive in assoluto perché, così come accade per i concorrenti, anche per i maestri di canto e ballo la Scuola televisiva più ambita dai giovani talenti è un modo per imparare e conoscere.

    Solitamente restio all’eccessiva esposizione mediatica, Fabrizio Moro ha deciso di lanciarsi nell’esperienza con Amici di Maria De Filippi riconoscendo alla Scuola il merito di avergli insegnato ad aprirsi: ‘E’ stato terapeutico per me. Vivendo la televisione e la radio con molta apprensione, la Scuola mi ha aiutato ad aprirmi nei confronti degli altri e, soprattutto, degli addetti ai lavori’. Il cantautore, dunque, ammette di aver ‘usato’ il talent show di Canale 5 come un modo per insegnare e per imparare anche ad assumere un atteggiamento diverso e meno restio nei confronti degli altri e dei mezzi di comunicazione in primis.

    Ma l’esperienza ad Amici 2017 per Fabrizio Moro ha un valore aggiunto dato dalla presenza di concorrenti molto giovani ai quali poter trasferire i propri insegnamenti e il proprio bagaglio culturale: ‘La cosa che mi piace di più è confrontarmi con i ragazzi: hanno vent’anni meno di me e cerco di mettere a disposizione tutta l’esperienza che ho accumulato sulle spalle’ – ha raccontato l’insegnante che si prepara per il prossimo Serale del talent show e che non nasconde l’entusiasmo per la presenza di molti giovani cantautori in questa 16esima edizione – ‘Non è sempre semplice, però credo di esserci riuscito bene perché quest’anno, per la prima volta, si sono affacciati molti cantautori e mi ha dato una grande soddisfazione. Sono molto felice e sereno, è stata un’esperienza positiva per me’.

    E, in effetti, Fabrizio Moro ha dimostrato di apprezzare in particolar modo alcuni dei concorrenti di Amici 2017: molto vicino a Lo Strego, ha gioito per l’ingresso al Serale del cantautore che, fin dalla fase dei Casting, era riuscito a convincere il professore con i suoi inediti, ‘DJ’ in primis.