Agrodolce di Raitre potrebbe chiudere

Agrodolce, soap opera di Raitre nata nel 2008, potrebbe già chiudere i battenti per mancanza di finanziamenti da parte della Regione Sicilia

da , il

    Agrodolce

    Quando si realizza una fiction in Italia è come aprire una fabbrica dove ruota tanto lavoro e molti soldi. L’esempio è quello di Agrodolce, soap opera messa dal 2008 in onda su Raitre alle 20.10 con uno share medio del 10 per cento.

    La notizia è la possibilità paventata della chiusura della serie, che molte soddisfazioni sta dando alle cittadine di Termini Imerese e Porticelloin provincia di Palermo, sedi di produzione del prodotto seriale. Il motivo è presto detto e guarda un po’ il caso è un problema di natura politica.

    Mancano infatti 12,6 milioni di euro utili nel contratto di cofinanziamento che dovrebbe versare la Regione Sicilia. Dove sono questi soldi? Come mai mancano? Per quale motivo garantire una quota così elevata di finanziamento se non è possibile garantire tale cifra?

    Gli interrogativi sono tanti, ma la risposta è chiara. Se la serie non avrà i soldi necessari per essere portata avanti, sparirà (come Vivere, terminata nel 2008 per altri motivi) lasciando orfani tutti gli appassionati. Sarebbe interessante capire da Giovanni Minoli, attualmente direttore di Rai Educational che da anni ha fortemente voluto questa serie, cosa ne pensa. Non ho dubbi che sarebbe un commento di estremo interesse.