Alessandro Siani, prima di Sanremo il ‘massacro’ di Amici e Isola 2012

Alessandro Siani, prima di Sanremo il ‘massacro’ di Amici e Isola 2012

Alessandro Siani in attesa di Sanremo 2012 si diverte (e fa divertire) con Amici e Isola dei Famosi

    Alessandro Siani sarà a Sanremo 2012 venerdì 17 febbraio, quarta e penultima serata del Festival, e si è preparato alla sua prima esperienza festivaliera ‘scaldandosi’ con il suo tour teatrale, Sono in Zona, che in questi giorni ha riempito il PalaSele di Eboli. Di Sanremo non ‘parla’, ma nel suo spettacolo non mancano riferimenti al mondo della tv: da Amici all’Isola dei Famosi 2012, i reality restano sempre un ottimo spunto comico, grazie soprattutto ai loro protagonisti. E sul palco spunta una versione (leggermente) riveduta e corretta di Marco Marfè, indimenticabile talento incompreso di X Factor 2.

    In attesa di calcare l’Ariston venerdì 17 febbraio (data non proprio ideale per la proverbiale scaramanzia napoletana), Alessandro Siani gira l’Italia con il suo nuovo show, Sono in Zona, che ha registrato il tutto esaurito nelle due tappe al PalaSele, le ultime prima della partenza alla volta della Riviera Ligure. In due giorni 8.000 persone si sono divertite con gli sketch e i monologhi del comico partenopeo, ora pronto a incontrare i telespettatori di RaiUno, che – male che vada, e gli scongiuri sono ammessi anche da parte di Mazzi e Morandi – dovrebbero essere almeno mille volte in più di quelli arrivati a Eboli per vederlo dal vivo.

    In ogni caso la doppia data ‘salernitana’ può essere considerata un buon ‘banco di prova’ per Siani e per il suo repertorio, arricchitosi di diverse gag e battute ispirate al mondo della tv.

    Beh non tutte sono ‘etichettabili’ come politically correct e non tutte appaiono lontane dai luoghi comuni che ha contribuito a dissacrare con Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord, soprattutto quando elenca parte del cast dell’Isola dei Famosi 2012, limitandosi però a citare Cristiano Malgioglio, Alessandro Cecchi Paone e l’inviata Vladimir Luxuria: lasciamo a voi ‘intuire’ a cosa possa aver fatto riferimento.

    Tralasciando qualche caduta di stile, non mancano bordate agli ‘illustri sconosciuti’ del Grande Fratello e al loro curriculum vitae nello show-biz (che può facilmente includere anche qualche elemento degli Eletti dell’Isola 9), stigmatizzati con i paginoni loro dedicati dalle riviste di gossip (‘Ne parla Chi… e infatti chi è ‘sta gente‘). E fa sorridere ancora di più se si considera che in platea c’era anche ‘lo Squalo’ Luca Di Tolla, fresco reduce dal GF 12.

    Amici, poi, si trasforma in Cumpagn’ mio ma tradisce un ‘crossover’ con X Factor: a sostenere il provino al cospetto di una ridanciana Platinette e un irritabile Peppe Vessicchio si ritrova l’ideale ‘gemello’ di Marco Marfé, la cui performance ai casting della seconda edizione del talent è diventata un must della trash tv. Stessi occhiali, stesse posture, identico rapporto con le lingue (italiano in primis), persino stessa ‘concezione’ del nome d’arte (‘Il mio nome d’arte è Damiano, perché vengo da Miano‘): insomma, l’omaggio è fin troppo chiaro per i talent-addicted.

    Ma c’è spazio anche per un po’ di politica, dalla parodia di De Magistris (sindaco ‘scamiciato’ col pallino del Napoli) alle plastiche della Santanché, dalle ministre di Berlusconi agli scandali economici, in uno show che, però, punta soprattutto alla ‘comicità’ di costume.

    Chissà cosa porterà Siani sul palco dell’Ariston di quanto mostrato nel suo show teatrale? Si spingerà sui terreni minati delle gag ‘a sfondo politico’? Deciderà di far ridere in tv parlando di tv? O si manterrà fedele al racconto della sua Napoli? Di certo Siani ha rivelato buone doti canore, concedendosi qualche ‘inserto’ cantato nel corso dello spettacolo: che arrivi un duetto con Gianni Morandi?

    618

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE