Aldo Busi torna ad Amici: “La Rai non mi merita”

Aldo Busi torna ad Amici: “La Rai non mi merita”

Aldo Busi a settembre torna ad Amici Libri e nel frattempo non si cruccia dell'esclusione dai programmi Rai: "La Rai non mi merita

    Aldo Busi non è stato (ancora) ‘perdonato’ dalla Rai per l’invettiva lanciata in occasione del suo ritiro dall’Isola dei Famosi 7 qualche settimana fa in cui sono stati ravvisati gli estremi di un’offesa al Papa (già nell’occhio del ciclone in questi giorni per via dei numerosi casi di preti pedofili), ma non se ne fa un cruccio. Annuncia, anzi, che da settembre tornerà a curare la rubrica dedicata ai liberi per gli allievi di Amici e consiglia all’amica Simona Ventura di non farsi il sangue troppo amaro per difenderlo: “La Rai non mi merita” afferma lo scrittore in un’intervista nella quale ricorda (e torna a denunciare) gli abusi subiti da piccolo, proprio ad opera di un prete. In alto la videointervista rilasciata in esclusiva a Simona Ventura al suo rientro dal Nicaragua.

    Aldo Busi non cerca il perdono della Rai, figurarsi! Dopo la sua burrascosa uscita di scena dall’Isola dei Famosi 7 e l’esplusione da tutti i programmi di Mamma Rai, Busi non si è certo perso d’animo: la notorietà tv non è il fucro della sua vita e in ogni caso tornerà a farla (anche se non col rilievo avuto nel reality di RaiDue) con la prossima edizione di Amici, nella quale tornerà a occuparsi di libri (ricordate Amici Libri?).

    Nel frattempo è richiestissimo dalla stampa, che non perde occasione per intervistarlo: l’ultima intervista concessa, in ordine di tempo, è quella al settimanale Diva e Donna, nella quale torna a parlare del Papa e getta benzina sul fuoco sulle polemiche che stanno investendo il Vaticano e le alte gerarchie ecclesiastiche per le omertà sui casi di pedofilia che vedono protagonisti i preti.
    Mi hanno detto che ho offeso il Papa – ha detto Busi – Se avessi saputo solo un decimo di quello che stava succedendo in tante parrocchie inquisite in Europa e negli Stati Uniti e quasi per niente in Italia (ma per poco), avrei detto: è impossibile offenderlo, oggi come oggi il Papa si offende già da solo benissimo. Altro non c’è da aggiungere, a parte che, al solito, i mostri puntano il dito contro i capri espiatori“. Lui stesso denuncò un caso di pedofilia ‘eccelesiastico’ quando era ancora un bambino: “Nel mio romanzo breve La signorina Gentilin dell’omonima cartoleria, raccontai un fatto successo quando avevo 9-10 anni: allora denunciai in un tema il primo dei tre preti pedofili avuti a Montichiari dagli anni ’50 agli ’80. Il tema venne portato in caserma, poi al provveditorato agli studi di Brescia, quindi di nuovo in caserma e, come ricompensa, i carabinieri andarono da mio padre, che mi diede tante di quelle botte.

    Ovviamente al don non fecero nulla“.

    Di esplusioni e censure Busi se ne intende e anche per questo trova persino esagerato tutto il daffare che si sta dando Simona Ventura per riaverlo in studio con sé: “Sarei tenuto ad andarci perché c’è un contratto firmato. Però il 31 marzo ho mandato un sms alla signora dicendole di non lottare troppo per me e che questa Rai non mi merita“. In realtà Simona lavora per sé: con lui in studio gli ascolti dell’Isola dei Famosi 7 lieviterebbero e non di poco: senza di lui il momento più ‘emozionante’ delle ultime settimane è stato toccato con la rottura in diretta tra Federico Mastrostefano e Pamela Compagnucci.
    A tenere alta la tensione, quest’anno, è soprattutto il dietro le quinte, con le proteste della troupe e di Rossano Rubicondi. Vedremo stasera cosa succederà con la nostra blogcronaca della settima puntata dell’Isola dei Famosi 7.

    669

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI