Alcatraz, ascolti flop per il finale; ‘Meno errori’ nella seconda, promettono i produttori

Alcatraz, ascolti flop per il finale; ‘Meno errori’ nella seconda, promettono i produttori

Alcatraz, ascolti flop per il finale della prima stagione

    Dopo i pessimi rating di Fringe e il flop di Undercovers, neanche l’ultimo show di JJ Abrams (non contando Person of Interest) riesce a convincere i telespettatori: il season (series?) finale da due ore di Alcatraz ottiene solo 4.78 milioni di telespettatori e 1.6 rating nella prima parte, ancora peggio la seconda con 4.75 milioni di persone davanti allo schermo, 1.5 rating, i più brutti risultati di sempre, meno della metà rispetto ai 10.05 milioni di telespettatori, 3.3 rating, con cui lo show aveva debuttato a gennaio. Ma se ci sarà una seconda stagione, cosa ci aspetta dallo show con protagonisti Sarah Jones, Jorge Garcia, Sam Neill e Parminder Nagra? I produttori esecutivi Steven Lilien (anche co-creatore dello show) e Bryan Wynbrandt hanno svelato qualcosina a Zap2It…attenzione, come sempre, agli spoiler (anche sul finale della prima stagione)!

    La misteriosa sparizione, avvenuta cinque decenni fa, di 302 detenuti dal carcere di massima sicurezza di Alcatraz, e la loro ricomparsa ai giorni nostri non hanno fatto presa nel cuore dei telespettatori americani, lo show è stato abbandonato da più della metà del suo pubblico iniziale, ma secondo i produttori esecutivi Steven Lilien e Bryan Wynbrandt gli errori della prima stagione di Alcatraz sono serviti ai produttori per capire la direzione che lo show deve prendere.

    Non ci saranno cambiamenti radicali à la Fringe (tra la prima e la seconda stagione lo show fu rigirato come un calzino… e per fortuna!) ma qualcosa sarà cambiato: ‘Nel corso delle puntate si impara cosa funziona e cosa no, un insegnamento che useremo in futuro – spiega Wynbrandt – succede sempre così, e ovviamente segui la direzione che lo show ti impone‘, mentre secondo Lilien ‘prima di tutto vogliamo conoscere meglio i personaggi, continuare ad esplorare i protagonisti e conoscerli meglio‘. Tra questi non è chiaro se ci sarà o meno Rebecca Madsen (Sarah Jones), dichiarata morta a fine episodio dopo essere stata pugnalata da suo nonno Tommy, che l’ha ingannata parlandole della morte dei suoi genitori.

    Per la cronaca, è questo l’unico cliffhanger degno di nota del finale, che per il resto ha fornito ai fan una qualche forma di chiusura, incluso cosa si nasconde dietro la porta del direttore James A. Johnston, un centro di comando segreto dove il direttore e uno scienziato avevano scoperto un metodo per rintracciare la location esatta dei carcerati… sparsi per tutta America: sconosciuto l’obiettivo di questo esperimento, ma se ci sarà una seconda stagione è lecito presumere che scopriremo di più sulla faccenda, considerato che lo scienziato in questione ha già fatto il suo ingresso nella serie.

    471

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI