Amici 10, live secondo serale: fuori Antonio Mungari e Riccardo Riccio

Amici 10, live secondo serale: fuori Antonio Mungari e Riccardo Riccio

Diretta web della seconda puntata serale di Amici: prevista l'eliminazione di un membro della squadra Bianca

    Amici10, serale del 18 gennaio: fuori Antonio Mungari e Riccardo Riccio (Bianchi)

    Update: cambia il meccanismo dell’eliminazione: tutti i nominati della squadra perdente si esibiscono in una prova salvezza. Se si salvano tutti, intervengono le commissioni esterne di ballo e canto che indicano il meno ‘meritevole’ di restare ad Amici.
    Il secondo serale di Amici 10 si aprirà con un’eliminazione tra le fila dei Bianchi, che la scorsa settimana, al debutto, avevano perso la seconda sfida a squadre, dopo aver vinto la prima e costretto i Blu ad eliminare il ballerino Costantino Imperatore. Un’eliminazione in apertura, quindi, e una sfida a squadre che dovrebbe concludersi, a questo punto, con una nomination segreta, ma le sorprese con il regolamento di Amici non finiscono mai. Pronti per la diretta web della seconda puntata del serale?

    Chi avrà nominato la Squadra Blu? E sarà l’immune della settimana, scelto dai docenti nello speciale di sabato scorso? Lo scopriremo tra poco, visto che la seconda puntata serale del talent di Maria De Filippi si aprirà proprio con una sfida salvezza e comunque con l’eliminazione di uno dei membri della squadra Bianca, uscita sconfitta la settimana scorsa dalla seconda sfida a squadre della serata.

    Intanto le strategie di gioco, come sempre, agitano le casette: a gettare nel caos la squadra Bianca ci ha pensato Virginio Simonelli. Il ragazzo, abbattuto dalle continue critiche e demoralizzato dal giudizio espresso la scorsa settimana da Linus (“Sei sanremese…”), ha deciso di prepararsi da solo, di scegliersi il pezzo e di mettere in stand-by il suo prof, Luca Jurman. Cerca di dimostrare a se stesso, agli insegnanti, alla commissione e al pubblico quello di cui è capace e lo fa con ogni mezzo, anche creando scompensi nella sua squadra.

    Ha ufficialmente chiesto alla commissione, infatti, di essere sottoposto alla sfida salvezza, indipendentemente dal nominato indicato dai Blu. Quello che potrebbe sembrare un atto di generosità viene invece letto dai compagni come un atto di egoismo: “Eh già, ti esibisci, magari ti salvi, poi resti immune per tutta la puntata, quando sai che in caso di necessità saresti tu il nostro eliminato…” commenta la squadra, che se potesse lo eliminerebbe fisicamente. In realtà il ragazzo ha capito benissimo che, alla faccia della meritocrazia (dal suo punto di vista) i compagni lo eliminerebbero qualora messi nella condizione di doverlo fare. “Almeno se devo uscire voglio uscire per decisione della Commissione e non per calcoli altrui, perché loro hanno paura di me” dice Virginio, sovvertendo le ‘regole’ non scritte, ma evidenti, del gioco. Ed è proprio quello cui miravano gli autori. Poco presuntuoso il ragazzo, no?

    Devo pensare a me stesso” dice il ragazzo, nell’occhio del ciclone. Spetterà, però, alla commissione valutare ed eventualmente accettare la proposta di Virginio, sempre che non sia proprio lui il nome indicato dai Blu (in alternativa Antonio Mungari ha buone possibilità di nomination). Vedremo tra poco come si articolerà la puntata, che comunque dovrebbe vedere una sola eliminazione.

    Presenti questa sera nel parterre di giudici Platinette, Mara Maionchi, Daniele Menci (Sony) per la categoria discografici, Luca Dondoni (La Stampa) per la categoria dei giornalisti, il Maestro Fio Zanotti, il presidente delle etichette indipendenti Mario Limongelli, l’etoile Silvio Oddi, il critico di danza del quotidiano spagnolo El Pais Roger Salas e Anna Maria Prina, ex direttrice della scuola di ballo del Teatro alla Scala di Milano. Tutti pronti per la diretta del secondo serale di Amici 10?

