Amici 2013: Irene e Giosuè salvi, il rapper Moreno entra nella scuola

Nel live di Amici 2013 in onda sabato 9 febbraio sono stati salvati Irene e Giosué ed è entrato nella scuola il rapper Moreno

da , il

    Moreno Amici 2013

    Importanti novità nel live di Amici 2013 in onda sabato 9 febbraio su Canale 5. Come prevedibile, la puntata si apre con la definizione delle maglie grigie di canto assegnato da Grazia Di Michele. La professoressa di canto vuole esaminare in primo luogo Irene, la più giovane della scuola da lei ritenuta priva di personalità. Dopo aver ascoltato qualche performance la Di Michele opta per una sfida immediata contro Francesco (già visto ai casting) che sarà giudicata dal produttore discografico Brando. L’emozione comprensiva di fiumi di lacrime sembrerebbe giocare brutti scherzi ad Irene, che invece se la cava e viene preferita allo sfidante.

    Dopo Irene tocca a Giosué la verifica con Grazia Di Michele che ipotizza un provvedimento ben più severo di quello precedente: l’eliminazione immediata. Menomale che a salvare il ragazzo ci pensa Mara Maionchi, convinta che debba studiare, così come Rudy Zerbi che durante le prove ha visto in lui qualcosa di interessante. Rimandata per ora la sorte della maglia grigia Marika e la sfida tra i ballerini Leonardo ed Andrea, è Maria De Filippi ad introdurre la sfida d’ingresso tra due aspiranti rapper Moreno e Nexs. A suon di improvvisate e sfide tipiche di questo genere musicale, vince a mani basse il primo, che si distingue per la simpatia e la vivacità nel comporre canzoni su due piedi.

    Dopo il momento di Moreno, autore di rap a richiesta da parte di Maria De Filippi, si apre la consueta finestra dedicata a La scimmia. Risate e buffe prove di inglese vedono i ragazzi protagonisti insieme al professor Sloan. Peccato, però, che la diretta si interrompa in coincidenza dell’inizio della sfida tra Andrea e Azzurra, un’aspirante maturanda dal look eccentrico con il sogno della moda e della recitazione.

    Leonardo va in sfida, tensioni tra Pasquale ed Etienne

    Con il pomeridiano di Amici 2013 in onda lunedì 4 febbraio si apre una nuova difficile settimana per i concorrenti del talent show di Canale 5. Seppur ancora scossi dall’eliminazione della ballerina Nicole Marin, i ragazzi hanno continuato ad esibirsi nel live di sabato, i cui ultimi scampoli sono spalmati come di consueto nei primi giorni della settimana successiva. Gli equilibri interni e soprattutto i talenti nonché i potenziali ‘campioni’ di questa edizione si cominciano a ravvisare. A dimostrare di che pasta sono fatti ciascuno dei ragazzi sono soprattutto le esibizioni non sottoposte a giudizio. Infatti, suscita non poco entusiasmo la bravura del danzatore Nicolò, la capacità di stare sul palco di Greta e Chiara, così come il fascino vocale della rossa Irene alle prese persino con un pezzo di Anna Oxa.

    Ad animare, però, il meccanismo di selezione che porterà al serale è la scelta e poi il destino riservato alle maglie grigie. Oggi è stata la volta del danzatore Leonardo, messo in dubbio da Garrison che si è detto deluso dall’evoluzione post casting subita dal ragazzo. In una prova comparativa con Pasquale Di Nuzzo, l’oggetto dei desideri di Greta non brilla per presenza scenica ed espressività del viso. Varie sono le esibizioni a cui è sottoposto dal maestro come passi a due, assoli e persino una coreografia di Alessandra Celentano, ma il risultato non è eccellente: sfida fissata per la prossima settimana.

    La verifica richiesta da Garrison diventa, inoltre, un’occasione per scoprire antipatie e tensioni tra gli allievi della scuola, in questo caso Pasquale ed Etienne. Quest’ultimo, rubando ingiustamente la scena a Leonardo, fa notare come il titolare del banco Fanta abbia tante faccette e poca tecnica. Il confronto sembra scendere a livelli bassissimi quando, incuranti delle difficoltà vissute da Leonardo in quel momento, si confrontano sul medesimo passo di danza suscitando lo scetticismo di tutti i compagni seduti. Forse anche questo intermezzo contribuisce ad irritare non poco il ballerino in maglia grigia, che ironizza con stizza sulla decisione di Garrison ma si dice pronto ad affrontare ciò che gli aspetta. Dalla sua ha comunque il sostegno dei compagni come Greta ed anche il danzatore sui tacchi Andrea, che viene richiamato da Garrison per i suoi commenti in stile ‘coreografo’.

    Intanto, resta l’attesa di conoscere il destino dell’altra maglia grigia ancora nella classe di Amici 2013: Marika. La cantante messa in dubbio da Rudy Zerbi per delle performance poco felici potrebbe essere catapultata verso una sfida immediata o fissata a sabato, restare nella scuola o, nella peggiore delle ipotesi, essere eliminata allo stesso modo di Nicola Rosafio.

    Vecchioni fa lezione ai cantanti, Pasquale vince la sfida interna con Etienne

    Il pomeridiano di Amici 2013 in onda martedì 5 febbraio su Canale 5 ha segnato la temporanea interruzione di verifiche con assegnazioni di maglie grigie per concentrarsi sul qualcosa di diverso. Infatti, si è finalmente registrato l’esordio di Roberto Vecchioni nei panni di professore d’eccezione per i cantanti della scuola. Come primo tema per il suo ciclo di lezioni il cantautore ha scelto la genesi della canzone, nata ormai millenni fa come preghiera ed anche, in un certo senso, come mezzo di comunicazione. Particolare attenzione è stata rivolta al senso di mirabili canzoni d’amore – Io tra di voi di Charles Aznavour e Pazza idea di Patty Pravo – fino ad arrivare ad una frase rivolta da Barack Obama a degli studenti dell’Università della Pensylvania: ‘Voi dovete studiare non per diventare giocatori di Basket, o rocker, o manager, perchè ne abbiamo tanti, voi dovete studiare per inventare altre cose..‘. Monito alla creatività, dunque, da parte di Roberto Vecchioni che è stato salutato con entusiasmo da veri discenti pronti a pendere dalle sue labbra.

    Se da un lato Vecchioni ha incentivato un’autentica aura di armonia tra i cantanti, i ballerini si sono mossi sul terreno dell’agonismo e della rivalità. E’ il caso di Etienne, promotore di una singolare sfida con Pasquale per dimostrare la netta inferiorità di quest’ultimo nelle tecniche di danza. I giudici scelti per questa prova sono i colleghi di ballo che dovranno esprimersi in base al proprio gusto personale. La pillola che Etienne dovrà mandare giù è particolarmente amara: tutti gli preferiscono Pasquale, giudicato molto più espressivo e non così indietro nella tecnica. Forse è giunto il momento di deporre le armi e cominciare a lavorare senza inimicizie.

    Giosué e Irene in maglia grigia

    Il pomeridiano di Amici 2013 in onda mercoledì 6 febbraio ha segnato la ripresa delle verifiche sui concorrenti in vista di ulteriori sviluppi fissato al live pomeridiano del sabato. Questa volta è la professoressa di canto Grazia Di Michele a mettere sotto torchio tutti i cantanti invitati ad esibirsi insieme sulle note della sigla del programma. A spiccare in imprecisioni è il giovanissimo Giosué, che viene trattenuto per essere messo alla prova. Ciò che interessa sapere alla Di Michele è se il movimento o l’emozione rendono impacciato il ragazzo. Questi finisce col collezionare qualche gaffes come il dimenticare le parole dei testi e la maglia grigia diventa d’obbligo. A questa delusione si aggiunge anche un aspro confronto con il collega Ruben, peraltro già convinto che Giosué non meriti di accedere al serale.

    Giusto il tempo di un intermezzo con i ‘pupilli’ Verdiana, Angela e Ruben, e tocca ad Irene il confronto con la temibile professoressa di canto. Per la Di Michele l’allieva non è stonata ma semplicemente impalpabile e priva di una cifra artistica precisa. Dopo la prima esibizione è la volta di una singolare prova comparativa: la cantante si dovrà esibire sulle note di un pezzo nelle proprie corde con una collega ritenuta meno brillante in tale performance. Tale scelta cade su Chiara che dovrà cantare prima La canzone di Marinella di Fabrizio De André. Gli sforzi così come la seconda performance si rivelano vani e anche Irene è costretta ad indossare la maglia grigia

    Giacomo eliminato, Chiara, Marta e Antonio salvi

    Il pomeridiano di Amici 2013 in onda giovedì 7 febbraio ha segnato l’eliminazione del ballerino moderno Giacomo Garavini. L’ex concorrente di Italia’s got talent non ha subito verifiche ma è andato incontro ad un destino davvero beffardo. Fermo dall’11 gennaio a causa di un infortunio, dall’ultima diagnosi ha appreso della necessità di riposo per altre tre settimane. Condizione inaccettabile per la produzione, soprattutto in vista del serale, ed il suo sogno sfuma inevitabilmente.

    Diversa sorte spetta invece a cantanti e ballerini rispettivamente giudicati quest’oggi da Mara Maionchi e Garrison. Soddisfatta di Cristina ed Emanuele, la discografica impone un’esibizione aggiuntiva a Chiara. Pur non assegnandole la maglia grigia, la Maionchi stimola la cantante a sentire maggiormente anche canzoni meno nelle sue corde. Si dimostra particolarmente benevolo anche il coreografo americano, che esamina Marta e Antonio senza attribuire ai danzatori la temutissima maglia grigia. Si chiude così il ciclo di verifiche settimanali e Leonardo conosce finalmente lo sfidante che affronterà sabato: Andrea.

    Esibizioni corali assegnate, Edwyn, Lorella e Andrea sono delusi

    Il pomeridiano di Amici 2013 in onda venerdì 8 febbraio ha costituito un piccolo riepilogo di quanto vederemo domani nel corso del consueto live pomeridiano del sabato. Infatti, terminate le verifiche con relative assegnazioni di maglie grigie, gli allievi sono stati premiati con le esibizioni corali che domani contribuiranno a fornir loro la necessaria visibilità utile al proseguimento della corsa al serale. Alcuni, tra cantanti e ballerini, hanno gioito per il riconoscimento, mentre altri si sono sfogati non lesinando critiche alla decisione di lasciarli in panchina o, in questo caso, al banco di Amici.

    Luca Zanforlin comunica le esibizioni corali dei cantanti: Verdiana e Ylenia canteranno Skyfall di Adele, mentre Greta, Ruben e Angela si esibiranno sulle note di La fine del mondo di Gianna Nannini. Restano a secco di esibizioni Chiara, Costanzo, Cristina, Federica ed Edwyn. In particolare, questi ultimi si sfogano lamentando l’assenza dal palcoscenico come una vera e propria privazione dell’ossigeno. Soprattutto il cantante si scaglia contro la decisione della produzione, ribadendo il malcontento nel restare per due settimane consecutive in veste di spettatore del talent show.

    Stesso rituale viene seguito con i ballerini: l’esibizione di sabato toccherà a Marta, Antonio, Nicolò e Pasquale. Particolare dispiacere si ravvisa in Andrea, ballerino con i tacchi, a cui scappa una lacrima al pensiero delle critiche di Alessandra Celentano. Insoddisfazione anche per Lorella, certa di non essere a corto di tecnica nonostante la grande presenza scenica delle sue performance.