Al via Striscia la Notizia, ma è bufera sulle Veline

Al via Striscia la Notizia, ma è bufera sulle Veline

Striscia la Notizia, ventunesimo anno, con le nuove veline e i fedeli Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti

    Torna alle 20.40 su Canale 5 Striscia la Notizia con Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti e con le nuove veline, Federica Nargi e Costanza Caracciolo, sulle quali si è abbattuta una vera bufera. “Concorso truccato” dicono in molti.

    Neanche il tempo di prendere posto sul bancone di Striscia che già infuriano le polemiche sulla nuova coppia di veline, Federica Nargi (la mora) e Costanza Caracciolo (la bionda). Al di là del palese cambio di colore per la ex castana Costanza, che è così riuscita ad entrare nel novero delle bionde (ma del resto sfidiamo chiunque a trovare più di 10 bionde naturali tra le aspiranti al titolo) a creare tensione è soprattutto Federica Nargi, la 18enne romana il cui nome circolava già da tempo come nuova velina di Antonio Ricci. Vincitrice annunciata anche da Dagospia e di certo da subito sotto gli occhi dei riflettori e dei flash dei paparazzi per via della sua relazione con Francesco Botta, concorrente del Grande Fratello 8, sì proprio lui che voleva impalmare la finta bionda Christine del Rio. Addirittura Dagospia va oltre, ritenendo la Nargi addirittura segnalata da Fabrizio Del Noce, direttore di RaiUno e di RaiFiction.

    Lo staff di Ricci risponde in maniera laconica: accuse infondate, anche perchè tutto si può dire – a parer loro – tranne che tra Striscia e Del Noce ci siano buoni rapporti, e semplice azzardo da parte di qualche esperto di tv (tra cui anche Gianni Ippoliti) che evidentemente ha ‘indovinato’ la velina mora, tra l’altro non proprio la prima scelta per Antonio Ricci, che avrebbe più volentieri puntato su altri tipi di bellezza.

    Non ce ne vogliano le nuove veline, ma in effetti qualcuna meglio di loro c’era, di una bellezza meno ‘insipida’ (per dirla cortesemente ‘meno acqua e sapone’) e più provocante, più matura, più attraente. Ma alla fine la giuria ha puntato su questa coppia giovanissima, dai lineamenti a bambolina, che pare già con un piede fuori dal programma. “Non è che due veline debbano restare tali per sempre, non sono nominate a vita come i senatori. Se non vanno bene, Ricci può eliminarle quando vuole” dicono da Striscia per respingere le accuse di taroccamento. Quasi una dichiarazione d’intenti e una proposta di sostituzione per l’anno prossimo.

    Intanto la 21ma edizione deve ancora partire. Lo fa stasera con una sigla nuova di zecca che, come da tradizione, si ispira all’attualità: si intitola Grembiulino e vai, tutta dedicata al ministro della Pubblica Istruzione Maria Stella Gelmini.
    La polemica sulla riforma della scuola promossa dal ministro Gelmini fa da filo conduttore alla nuova edizione di Striscia la Notizia, il tg satirico di Antonio Ricci, che dedica al caso anche il suo nuovo sottotitolo, La Voce della Supplenza. Un sottotitolo che nasconde però anche un’altra interpretazione, palesata da Ricci nel corso della conferenza stampa di presentazione: “Ci riferiamo sì alla supplenza scolastica, ma anche al ruolo di ‘supplente’ assunto dalla comicità nei confronti dell’informazione”. Si annuncia già uno scoop in Parlamento, giusto per scaldare il clima di una edizione che parte in un momento di particolare ‘confusione’ nel mondo politico ed economico italiano.

    Del resto Striscia è considerata da molti italiani più autorevole e affidabile dei tg convenzionali, un patrimonio che autori e conduttori non vogliono certo perdere, insistendo sulla linea ‘investigativa’ che negli anni ha portato a galla sprechi, disservizi, truffe (su tutti il caso Wanna Marchi) che quotidianamente vengono vissuti dai nostri connazionali. Nella squadra del tg confermata la presenza di Jimmy Ghione e Max Laudadio e di Valerio Staffelli, ‘portatore sano’ di Tapiri d’Oro. Si aggiungono il mago Casanova e Luca Cassol nelle vesti di Capitan Ventosa. Tornano anche il ‘vendicatore dei calciatori’ Felice Centofanti e Cristiano Militello con la sua rubrica del lunedì, Striscia lo Striscione, mentre è in preparazione una rubrica per i risparmiatori. Tra le new entry un nuovo inviato, Super Bottom, una specie di supereroe un po’ ‘lecchino’ nei confronti dei potenti e dal gran fondoschiena, mentre Dario Ballantini sta preparando un’altra delle sue imitazioni, quella del Ministro dell’Interno Roberto Maroni.

    Come sempre, il primo ‘turno’ di conduzione è affidato a Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti, particolarmente attapirato per la prematura cancellazione di Medici Miei, la sitcom che lo vedeva protagonista con Giobbe Covatta in onda su Italia1 e scomparsa dal palinsesto. Chissa chè Staffelli non gli consegni in diretta un bel Tapiro. A gennaio inizierà il conuseto turn over che vedrà prima la sostituzione di Enzo Iacchetti con Michelle Hunziker e poi, a Pasqua, l’arrivo di Ficarra e Picone.

    Per ora non resta che affidarsi alla complicità e alla verve di Greggio e Iacchetti e osservare con attenzione il debutto delle nuove veline, che hanno catalizzato l’attenzione di oltre dieci milioni di spettatori nel giorno della loro elezione. Oarte, quindi, con ottime premesse la nuova edizione di Striscia, da stasera alle 20.40 su Canale 5: Max Giusti e Affari Tuoi sono avvertiti.

    (Foto: Tgcom, Gigi De Donato – LaPresse, Gossipnews)

    1137

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI