Amiche Mie da stasera su Canale 5

Amiche Mie da stasera su Canale 5

Da questa sera su Canale 5 arriva amiche mie, la serie in 12 puntate da 50' minuti che ci terrà compagnia per 6 mercoledì

    Inizia questa sera l’avventura di quattro amiche quarantenni alle prese con gli uomini e la vita. Parliamo di Amiche Mie, la serie in 12 puntate da 50′ firmata da Paolo Genovese e Luca Miniero e interpretata da Margherita Buy, Elena Sofia Ricci, Luisa Ranieri e Cecilia Dazzi. “Non è Sex and the City” dicono i registi, “le Amiche mie hanno un’anima italiana”.

    Nonostante i baretti alla moda di Milano, dove le quattro si danno appuntamento, le vie dello shopping meneghino e altre similitudini che possono far correre il pensiero al quartetto newyorkese, Amiche Mie cerca di smarcarsi dal modello americano proprio alla vigilia della messa in onda. Anche se il rapporto che le quattro amiche hanno con gli uomini sembra ricalcare quello disincantato e ipercritico che ha regalato battute memorabili nei sei anni di serie all’ombra dell’Empire State Building. Così come la presenza di un personaggio dal nome Dottor G. (Guido Caprino), un ginecologo/sessuologo che rappresenta per le quattro protagoniste l’Uomo Perfetto e offre loro un punto di vista maschile sui loro problemi, non può che rievocare Mr. Big. Amiche Mie non sarà la versione italiana di Sex and The City ma non si può dire che non ne abbia preso ispirazione.

    In ogni caso la vicenda inizia quando si trasferisce in un condominio alla moda di Milano Anna (Margherita Buy, per la prima volta in una serie tv), sposata e con un figlio adolescente: stanca di una vita familiare che la costringe a vivere anche con la suocera, lascia la provincia romana e scappa a Milano con il cane per ricominciare. Sono sue vicine Marta (Luisa Ranieri) giornalista tv di successo (anche qui un legame con SatC si nota) dalla vita sentimentale inesistente; Francesca (Elena Sofia Ricci), wedding planner, sposata e con una figlia, che si regala per i quarant’anni un amante e una separazione; e Grazia (Cecilia Dazzi), traduttrice, sposata con un uomo ideale che le ha regalato due figlie e una discreta quantità di tradimenti ben nascosti.


    “Più che una fiction è stata una seduta psicanalitica per le attrici” raccontano i registi che ammettono di non aver trattato proprio bene i maschietti protagonisti, tra cui, oltre al Dottor G. troviamo i vari mariti/fidanzati/amanti e assistenti delle protagoniste: Franco Castellano è il marito di Elena Sofia Ricci, Massimo Poggio è l’ex fidanzato di Luisa Ranieri, Stefano Pesce è il marito di Cecilia Dazzi, mentre Franco Neri, anche lui al suo debutto nella fiction, è il marito di Margherita Buy. Si aggiungono Lillo amico-assistente dell’anchorwoman Marta, Michele La Ginestra come direttore del TG per cui lavora Marta, Pino Quartullo, fotografo di moda e Daniele Formica nei panni di un cameriere ironico che fa da ‘coro’ alle confessioni ‘anti-uomini’ delle protagoniste.

    Dietro tutto questo c’è ovviamente lo zampino delle sceneggiatrici Cristiana Farina (anche produttrice creativa) e Paola Fossataro, mentre all’ideazione ha collaborato anche Rita Rusic. Il messaggio della serie però vuole essere positivo, senza cedere alla deriva nevrotica che ha reso celebri Carrie, Charlotte, Samantha e Miranda. I registi non le nominano mai, puntando piuttosto a un confronto con le Mujeres di Almodovar: “Rispetto alle loro omologhe americane – dicono i registi i registi Luca – le nostre donne hanno sempre un riscatto finale, non sono né negative né esasperate come quelle di Almodovar”. D’accordo anche Margherita Buy: ” Penso che da loro emerga un messaggio positivo, sono tutte donne con la voglia di vivere il loro tempo, di ricominciare da capo, di tentare una seconda vita, magari realizzando sogni a lungo inseguiti”.

    Speriamo bene, sarebbe ora che anche gli italiani riuscissero a raccontare il mondo femminile senza stereotipi. Ci riusciranno le Amiche Mie?

    Stanco delle solite fiction e serie TV? Scegli SKY! Abbonati subito online!

    751