    21.16
    Ci siamo. Entra Maria De Filippi e lancia la sigla. Salutati i giudici e i commissari, Maria fa un riassunto della puntata precedente, per introdurre il nominato della settimana e la sfida salvezza. E parte un filmato sulla squadra Bianca, ovvero sul macello creato da Virginio e di cui vi abbiamo dato conto in apertura. Virginio viene mandato al centro dello studio per fare ufficialmente la sua proposta di auto-nomina. Intanto non è Virginio il nominato dei Blu e la Produzione gli fa sapere che, pur comprendendo le sue ragioni, non accetta la richiesta “per non rendere iniqua la Gara”. E lancia la patata bollente ai Blu: “Solo la squadra Blu può decidere se fare il suo nome” chiosa la produzione. Il ragazzo, quindi, spiega di nuovo le motivazioni della sua auto-candidatura e i Blu hanno a disposizione un minuto per decidere. Ormai la squadra Bianca è a pezzi, o per lo meno sono tutti contro Virginio: la sua permanenza in casetta sarà sempre più difficile e una strategia pacifica praticamente impossibile.
    E al termine del minuto a disposizione, i Blu indicano come nominato Antonio Mungari: si conferma, quindi, la nomination fatta martedì scorso. La richiesta di Virginio, per fortuna, non è stata accettata, altrimenti avrebbero creato un pericoloso precedente. I Blu giustificano la scelta di Antonio con ragioni meritocratiche, ma tutta questa meritocrazia non ci sembra sia stata da ‘faro’ per l’eliminazione di Costantino Imperatore la scorsa settimana.

    Parte quindi la sfida salvezza per Antonio Mungari, nominato e non immune. Si prepara quindi ad esibirsi davanti a Fio Zanotti, Daniele Menci e Luca Dondoni. Contro Antonio i Blu schierano Annalisa Scarrone: non scherzano, eh!
    Per Antonio Luca Jurman ha scelto Un Passo Indietro dei Negramaro.
    Per Menci Antonio non merita di restare nella scuola, idem per Luca Dondoni (che nota la sua stonatura iniziale e l’interpretazione non brillante del pezzo) e per Fio Zanotti (“Pur bravo, bisogna lavorare ancora su intonazione e interpretazione”). Antonio Mungari esce dalla scuola di Amici 10. Luca Jurman tenta una difesa impossibile, dicendo che “non è il massimo della precisione, ma neanche il massimo dell’imprecisione e se si guardasse solo all’intonazione sarebbero in molti a dover uscire”. La Maionchi taglia la testa al toro: “E’ immaturo” dice, mentre Platinette indora la pillola puntando sulla sua tenerezza. Ma suvviaaaaa…

    21.42
    Si apre la sfida a squadre e con esso il televoto.
    PRIMA PROVA, BALLO: assolo Siegfried dal terzo atto del Lago dei Cigni, dimostrato niente popodimeno che da Alessandro Macario, primo ballerino residente del San Carlo di Napoli.
    Riccardo Riccio balla per i Bianchi, Denny Lodi per i Blu; ma prima dell’esibizione di Riccardo parte un rvm nel quale si fa sapere ai Bianchi che Denny ha criticato la scelta di Vito Conversano di esibirsi in una sola delle sette coreografie del kit sfida (e intanto gli autori chiamano insistentemente Maria per farle mandare la pubblicità: “Nero, nero…” si sente in sottofondo). E il ragionamento di Denny (“Questa settimana Vito non ha voglia di fare nulla, non si fa un serale solo con i cavalli di battaglia e con i vestitini…“) non fa tante pieghe, nonostante la difesa di Vito, che poi decide di chiedere alla produzione, via videobox, di sfidare Denny sul pezzo in questione.
    E la produzione accetta la sua richiesta: al posto di Riccardo, quindi, si esibisce Vito. Ma ora pubblicità…

    21.55
    Inizia Vito (Bianchi) con calzino nero d’ordinanza (arghhhhhh!!!). E vabbé che è l’assolo del Cigno Nero, ma anche no!
    Segue immediatamente Denny Lodi (Blu), anche lui con calzino nero (ariarghhh!).
    Cannito, che prepara Vito, sottolinea la difficoltà della variazione e loda la migliore precisione di Denny, senza dimenticare l’eleganza di Vito, che ha portato a casa una prova dignitosa e che ha preparato in un solo giorno; ma la Celentano ricorda che questa variazione è stata preparata da entrambi durante l’anno. Vito, però, ricorda di non aver avuto modo di ‘riperterla’ per una settimana e a Denny, che lo contesta, dice di non volergli parlare più. La Celentano difende il suo pupillo e via così, mentre si ciurla nel manico chiacchierando della scarsa propensione della maestra per il trucco durante la settimana e nel pomeridiano del sabato. Questa sera, invece, appare particolarmente curata e viene mostrato un rvm: la produzione ha richiesto ufficialmente ai docenti di ballo (Celentano e Garrison in testa) di curare di più il proprio look e arriva un video su come la Celentano copre la sua ricrescita, con il mascara! Esiste anche un mascara per i capelli? Lo ignoravamo!

    SECONDA PROVA, CANTO, Virginio (Bianchi) contro Annalisa (Blu) su Satisfaction. Ma Zanforlin chiama sul palco Francesca Nicolì: Maria lo ferma e fa partire un rvm sui commenti espressi dai bianchi sulle esibizioni di Francesca nel serale della scorsa settimana. “Stona e tutti dicono che va bene… basta fare due mossette sul palco…” dice Antonella Lafortezza e Francesca in casetta la prende benissimo! Attacca Antonella, dandole della sirena dell’ambulanza (riferendosi all’esibizione su Elisa portata poi in esame da Luca Jurman sabato scorso) e in maniera non proprio umile sembra volersi paragonare a Madonna: non accetta giudizi da un’allieva come lei e minaccia di chiedere a Vessicchio un giudizio sulla sua esibizione di stasera. E sentiamola.
    Il suo ciuffo sempre più sparato verso il cielo non basta a sostenere un pezzo ‘alto’ come Satisfaction, almeno a nostro avviso. Che poi sappia tenere il palco è indubbio, ma si fa prendere la mano e alla fine si fa tradire da una sorta di acuto strozzato. E chiede ai maestri Vessicchio e Perris dove ha stonato. Vessicchio: “Il tuo obiettivo era essere intonata? No! E allora di cosa stiamo parlando? Hai preso la prima nota in crescente…” dice il maestro che così la mette a posto con dolcezza.
    Platinette: “Il carattere va bene se poi serve a far arrivare qualcosa. Ma ti prego, stai più attenta all’italiano!” (Grazie Plati, grazie!)
    Maionchi: “Sei forte, stai nel tempo, la tua anima e il tuo modo di cantare sono piacevoli”.
    Tocca dunque a Virginio, anche se il pezzo era stato affidato ad Antonio: ma Virginio dichiara di non averlo preparato perché non voleva farlo, ci si è messo un po’ ieri per scrupolo. Dunque canta, ma non lo ha preparato: che senso ha? Ci sa che Virginio sta un po’ perdendo la testa: evidentemente vede complotti e minacce dappertutto, ma così finisce solo per penalizzare la squadra e lui stesso. Lo sa che se i suoi compagni si trovassero nella necessità di eliminare uno di loro, il primo nome sarebbe il suo, e a questo punto non per calcoli meritocratici o di televoto.
    Maionchi: “Inaspettatamente l’hai fatta benissimo, non me l’aspettavo. Se molli il freno a mano vai meglio”;
    Plati: “Sensualità inaspettata contro la forza di Francesca, bravo!”.
    Primo giro di carte dopo due prove: in testa i BLU.

    22.20
    TERZA PROVA, BALLO: Giulia Pauselli (Bianchi) contro Denny Lodi (Blu) nel passo a tre di Garrison, Hit The Road Jack (la coreografia col dado mostrata anche sabato pomeriggio). Pubblicità.

    22.27
    Inizia Giulia Pauselli, adattissima per queste coreografie, divertenti, veloci e che richiedono interpretazione.
    Garrison la invita subito a fare un musical, lei si schernisce dicendo di essere stonata come una campana.
    Tocca a Denny, che balla con Eleonora e Francesco. Molto bravo anche Denny, forse un po’ più ‘scomposto’ e meno controllato in una coreografia più ‘agitata’, ma bravo e credibile.
    Garrison: “Benvenuto nel mondo del musical comedy: eccellente, bravissimo” e Garrison si conferma il più obiettivo dei prof di Amici.
    Secondo giro di carte dopo la terza prova: in vantaggio i Bianchi.

    QUARTA PROVA, assegnata da Grazia Di Michele sull’interpretazione. E si parte con un rvm con i commenti di Antonella Lafortezza (Bianchi) su Annalisa Scarrone (Blu), che stanno per confrontarsi in questa prova decisa dalla docente. Arrivano anche i giudizi di Annalisa, che apprezza le doti di Antonella ma non la fa impazzire il suo modo di apporcciarsi ai pezzi (“urla”).
    Grazia ha scelto Io Vivrò (Senza Te) di Battisti, che punta a smontare i nemici delle due cantanti, ovvero gli effetti speciali (“il circo” lo definisce la Di Michele) di Antonella e la freddezza di Annalisa. E Jurman ribatte subito sul ‘circo’ della Di Michele, che cerca di spiegargli che intendeva solo che spesso la voce deve essere messa al servizio della canzone e non spingerla per strafare.
    Inizia Annalisa e la Di Michele ne apprezza l’esibizione: “Si è lasciata andare e si è visto” commenta la docente. Anche Jurman pensa che sia una delle sue mogliori esibizioni e scatta come una molla Zerbi, che difende la sua pupilla, ma soprattutto non perde occasione per mettere ‘a posto’ Jurman (e le sue frittate girate). Zerbi fa capire che a Jurman bruci il fatto di non averla tra i suoi allievi: ha già perso Antonio e Virginio lo ha, al momento, ‘rifiutato’… Luca cerca adepti?
    Platinette, invece, punta non tanto sulla freddezza, quanto sull’interpretazione: “L’hai recitata molto bene, ma non l’hai vissuta: non credo che si sia quell’equilibrio richiesto da Grazia“.
    Mara: “Canta molto bene, ma Battisti è davvero difficile, è intimo, intellettuale…”.
    Tocca ad Antonella, che punta sullo sgabello, mentre prima Annalisa si è lasciata cadere in ginocchio presa dal pezzo.
    Antonella la butta più in lagna. Grazia si dice soddisfatta perché Antonella aver tenuto a bada gli effetti speciali, anche se l’interpretazione non era proprio quella che cercava.
    Plati ammette che gli è piaciuta di più Annalisa e siamo d’accordo con lei.

    Prima della quinta prova spunta il caso Bayadère, rifiutata da Giulia Pauselliperché considerato un cavallo di battaglia di Debora di Giovanni.

    E parte un rvm che riassume il caso: in discussione la ‘parzialità’ della Celentano, che ha proposto un pezzo inserito nella lista dei cavalli di battaglia di Debora, sul quale si è già esibita due volte nel corso dell’anno. Anche Cannito nota che per fair play una scelta del genere non doveva essere fatta, anche se cambiata in uno o due movimenti, perché la preparazione sul resto è stata comunque più curata.
    I due non si mettono affatto d’accordo e interviene la Produzione, che sceglie di lasciare la decisione alla Prina. Se l’esperta dovesse valutare minima la differenza tra il cavallo di battaglia e la coreografia del kit la prova sarà annullata. Per confrontare le due coreografie, Anbeta si esibisce sulla prova del Kit mentre sul ledwall viene mandata in onda la coreografia già esibita da Debora. Ma c’è la pubblicità.

    23.03
    Parte il confronto tra le coreografie e la Celentano dice già che tra i due pezzi non c’è differenza. Maria rivela che durante il nero Cannito e la Celentano si sono scannati: diciamo che la Celentano ci ha provato, giocando sui Cavalli di Battaglia (inseriti però in una lista consegnata alla produzione) e sui poteziali cavalli di battaglia, ovvero tutte le coreografie che finora hanno preparato le allieve. E il confronto è impietoso: a parte una mancata diagonale il resto è identico, e Cannito sorride sornione. (E non possiamo non stupirci ogni volta di fronte alla bravura di Anbeta).
    Prina: “La variazione è quella, poi ci sono degli aggiustamenti dovuti allo spazio diverso dei due studi, ma la variazione è la stessa“. La prova viene quindi annullata.
    Celentano: “Mai avrei fatto una cosa che potesse danneggiarti” dice Alessandra a Giulia, ma ormai non è credibile. E minaccia, data la situazione, di scegliere per la prossima volta un pezzo difficilissimo, visto che le variazioni semplici sono ‘finite’…. mah! Debora, però, non si arrende e attacca la rivale: “Sul classico vi lamentate troppo, io non mi sono lamentata per i pezzi di moderno…“. Lasciamo perdere, ci hanno provato, punto. Ma ora spunta che la Bayadère non è inserita nella lista dei quattro cavalli di battaglia segnalati alla produzione… la situazione si ingarbuglia.

    QUINTA PROVA, BALLO: al posto della Bayadère una coreografia di Cannito, ballata da Riccardo (Bianchi) e Debora (Blu).
    Inizia Debora, che balla con Josè.
    Luciano Cannito: “Mi piace molto la tua voglie di crescere, la tua generosità, ma ti direi di lasciarti andare di più, di pensare meno alle linee”.
    Ora balla Riccardo, che prima però fa gli auguri all’amico Mario (e a noi…).
    Cannito: “Mi tocca il cuore quando balla, è puro, è sincero: ha eseguito tutto correttamente, qualche incertezza nella presa finale, ma bella esibizione.
    Terzo giro di carte: parità. Pubblicità.

    23.26
    SESTA PROVA, CANTO: Virginio (Bianchi) contro Annalisa (Blu) su Bohemian Rapsody. Inizia Annalisa che porta a casa una bella esibizione. Ma la parte più bella è sul giudizio, quando la Maionchi ne approfitta per dire alla Celentano che “hanno fatto due palle così con ‘sta storia della Bayadère“. Ahahahahah.
    Tornando alla canzone, Plati nota la crudeltà di una scelta come questa, mentre Mara dice che ad Annalisa mancava un po’ di tutto: “Forse hai perso la strada, ti sei emozionata, mancava fluidità, puoi fare di più…“.
    Tocca a Virginio. La voce si perde un po’, coperta dall’orchestra e dal coro… ma l’energia c’è, l’emozione anche. E la Maionchi applaude.
    Maionchi: “Bravo, l’hai cantata bene. Uè, ti abbiamo trattato un po’ come uno straccetto, ti abbiam detto non sei un cazzo di nessuno e sei migliorato!” UAAAAAAHAHAHAHAHAHAAHAHAH! Ovviamente ridono tutti e detta così, diretta e sincera, nessuna se la può prendere, può cogliere solo il buono di quel che dice. Maria l’adora!
    Plati: “Sembra quasi che tu abbia il terrore di avere grinta, qui era necessaria, ma non solo qui“.
    Mara si scatena: “Ma su, lascia la tua diplomazia interna, che vuoi fare se non vuoi darci emozioni! E daiii. Tu sei l’artista, gli altri parlano ma non sono capaci di fare una pippa sennò lo farebbero loro! Su cicciobello, era ora!“. ME-RA-VI-GLIO-SA! Ce ne vorrebbe una anche per il ballo, zittirebbe la Celentano senza appello!

