Alessandra Amoroso a Sanremo? Il dopo-Amici dei finalisti

Il dopo Amici si presenta alquanto roseo per i finalisti (e non solo) dell'ottava edizione: per Alessandra si prospetta Sanremo 2010 oltre ad un proprio cd, Alice è richiesta da Tiziano Ferro e Leonardo Pieraccioni

da , il

    Alessandra Amoroso è ancora a Roma per terminare la registrazione del suo primo Cd da solista che uscirà intorno alla metà di aprile e si prepara al suo primo concerto a Lecce, con i suoi compagni, che andrà in onda giovedì 9 aprile in prima serata su Canale 5. Nel frattempo si gode (almeno speriamo) i commenti e le critiche più che positive della stampa italiana. In alto l’inizio dello speciale Amici trasmesso ieri da Canale 5 con il backstage della finalissima.

    Non me l’aspettavo - dice Alessandra Amoroso ai giornalisti che seguono la conferenza stampa di chiusura dell’ottava edizione di Amici - fino all’ultimo ho pensato che avrebbe vinto Valerio. Ne ero convinta. Ora non vedo l’ora di fare il concerto a Lecce“.

    Del suo futuro non ne ha ancora idea: molti la vedono già sul palco di Sanremo 2010 a seguire le orme dell’apripista Marco Carta, ma per lei è prematuro fare progetti del genere, per quanto non si tiri indietro: “L’Ariston mi fa paura ma ci andrei volentieri” dice alla stampa. Magari in qual caso Maria De Filippi potrebbe anche congelare l’idea di un ControFestival con Bonolis (sappiamo che si tratta di un paradosso), anche se Alessandra ormai può volare da sola.

    Dei 250.000 euro vinti tra montepremi e borsa di studio della critica Alessandra ancora non sa che fare: di certo dei regali alla madre (in primis un’auto) e alle sorelle, poi si vedrà.

    Intanto la stampa l’acclama, celebrandola come una nuova e grintosa voce black. Dalla sua anche molti vip della canzone italiana: per Claudio Baglioni “Alessandra canta con la passione degli occhi e il volo libero della voce”, Gianni Morandi la trova molto brava e con grandi potenzialità di crescita, mentre complimenti arrivano anche da Paolo Bonolis (“voce eccellente, molto calda e riconoscibile”) e da Gianmarco Mazzi, direttore musicale dell’ultimo Sanremo: “E’ una giovane artista di grande talento che ha saputo colpire il pubblico non solo con cover ma anche interpretando brani inediti. Un segnale positivo per il suo futuro da artist adesso ha tutto il tempo di lavorare bene su se stessa e di crescere”.

    Ma Luca Dondoni, spesso ospite del programma e seduto tra la giuria durante la finalissima, ricorda anche i successi degli altri tre finalisti e di molti altri che escono quest’anno nella scuola con una concreta chance di continuare nel mondo dello spettacolo: Luca Napolitano e Valerio Scanu hanno già pronto un primo Cd da solista, così come gli eliminati Mario Nunziante e Martina Stavolo; Pedro Gonzales è stato invitato nella diretta della semifinale a partecipare ai provini della compagnia della Rancia dal regista Saverio Marconi, così come Alice Bellagamba, su cui hanno puntato gli occhi anche Tiziano Ferro che la vorrebbe nel suo prossimo tour e Leonardo Pieraccioni, che potrebbe scritturarla per un suo prossimo film.

    Lo sdoganamento dei talenti da reality è dunque compiuto? I casi Marco Carta e Giusy Ferreri sicuramente hanno fatto da testa d’ariete, ma qualche resistenza c’è ancora: lo dimostra la candida confessione di LaPina, voce di RadioDeejay, che durante la finalissima ha dichiarato di aver fatto di tutto per far passare in radio il singolo di Martina ma di non esserci riuscita ma di essere pronta ad immolarsi fisicamente per Alessandra. Del resto Linus è stato l’ultimo a cedere a Marco Carta, trasmesso solo dopo la vittoria di Sanremo e anche un po’ a malincuore. E sul futuro dei suoi ragazzi a Sanremo Maria è stata caustica già durante la finale rivolgendosi ai giornalisti: “Se Marco e Karima sono arrivati all’Ariston è stato solo grazie a Paolo Bonolis” facendo intendere che tutto dipende dai direttori artistici e che se l’anno prossimo dovesse andarci Carlo Conti, “uomo targato Rai”, il miracolo potrebbe non ripetersi.

    La via però è stata aperta: il peso di essere un volto tv potrebbe non condizionare il futuro degli allievi di Amici. Alla base però ci vuole un elemento determinante: il vero talento e non la simpatia da talent.

    In basso un altro estratto dello speciale sulla finalissima di Amici 8.