Amici 11, cacciate Gerardo Pulli e regalate uno specchio alla Maionchi

Amici 11, cacciate Gerardo Pulli e regalate uno specchio alla Maionchi

Gerardo Pulli e Mara Maionchi sono stati incommentabili nella puntata di Amici 11 che è andata in onda oggi

    maionchi mara amici 11 cantante gerardo pulli

    A Mara Maionchi serve uno specchio, ormai è palese: l’insegnante di Amici 11 non sa più che pesci pigliare, e a quali specchi arrampicarsi, appunto, per salvare Gerardo Pulli dagli attacchi giustificati e continui di Grazia Di Michele e di gran parte dei cantanti e dei ballerini della scuola (oggi si è schierato a favore dell’insegnante dei Gialli anche Josè, allievo di Alessandra Celentano). Tra non molto sarà attivato sulla piattaforma Mediaset il video della puntata di oggi, ma non servono i filmati per capire di cosa stiamo parlando: dopo aver lasciato la classe un’ora prima rispetto alla fine delle lezioni, Gerardo ha dovuto presentarsi dinanzi alla commissione, per il tanto temuto (?) provvedimento disciplinare. Grazia ha proposto l’espulsione del cantautore; Mara Maionchi si è opposta con tutte le sue forze, sclerando in modo assurdo e attaccando tutti, dall’insegnante agli allievi della scuola, Carlo Alberto di Micco per esempio, con frasi senza senso. Siamo d’accordo con il fatto che lei stia scommettendo su Gerardo molto di più rispetto al resto degli insegnanti, ma quando è troppo è troppo: chi dà il diritto a Pulli di ergersi a paladino della ‘vera musica’? Chi crede davvero che questo ragazzo abbia qualcosa da raccontare, cantando?

    Avremmo voluto proporvi alcune battute del discorso che Mara ha fatto a tutti, supportata, anche se in silenzio, da un Rudy Zerbi che in quella scuola ha un senso pari a quello che Gerardo ha sul palcoscenico, ma ci siamo arresi: non abbiamo fatto in tempo a registrare tutto. Prendete, per esempio, la frase: ‘Ma chi se ne fr**a se canta male!‘. Se questo è il discorso che ci si aspetta dall’insegnante di una scuola, il discorso di Maria De Filippi, quello che fece a tutti tranne a Pulli qualche tempo fa, perde completamente di significato: la Sanguinaria, pur avendo difeso a spada tratta la sua accademia, non è intervenuta per niente quando qualcuno, la Maionchi, ha gettato fango sui ruoli e i percorsi della stessa.

    Anche Giuseppe Giofrè si è schierato a favore di Gerardo, sostenendo che lui sta vivendo la sua stessa situazione perché è ritenuto da tutti un non-ballerino. Si è sbagliato, e di grosso anche: Giuseppe è palesemente più in grado di fare qualcosa rispetto a uno che dall’inizio dell’anno non fa altro che chiacchierare di cose assurde e senza senso e che pretende di ragionare attorno alla musica, senza cantare; senza proporre ciò che effettivamente pensa e ha da dire.

    Bocciata la proposta di espulsione da quasi tutti gli insegnanti – a sostenere Grazia è stata soltanto la Celentano, che noi personalmente stimiamo più di ogni altro docente di danza -, si è passati a una proposta di sfida, che è stata accettata per fortuna.

    Lo sfidante è stato scelto dalla Di Michele e sembra non essere di basso livello. Chissà cosa si inventerà la produzione adesso per salvare il didietro a un personaggio che non ha niente né del cantante né dell’autore. Se fosse rimasto ai tropici, avrebbe fatto meglio.

    578

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI