American Horror Story, nuovo show FX per Murphy e Falchuk (che non lasceranno Glee)

Si chiama American Horror Story il nuovo show che Ryan Murphy e Brad Falchuk sceneggeranno e produrranno per FX

da , il

    Ryan Murphy e Brad Falchuk per fx

    Si chiama American Horror Story il nuovo show che Ryan Murphy e Brad Falchuk sceneggeranno e produrranno per FX. Sconosciuta la trama dello show, che ha attirato immediatamente le attenzioni di tutti i media americani, visto che Murphy e Falchuk, prima di Glee, proprio per FX crearono quel gioiellino che risponde al nome di Nip/Tuck mandandolo avanti per sette anni.

    Finora solo JJ Abrams era riuscito ad attrarre attenzione solo mettendo in circolazione il nome di un progetto senza altri dettagli, oggi ci riescono anche Ryan Murphy e Brad Falchuck che per FX produrranno American Horror Story. A parte ipotizzare che possa essere una serie “de paura”, altro non possiamo dirvi, visto che il concept dello show – su cui Screenjunkies si sbizzarrisce – è supersegreto. Di certo si sa che sia Falchuk che Murphy (oltre a Dante di Loreto) saranno coinvolti nello show, oltre a sceneggiarlo e produrlo, Murphy dirigerà, presumibilmente ad aprile, anche il pilota della serie, che se dovesse essere ordinata entrerebbe in produzione nella tarda primavera/estate per un debutto autunnale.

    American Horror Story è un progetto cui io e Brad stiamo pensando da tempo – spiega Murphy in una nota – io e John Landgraf (presidente FX, ndr) abbiamo mantenuto il nostro rapporto anche dopo la fine di Nip/Tuck, e lui mi ha più volte invitato a pensare ad uno nuovo show per il network, e FX è il posto perfetto per questo tipo di show”. “Brad e Ryan, che hanno creato questo show insieme, sono dei geni del male, e siamo molto contenti di averli riportati a casa”, la benedizione di Landgraf.

    Sapevamo che questo progetto è perfetto per FX – aggiunge Falchuk – rete conosciuta per i suoi grandi e coraggiosi progetti: la libertà creativa che abbiamo avuto in Nip/Tuck era fantastica, John ha capito subito cosa avevamo intenzione di fare, portare il genere horror in televisione aggiungendoci la nostra sensibilità sovversiva, non potremmo essere entusiasti”.

    Per chi teme che questo nuovo show sarà di impaccio a Glee, comunque, nessuna paura: “Non gli toglieremo gli occhi di dosso per un secondo”, garantisce Murphy che proprio grazie a Glee ha firmato con la 20th Century Fox un contratto da ben 24 milioni di dollari per i prossimi 4 anni (che gli permette anche di dare vita a nuovi show, vedi il procedurale sovrannaturale con Howard Gordon). Quanto a Glee, creatore ha spiegato di aver già concepito le sceneggiature per i rimanenti episodi della seconda stagione, “abbiamo grandi cose in serbo per il nostro piccolo glee club, che deve superare le regionali per arrivare alle nazionali di New York City”.