Alda D’Eusanio ce l’ha fatta: la conduttrice dimessa dal Gemelli

Alda D’Eusanio ce l’ha fatta: la conduttrice dimessa dal Gemelli

Alda D'Eusanio è stata dimessa dal Gemelli di Roma, dopo oltre due settimane di agonia, iniziate con la terribile minaccia del 'codice rosso', dovuto a un forte trauma cranico successivo all'incidente di cui è stata vittima

da in Attualità, Personaggi Tv, Alda D'Eusanio
Ultimo aggiornamento:

    alda d eusanio incidente ospedale dimessa conduttrice

    Non credevamo ai nostri occhi quando qualcuno parlò di una Alda D’Eusanio morta a causa di un incidente. Si trattò, per fortuna, di una voce clamorosamente sbagliata della blogosfera, che aveva dato per spacciata la giornalista nata con mamma Rai e da mamma Rai tanto ostacolata nel corso della sua carriera, a causa di alcuni programmi giudicati poco credibili; Al posto tuo, per esempio. Le condizioni in cui arrivò in ospedale, al Gemelli di Roma per l’esattezza, erano gravissime. Il codice rosso, spiegato con ‘un importante trauma cranico‘, non diede molte speranze a chi da sempre sosteneva la conduttrice, che, invece, è riuscita pian piano a riprendersi. La bella notizia è arrivata stamattina dopo oltre due settimane di ricovero: oggi – sottolineano i dottori – è ‘in ottime condizioni di salute‘ e ‘pienamente ristabilita‘. La sociologa, insomma, può tornare a sognare e a lottare non contro la morte, ma contro i problemi di tutti i giorni.

    La notizia, a dire il vero, non giunge inaspettata: coloro che si sono interessanti sin da subito alla vicenda avranno senz’altro ascoltato le dichiarazioni che di tanto in tanto i medici hanno rilasciato sulle condizioni di salute della presentatrice; dopo il codice rosso si è parlato di un lento e progressivo miglioramento che, pur non scongiurando l’ipotesi di danni di qualsiasi natura al sistema cerebrale, facevano comunque ben sperare. Per fortuna, tutto è bene quel che finisce bene.

    Alda, bentornata tra noi!

    298

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàPersonaggi TvAlda D'Eusanio