    SETTIMA PROVA, BALLO: Vito Conversano (Bianchi) contro Denny Lodi (Blu) su coeografia di Celentano. Comunque il siparietto tra Plati e Mara ricorda i due vecchietti dei Muppet Show: si scatenano in apprezzamenti su Amilcar e Josè (con Plati addirittura imbarazzata da certe espressioni di Mara) che sono stati “anche bravi”, dice Mara. Ahahahahahahahah, che grande la Maionchi, ci voleva ad Amici! E si apre anche una questione sulla menopausa, mentre Plati rivela che Mara sta per diventare nonna. E Mara dice subito: “Forse”. “Era una confidenza tra me e te, testa di minc***. Ora chi la sente a mia figlia”.
    Per fortuna Vito inizia a ballare. Segue immediatamente Denny, per dar fiato a Vito prima dei giudizi.
    Celentano: “Vito ha dei momenti molto belli, poi crolla, ma potrebbe fare una coreografia del genere molto bene. Denny invece è molto controllato e preciso. Ho preferito Denny”.

    23.47
    OTTAVA PROVA, CANTO: Diana (Blu) contro Antonella (Bianchi) su Chain of Fools di Aretha Franklin.
    Maionchi: “Brava, non facile il confronto, ma se l’è cavata bene”.
    Plati: “Posso capire perché cantate il R&B come se camminaste in un centro commerciale?”. Sorvoliamo sulla spiegazione di Diana, che racconta dei consigli datele dalla ‘proffi’ Fontana… Pubblicità.

    23.36
    Tocca ad Antonella che torna ai suoi vocalizzi, molto precisi però.
    Plati: “Brava vocalmente, anche se ha fatto un po’ di circo. Ma questa musica si canta anche col corpo. Tu non ti sei mossa, sembravi una con disabilità motoria che riprendeva a camminare piano piano”.
    Maria dà la colpa a Jurman, che le ha dato queste indicazioni, e lui ribatte subito, dicendo che il confronto è complesso, le epoche sono diverse.
    Mara: “Ha cantato bene e ambedue si sono difese molto bene”.
    Interviene anche Rudi Zerbi, che dice ad Antonella di non imitare: e torna alla questione del confronto di Elisa e Antonella preparato da Jurman di sabato pomeriggio. Ma è mezzanotte, ce la si fa a terminare ‘sta puntata?

    Eccoci, la sfida termina qui: in attesa delle carte, Maria sottolinea quanto ci sia rimasta male Annalisa dai giudizi avuti. “La sua più che timidezza è pudore, non ama parlare, ma questa storia della freddezza non le scende giù. Non riesce a reagire per educazione e carattere, ma poi si spegne per tutta la puntata” spiega Maria. Mara le dà un consiglio: “Il pudore può diventare un’arma a tuo favore, pensa a Sade o Patty Pravo… cerca la tua strada“. Il punto è spronare i ragazzi a non andare in crisi per un giudizio espresso in puntata: il serale è questo
    Comunque vincono i Blu con il 65% dei voti (ah però): spetta a loro fare il nome di un avversario.
    E ora novità: cambia il meccanismo dell’eliminazione! (Ma va? Stranissimooooo)
    I Blu sono chiamati a fare un nome:
    Diana nomina Virginio;
    Denny nomina Vito;
    Francesca nomina Vito;
    Debora tituba su Vito e nomina Virginio;
    Annalisa nomina Vito.
    Vito è quindi costretto alla sfida salvezza. Si parte con un rvm sul ‘vestitino’ scelto da Vito (e montato da lui?) per mettere in difficoltà Denny, che risponde criticando la coreografia: “Se sapevo che dovevo fare ginnastica e non danza mi portavo la palla e il cerchio”. Ed è proprio lui il prescelto dai Blu. Inoltre, prima di far partire la coreografia, Maria sottolinea che è stata fatta visionare a degli esperti, che l’hanno giudicata in linea con i canoni della danza classica. Ma Vito ci sembra senza energia, su una base che è Crazy di Seal, nella versione di Alanis Morrisette. Pubblicità.

    00.20
    Tocca a Denny misurarsi con la coreografia di Vito e dimostrare così che Vito non merita di restare ad Amici (come spiegano uno scroll e una slide sul ledwall). Siamo al giudizio: Oddi (che fa capire a Denny che non deve avere pregiudizi) dice sì a Vito; Prina sì, quindi Vito rimane.

    Virginio è il secondo nome fatto dai Blu, che schierano contro di lui Annalisa. Sceglie di cantare, accompagnandosi col piano, Trouble dei Coldplay, seguito subito dopo da Annallisa: due belle prove, davvero.
    per Zanotti è sì, per Dondoni è sì (“Mai come questa sera”), per Menci è sì, quindi Virginio rimane.

    I Blu puntano quindi su Riccardo: balla contro Denny in un passo a due con Martina. Quindi decade la regola dell’auto-eliminazione dopo due nomination a vuoto: si va a oltranza? Mah, noi troviamo assurdo che ogni volta cambi il regolamento e il meccanismo dell’eliminazione. Riccardo raccoglie tre sì e rimane nella scuola.

    Quarto nome, Antonella, che canta Without You; per i Blu canta Diana, che fa un po’ fatica sulla parte bassa della canzone. Ma si può capire, è l’una meno venti! Tre sì anche per Antonella e resta.

    Ultima scelta, Giulia Pauselli, e balla ancora Denny, che stasera verrà di certo ‘ricoverato’ (povero!). Il motivo è che Debora ha un problema al ginocchio, alla cartilagine. Per Giulia un passo a due, palesemente di Garrison, con Stefano De Martino. Ed è davvero carina la coreografia, vivace e perfetta per le doti di Giulia. Visto che anche lei rimane nella scuola, cosa succederà ora?
    Uno di loro deve lasciare comunque la scuola e ad indicare chi dovrà uscire saranno le commissioni di danza e canto: sono loro a dover rispondere alla domanda “Chi è l’alunno meno meritevole della squadra bianca?”. Chi avrà più voti lascia subito la scuola.

    Cerchiamo quindi la logica del nuovo meccanismo: a) evitare che le auto-eliminazioni, dettate più da logiche di televoto pro sfida a squadre, non penalizzino i talenti; b) lasciare che tutti si esibiscano davanti alla commissione e non debbano andar via con una mano avanti e una dietro come accaduto la scorsa settimana a Costantino. Un problema che si sarebbe potuto risolvere a monte: davvero gli autori potevano credere che il meno talentuoso di una squadra si auto-denunciasse e accettasse l’eliminazione? Ma dove si è visto mai? Intanto pubblicità, ma facendoci un po’ di conti, la doppia eliminazione potrà valere solo questa sera: restano 7 puntate da portare a casa, 9 i concorrenti in gioco (finale inclusa) e con un eliminato a sera ci sarebbe una finale a tre, e non a quattro come di consueto. Vi trovate?

    00.54
    Maria non sa ancora il risultato della votazione delle commissioni esterne: in ogni caso questo meccanismo – che a questo punto varrà fino alla semifinale – permette a tutti gli allievi di andar via con l’onore delle armi. E senza televoto.
    Salva Antonella, salvo Virginio, salva Giulia, salvo Vito, ESCE RICCARDO RICCIO. E la puntata si chiude all’una… un po’ lunghetta, eh? Per i commenti ci aggiorniamo a domani.

    4303

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI