Alluvione Genova: polemiche sulla Littizzetto, l’Agcom ‘condanna’ il Tg2

Alluvione Genova: polemiche sulla Littizzetto, l’Agcom ‘condanna’ il Tg2
da in Che tempo che fa, Luciana Littizzetto, TG 2
Ultimo aggiornamento:

    Luciana Littizzetto_alluvione genova

    Non è piaciuto al popolo ligure, flagellato dalle alluvioni, un passaggio dell’intervento di Luciana Littizzetto domenica sera a Che Tempo che Fa: E’ come se uno a Natale avesse fatto il presepe dentro al water e si lamentasse se qualcuno tirasse l’acqua, la frase che ha fatto imbufalire il pubblico genovese e spezzino (nonché i toscani della Lunigiana), invaso dall’acqua nelle alluvioni del 25 ottobre e del 4 novembre. La concitazione e la fretta deve aver tirato un brutto scherzo alla Littizzetto, che ora deve fronteggiare un fiume di polemiche.

    Quando si avvisava ‘attenti al buco nell’ozono’ tutti a ridere e a scherzare. Hanno sradicato tutto, cementato in ogni buco di naso e dico naso per non dire cu**. E’ come se uno a Natale avesse fatto il presepe dentro al water e si lamentasse se qualcuno tirasse l’acqua: così Luciana Littizzetto ha commentato accesa i tragici eventi degli ultimi 15 giorni, che vedono mezza Italia (soprattutto la Liguria) a lottare con le inondazioni e con le’bombe di pioggia’ che ormai caratterizzano i nostri autunni.

    Impegnati a scavare nel fango per salvare il salvabile, per cercare di ritrovare una normalità spazzata via con le morti assurde degli ultimi giorni, i genovesi – e più in generale i liguri, e non solo – si sono scagliati contro la Littizzetto, rea di aver toccato l’argomento con toni che non sono piaciuti (o che forse sono stati fraintesi). Il web si è riempito di improperi, talvolta di critiche più argomentate che fanno riflettere: da Facebook a Twitter, passando per i siti web dei quotidiani (in primis il Secolo XIX) è un susseguirsi di accuse e attacchi alla Littizzetto: Non si scherza con le tragedie… Si dovrebbe vergognare e chiedere scusa… Tu c’eri a spalare il fango? Dovrebbe solo stare zitta questa miliardaria comunista, Schifizzettu vergognati!. Questo il tono dei commenti piovuti sul web domenica sera, mentre sul sito del programma è comparso un vademecum su come comportarsi in caso di alluvione.

    Fabio Fazio, dal canto suo, si trova in una situazione ‘difficile’: da ligure sa di aver turbato la sua gente, da conduttore tv difende la libertà di espressione della sua ‘Lucianina’, preferendo non commentare. Non dubitiamo che domenica, in apertura di intervento, la Littizzetto e Fazio si scusino col pubblico, chiarendo meglio quanto successo.

    Forse sarebbe stato meglio non entrare nell’argomento, più probabilmente, come propone una lettrice del Secolo XIX, si è trattato di un’’incomprensione’: Non ha scherzato sull’alluvione, né mancato di rispetto alle vittime. Con una metafora, forte e solo apparentemente blasfema, ha schematizzato l’ipocrisia di quanti scoprono solo oggi la pericolosità della speculazione edilizia. Impariamo a comprendere la satira e indignamoci dei nostri vizi e dell’ignoranza in cui stiamo affondando.

    E a proposito di indignazione, il Consiglio Nazionale Utenti dell’Agcom ha espresso viva condanna per l’intervista del Tg2 a Domenico Sanfilippo, il 16enne sopravvissuto all’alluvione del 4 novembre nella quale ha perso la mamma: Le domande e i toni hanno violato il Codice dei Minori, dice l’Agcom che ha chiesto un incontro urgente con il direttore generale della Rai, Lorenza Lei.

    608

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Che tempo che faLuciana LittizzettoTG 2