Al via Under The Dome, la serie TV USA tratta dal romanzo di Stephen King

Al via Under The Dome, la serie TV USA tratta dal romanzo di Stephen King

È andato in onda negli Stati Uniti il primo episodio di Under The Dome, la serie tv USA più attesa dell'estate 2013 tratta dal romanzo di Stephen King

    È andato in onda ieri sera negli Stati Uniti il primo episodio di Under The Dome, la nuova serie TV USA più attesa dell’estate 2013, tratta dall’omonimo romanzo di Stephen King, pubblicato in Italia con il titolo The dome. La serie, composta di 13 episodi, parla di una cittadina rurale americana che si ritrova improvvisamente tagliata fuori dal mondo a causa di una forza invisibile, una gigantesca cupola di energia che la ricopre completamente.

    La televisione americana non va in vacanza e ci regala una nuova serie TV. Siamo a Chester’s Mill, nel Maine, piccola cittadina della profonda provincia americana, e, come ben sanno gli appassionati di serie TV USA, la provincia americana è l’ambientazione classica di ogni tipo di evento tragico, dall’omicidio di Laura Palmer in giù. In Under The Dome ci sono personaggi classici che ritroviamo declinati in ogni telefilm: l’estraneo che si ritrova misteriosamente in città al momento dell’accaduto, nonché veterano di guerra, Dale “Barbie” Barbara (Mike Vogel, visto di recente in Bates Motel); l’uomo malvagio che punta a controllare la città, James “Big Jim” Rennie (Dean Norris, l’Hank di Breaking Bad); il suo figlio violento, Junior (l’esordiente Alexander Koch); la giornalista alla ricerca della verità Julia Shamway (Rachelle Lefevre, The Twilight Saga); lo sceriffo buono (Jeff Fahey, il capitano Frank Lapidus in Lost). I personaggi si ritroveranno a convivere a strettissimo contatto, perché da Chester’s Mill non si può scappare: sulla cittadina è calata un’enorme cupola invisibile che non permette né di entrare, né di uscire. Gli abitanti dovranno imparare a vivere in un contesto dove le regole e le convenzioni sociali semplicemente non esistono più.

    UNDER+THE+DOME+CAST

    Under The Dome è un progetto molto ambizioso. Innanzitutto è tratto del popolarissimo romanzo del 2009 di Stephen King, le cui esperienze televisive, va detto, non sono esaltanti come quelle cinematografiche (ne è un esempio l’ultimo caso, la miniserie in due puntate Mucchio d’ossa del 2011). La serie è stata sviluppata da Brian K. Vaughan, apprezzato fumettista nonché autore di alcune tra le migliori puntate di Lost, e il primo episodio è stato diretto da Niels Arden Oplev, regista danese al quale si deve la versione originale di Uomini che odiano le donne, il primo film tratto dalla trilogia Millennium di Stieg Larsson. Ma soprattutto Under The Dome rappresenta una svolta per quanto riguarda i canoni televisivi americani, perché è una serie mandata in onda da un canale broadcast non come tappabuchi per l’estate, ma con l’intenzione di fare il pieno degli ascolti. E stupisce ancor di più che a provare questo tipo di esperimento sia CBS, la rete più conservativa dal punto di vista della strategia e dei programmi offerti.

    È il segno che i canali generalisti si stanno arrendendo pian piano al modello delle reti via cavo: produzioni più audaci, più concentrate e meno dispersive (13 episodi anziché 22), da lanciare lungo tutto l’anno. Anche NBC seguirà questa strada l’anno prossimo, con gli attesissimi progetti Crossbones e Dracula.

    Insomma, Under The Dome è il telefilm ideale per affrontare l’estate, periodo sempre abbastanza povero di serie TV, è noi di Televisionando la seguiremo costantemente dandovi notizie e anticipazioni, perciò seguitela insieme a noi!

    602