Aldo Giovanni e Giacomo: Ammutta Muddica debutta su Canale5 tra parodie e sketch

Aldo Giovanni e Giacomo con un nuovo show su Canale5: Ammutta Muddica nei giovedì sera del Biscione per tre appuntamenti

da , il

    Da I Corti ad Ammutta Muddica. Su Canale5 con Aldo Giovanni e Giacomo da stasera – 8 maggio 2014 – e per tre appuntamenti. Una scommessa per il Biscione: ridare la dimensione dell’evento televisivo alla comicità che racconta la quotidianità e ne fa la parodia, passando per personaggi strampalati e parodie ai film di successo. Se Zelig è assente dal teleschermo già da tempo e Giass non ci fa rimpiangere la satira di Luca e Paolo, l’aspettativa sul trio-show è alta. Almeno per i telespettatori.

    Tre le prime serate che il Biscione ha pensato di spalmare ogni settimana su Canale5. A raccontare il perché di questo titolo, Ammutta Muddica, sono stati proprio loro: Aldo Baglio, Giovanni Storti e Giacomo Poretti, da sempre amici e colleghi nel lavoro. Ammutta muddica vuol dire infatti Spingi mollica ed è un modo per dire Fatti avanti, datti da fare!.

    Il titolo è nato spontaneamente durante le prove – racconta il trio – nessuno, ma proprio nessuno, aveva voglia di fare…dagli autori alla regia fino ai tecnici. A un certo momento abbiamo dovuto prendere in mano noi la situazione e imporci: Ammutta muddica o tutti a casa!‘.

    La stanchezza produttiva non promette proprio bene – si scherza – ma certo la comicità dei tre, apparsi per bene in tv per l’ultima volta nel 2009 a Che tempo che fa su Rai3, lascia ben sperare e già dai contenuti sembra richiamare i programmi di successo come Anplagghed e Tel chi el telùn su Canale5, oltre a Pur Pur Ridd anche su Italia1. E chissà che lo show in questione non possa avere ospite Arturo Brachetti che firma la regia dell’omonimo film al cinema e attualmente giurato di un talent in Francia.

    Tra le cose che vedremo sketch di stretta attualità ispirati alla vita quotidiana, con personaggi strampalati e situazioni esilaranti. Tra le gag l’emergenza di 3 cittadini prigionieri di Equitalia, il mondo sotto sopra della sanità, la moda dei tatuaggi, la mania dello jogging, le parodie surreali di film d’azione. Il tutto, come sempre, ingrandito e deformato dalla lente stravagante e surreale dei tre comici.

    A fare da contrappunto a quanto accade in scena, alcune telecamere “nascoste” dietro il palco, mostreranno il backstage dove succede di tutto. Insomma, ne vedremo delle belle con (o senza) ospiti.