Aldo Busi confessa: “Da piccolo mio padre mi seviziava”

Aldo Busi confessa: “Da piccolo mio padre mi seviziava”

Aldo Busi si racconta a Barbara D'Urso

da in Aldo Busi, Barbara D'Urso, Interviste, Personaggi Tv
Ultimo aggiornamento:

    aldo busi

    Ap/LaPresse
    È indubbiamente uno dei personaggi più discussi della tv italiana, ma questa volta Aldo Busi ci ha lasciato senza parole. In un’intervista a Barbara D’Urso nel corso di Domenica 5 ha parlato della sua triste infanzia, segnata da un difficilissimo rapporto con i genitori: “Sono stato un bambino seviziato, non sessualmente, bastonato, cinghiato a sangue da mio padre“. L’autore nativo di Montichiari ha partecipato alla scorsa edizione dell’Isola dei Famosi, abbandonando poi il reality fra mille polemiche tanto che la Rai decise di bandirlo dai suoi programmi.

    Lo scrittore e traduttore ha raccontato alla presentatrice di Canale 5 qualche dettaglio in più sulla sua infanzia terribile: “Mio padre morì nell’82 e mia madre cominciò a scagliarsi contro di me, la figura sostitutiva di mio padre. Negli ultimi 20 anni del loro rapporto c’era un odio profondo ed espresso verbalmente e fisicamente. Io nasco respinto perché sono il terzo maschio e i miei genitori avevano bisogno di me dal punto di vista utilitaristico; volevano una femmina perché mia mamma aveva bisogno di una donna che l’aiutasse e mio padre aveva bisogno di una serva al pari di mia madre. Lei addirittura non mi allattò per tre giorni finché la levatrice non gli disse che stavo per morire. Questo odio sfocia in quel momento, nemmeno la mia omosessualità ha provocato tanto odio nei miei confronti dai parte dei miei genitori. Entrambi, infatti, iniziarono subito a picchiarmi. Sono stato un bambino seviziato, non sessualmente, bastonato, cinghiato a sangue da mio padre”.

    Il padre era talmente autoritario che convinse Busi a lasciare gli studi quando aveva 14 anni. Da qui inizia a lavorare e a visitare il mondo. Ecco che in un altro punto dell’intervista con Barbara D’Urso, Busi riparla del suo difficile rapporto con il padre: “Ho vinto l’autoritarismo di mio padre e nessuno, dal giorno in cui me ne sono andato da casa, mi ha messo o mi metterà i piedi in testa. L’odio di mio padre è stato l’unico forte sentimento reciprocato della mia vita, per cui per me è stata l’unica forma d’amore.

    Ma gli sono grato perché sono rimasto un uomo buono e di questo vado fiero. Se non fosse stato così spietato, forse neanch’io sarei così come sono oggi… non accomodante, ma non desidero mai offendere o rovinare la vita degli altri. Essere felice a discapito degli altri, non lo posso sopportare”.

    Lo scrittore di Montichiari non risparmia neanche la madre e mentre si confessa alla D’Urso le dice: “Mia madre era la donna del no, del no a se stessa. Era un generale e davanti a lei mi dovevo alzare in piedi. Non sono un mammone e per me non era un idolo, lentamente l’ho capita, stimata e ammirata come persona. Fin da piccolo mi chiamava ‘Busi’ quasi con un senso di disprezzo perché assomigliavo già troppo a suo marito. Mi ha amato come ha potuto amarmi, non puoi pretendere una carezza da una persona che non l’ha mai ricevuta. Io le ho insegnato ad accettare una carezza che per lei era una cosa incredibile.”

    Come abbiamo scritto precedentemente Aldo Busi aveva partecipato all’Isola dei Famosi, ma dopo un suo durissimo sfogo fu prima allontanato dal reality e poi dall’intera Rai. Lo scrittore ritornò poi al programma di Maria De Filippi Amici, dove faceva da professore di cultura generale e modi. Lo scorso 1° dicembre Busi è tornato a essere ospite di un programma di viale Mazzini: a dargli il bentornato è stato l’ex direttore della Padania Gianluigi Paragone all’interno del suo talk show L’Ultima Parola.

    687

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Aldo BusiBarbara D'UrsoIntervistePersonaggi Tv