Amici 10, serale: i duetti del 23 gennaio 2011 (foto)

Amici 10, serale: i duetti del 23 gennaio 2011 (foto)

Ripercorriamo i duetti degli ex allievi di Amici con i cantanti ancora in gara: in studio per il terzo serale di Amici 10 Marco Carta, Alessandra Amoroso, Valerio Scanu, Emma Marrone e Marco Mengoni, da X Factor

    La terza puntata del serale di Amici 10 si è caratterizzata per la presenza di ex allievi della scuola di Maria De Filippi ormai diventate star del mercato discografico, cui si è aggiunto anche il Re Matto Marco Mengoni, vincitore di X Factor 3 e stimato da Maria La Sanguinaria, riuscita a risollevare gli ascolti di un prime time domenicale da tempo asfittico in casa Canale 5. Vediamo in alto le foto dei duetti di ieri sera, che ripercorriamo dopo il more.

    Alessandra Amoroso, Marco Carta, Emma Marrone e Valerio Scanu hanno fatto ritorno ieri sera negli studi di Amici (qui la blogcronaca) per omaggiare Maria e per duettare con i cantanti ancora in gara nella decima edizione del talent di Canale 5. Emozionati, commossi, ma pronti a dare il massimo di fronte al loro pubblico d’elezione, ai docenti e alla loro ‘pigmaliona’, i fantastici quattro (tra cui si annoverano due vincitori di Sanremo – Carta nel 2009, Scanu nel 2010 – e una potenziale vincitrice, Emma, in gara a Sanremo 2011, nonché una macina-vendite come Alessandra Amoroso) non si sono risparmiati e hanno dato vita a duetti davvero interessanti.

    Con loro anche Marco Mengoni, apparentemente più distaccato, ma parimenti emozionato e ‘impaurito’ dal trovarsi in un’arena poco conosciuta, ma pronta a cantare a squarciagola i suoi successi.
    E vediamo allora come si sono svolti i duetti di ieri, in ordine di apparizione.

    Si parte con Annalisa Scarrone e Alessandra Amoroso: il brano scelto è Immobile, vero cavallo di battaglia della vincitrice di Amici 8, il pezzo che ha segnato la sua ascesa al trofeo e nel quale Annalisa ha faticato non poco ad entrare, lasciando ad Alessandra la parte del leone. Comprensibile, quindi, il commento di Mara Maionchi e di Plati, che hanno invitato Annalisa a “farsi scorticare dalla vita, come accaduto ad Alessandra” per riuscire a conquistare quella forza comunicativa che a lei difetta ancora un po’.

    Tocca poi al primo dei due duetti tra Emma Marrone e Virginio Simonelli: la vincitrice di Amici 9 dichiara di aver scelto Virginio perché in lui riconosce quel ‘rincoglionimento’ che lo tiene lontano da calcoli e strategie, anche se l’autocandidatura alla prova salvezza che ha agitato l’inizio della seconda puntata serale di Amici ‘sconfessa’ un po’ questa motivazione. Il binomio tra i due, però, funziona: anche se Virginio non riesce del tutto a lasciarsi coinvolgere dal ‘calore’ di Emma, la fusione delle loro voci è davvero piacevole. E Calore è stato proprio il primo brano da loro eseguito.

    Entrano quindi in gioco Marco Carta e Valerio Scanu. Il vincitore di Amici 7 e di Sanremo 2009 costruisce con Diana (di cui apprezza la ‘svampitaggine’) un simpatico sketch sulle note di Dentro ad Ogni Brivido, che diventa un corteggiamento sceneggiato piacevole e coinvolgente. Non basterà, però, a Diana ad evitare l’eliminazione.

    Valerio Scanu, invece, si identifica con la potenza vocale di Antonella Lafortezza, che condivide con lui anche il preparatore, Luca Jurman.

    Voci cristalline e potenti perfette nel pezzo che ha vinto Sanremo 2010, Per Tutte le Volte Che, scritto da un altro ex, Pierdavide Carone. E Alessandra Amoroso, che ha diviso con Scanu l’emozione dell’Ariston nella serata dei duetti, si commuove a risentirla. Va detto che l’esibizione di Antonella e di Valerio è stata davvero bella.

    Si chiude poi con l’arrivo di Marco Mengoni, che ha scelto Francesca Nicolì per i suoi look e per la sua voglia di spaccare tutto. Caratterialmente i due sono piuttosto diversi – se non per le tante lacrime versate, ricorda la Maionchi che lo ritrova, scherzi del destino, qui ad Amici – ma la capacità di tenere il palco è senza dubbio interessante. Come nota Platinette, il rischio di fare del ‘circo’, ovvero di esagerare in versi, vocalizzi e arzigogoli era alto, ma Francesca ha saputo misurarsi e tener ‘testa’, per quanto ha potuto, al Re Matto. Davvero bella anche la loro esibizione su In Un Giorno Qualunque.

    E chiudiamo con il bis di Emma Marrone e Virginio Simonelli sulle note di Cullami. Emma conferma di essere una vera forza della natura, a dispetto dell’abitino bianco un po’ frou frou che stona con la sua grinta, e Virginio si fa coinvolgere dalla sua energia. Chissà che da questi esperimenti non nasca qualche prodotto discografico ad hoc. Ma a proposito, che fine ha fatto la compilation annuale di Amici?

    820

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE